Demo Night della Women's Founders Alliance: 8 startup guidate da donne lanciano le loro idee imprenditoriali

Abbigliamento da lavoro per donna.
Spiriti sostenibili.
Strumenti per podcast, assicurazione auto, grandi eventi della vita.
Un eccitante chatbot.
Una piattaforma di proprietà intellettuale creativa.
E biancheria intima per tutte le taglie.
Le idee imprenditoriali si sono estese giovedì sera a un evento sul campo Demo Night per Ready Set Raise, un programma di accelerazione per start-up a guida femminile gestite da Female Founders Alliance con sede a Seattle.
Otto fondatori di tutto il paese hanno trascorso le ultime sei settimane a perfezionare le loro presentazioni e a ottenere feedback su ciò che serve per far crescere un'azienda.
Per partecipare al programma, ogni startup aveva bisogno di un CEO femminile o non binario.
I fondatori accettati hanno battuto quasi 400 altri candidati per Ready Set Raise, che ha fatto il suo debutto l'anno scorso.
Il programma è progettato per aiutare le donne a ottenere finanziamenti in un ambiente che ha visto l'anno scorso il 2,3 percento del capitale di rischio destinato alle start-up fondate da donne.
Aspetti come la partecipazione a distanza e l'assistenza all'infanzia gratuita per una settimana sono stati progettati per facilitare la partecipazione di un acceleratore a una fondatrice.
Mentre l'empowerment femminile di Beyonce suonava la canzone Run the World suonata dagli altoparlanti – “Chi gestisce il mondo? Girls! ”- Leslie Feinzaig, fondatrice di FFA, è salita sul palco dopo le presentazioni al Pacific Science Center.
Feinzaig ha ricordato donne pioniere come Madam CJ Walker, la donna più ricca che si è fatta da sé in America al momento della sua morte nel 1919, e Katharine Graham, la seconda casa editrice di un importante quotidiano che ha guidato il Washington Post per più di due decenni.
"Per tutta la vita ho guardato alle donne come loro – pioniere, donne che realizzano l'impensabile", ha detto Feinzaig.
"Questi risultati continuano ad accadere ogni giorno".
Ha aggiunto: "Queste cose che erano impensabili stanno iniziando ad essere semplicemente improbabili – e molto presto saranno inevitabili".
FFA inizialmente è iniziato come un gruppo privato di donne su Facebook che voleva aiutare sostenere le fondatrici e le imprenditrici.
Ora ha una comunità di oltre 1.000 fondatori, investitori, partner e sostenitori in tutto il Nord America dal lancio nel 2017.
Alimentato da un team di 6 persone, FFA ha anche siglato partnership con gruppi come Microsoft for Startups, WeWork Labs e Trilogy Equity Partners, società di venture capital con sede a Bellevue, Wash.
Correlati: Unità e uguaglianza evidenziano i Champion Awards di Seattle come onorificenze delle donne imprenditrici L'organizzazione è una società per scopi sociali, un tipo di società a scopo di lucro creata dallo stato di Washington nel 2012 ed è finanziata principalmente attraverso partner aziendali.
FFA non prende capitale dalle società partecipanti al programma.
Tuttavia, chiede alle startup di concedere diritti proporzionali: l'opportunità di investire fino a $ 200.000 in un round futuro, con uno sconto del 20 percento rispetto alle condizioni dell'investitore principale nel round.
Lo scorso gennaio, FFA ha raccolto un investimento non divulgato da un gruppo di sostenitori che include investitori angelici nell'area di Seattle come Sarah Imbach e Dennis Joyce.
Altre iniziative simili nell'area di Seattle includono la Microsoft Women's Founders Competition, che ha appena lanciato il suo secondo programma annuale questa settimana con il supporto di Melinda Gates e della Mayfield della Silicon Valley VC.
Continua a leggere per saperne di più sulle società Ready Set Raise che hanno lanciato.
Le startup sono elencate nell'ordine in cui sono apparse sul palco.
Juicebox (San Francisco) "Modernizzare l'erotismo con un chatbot che è eccitante ED educativo" Juicebox vuole creare un nuovo modello per l'educazione sessuale e l'intimità utilizzando coach professionisti e un chatbot basato su SMS.
La società si propone di guidare la tendenza del sesso e degli appuntamenti online.
Il suo servizio sta crescendo del 5 percento settimana su settimana e ha 41.000 utenti con un tasso di conservazione di 30 giorni a nord del 70 percento.
Juicebox prevede di guadagnare tramite abbonamenti mensili e un modello pay-per-experience.
"Stiamo costruendo la calma per il benessere sessuale", ha dichiarato Brianna Rader, CEO di Juicebox, paragonando il suo prodotto alla famosa app per il sonno e la meditazione.
Tougher (Eugene, Ore.) "Indumenti da lavoro funzionali e ben adattati per le donne nei mestieri specializzati" La missione di Tougher è quella di "vestire le donne con gli attrezzi resistenti come sono", ha affermato il CEO Stacey Gose, nativo dell'Iowa e figlia di quinta- generazione di agricoltori.
L'azienda vuole aiutare le donne che hanno bisogno di indumenti da lavoro, ma sono costrette ad acquistare abbigliamento da uomo che può essere pericoloso e poco professionale.
Inizialmente ha raccolto $ 20.000 in sei giorni attraverso un Kickstarter quattro anni fa.
Nel gennaio dello scorso anno, Tougher ha esaurito la sua prima produzione di pantaloni da lavoro in un mese.
La startup si rivolge alle industrie agricole e delle costruzioni, con piani per espandere la sua gamma di prodotti e raggiungere clienti internazionali.
Wheyward Spirit (Eugene, Ore.) "Uno spirito sostenibile da fattoria a fiasco ricavato dal siero di latte in eccesso" Durante il suo periodo nell'industria alimentare naturale, Emily Darchuk vide quanto si sprecava durante il processo di produzione del formaggio.
Ha escogitato un modo per convertire il siero di latte in alcol.
Il risultato è un nuovo spirito progettato per i consumatori che hanno a cuore la provenienza della loro bevanda.
"Dove alcune persone vedono il siero di latte come rifiuto, vediamo oro liquido", ha detto Darchuk.
Centinaia di persone hanno provato lo spirito, compresi i baristi.
Wheyward Spirit è pronto per la produzione e ha una licenza all'ingrosso federale per vendere il suo prodotto.
Echo Echo (Oakland, California) “Strumenti basati sull'intelligenza artificiale per podcaster” I produttori di podcast hanno un problema ed Echo Echo vuole aiutare.
L'avvio sta sviluppando un software basato sull'intelligenza artificiale che riduce il tempo necessario per modificare i podcast.
La sua salsa segreta è una funzione che consente agli utenti di modificare contemporaneamente audio e testo.
"La creazione di contenuti di alto valore richiede molto tempo e denaro", ha affermato Alina Serebryany, CEO di Echo Echo.
La startup ha mappato più di 40 flussi di lavoro di podcaster attraverso studi di produzione, radio pubbliche e servizi di streaming negli ultimi quattro mesi.
The Labz (Atlanta, Ga.) "Una piattaforma collaborativa che protegge e memorizza lo sviluppo di contenuti creativi in tempo reale" Il lancio di Farah Allen è iniziato con la canzone di successo del 2009 "Blame It" – "biasimalo sull'alcool" – per una ragione.
Ha detto che ci sono 30 persone che hanno affermato di non aver mai ricevuto credito o pagamento per aver scritto la traccia, e di conseguenza ci sono ancora soldi intrappolati nel sistema giudiziario.
"Questo è chiamato un problema di gestione dei diritti e proprietà intellettuale", ha detto Allen.
Labz ha ideato una soluzione di archiviazione e collaborazione dei file per aiutare i creatori a proteggere i loro contenuti.
La società è stata lanciata sei mesi fa e ha 5.000 iscrizioni utente e 1.000 licenze pagate.
Honistly (Portland, Oregon) "Una nuova classe di strumenti finanziari per ridurre al minimo l'impatto delle esigenze di liquidità a breve termine" Honistly è "ossessionato dal reinventare le garanzie", ha dichiarato il CEO Betsy Tong, e la società sta iniziando con il mercato della garanzia auto da $ 17 miliardi .
Tong ha affermato che l'industria della garanzia automobilistica è più antiquata dell'assicurazione, con varie parti interessate e aumenti dei prezzi.
La società ha dichiarato di poter risparmiare ai clienti fino a $ 800 di sconto sui piani concorrenti.
Ha lanciato una beta chiusa quattro settimane fa e ha venduto 91 polizze, ovvero $ 309.000 in valore delle polizze.
Tong ha inserito la società nella stessa categoria di altre startup che hanno interrotto i servizi finanziari tradizionali come Lemonade e Jetty.
Panty Drop (Reno, Nev.) “Un'esperienza di acquisto intima e personalizzata per le donne taglie XS-6XL” I produttori di lingerie stanno ignorando le donne taglie forti e Panty Drop vuole soddisfare le esigenze del mercato.
"La nostra visione è quella di ridefinire l'aspetto sexy ed essere il luogo in cui le donne di tutte le taglie acquistano cose che le fanno sentire belle", ha dichiarato il CEO di Panty Drop Julie Arsenault.
La società di e-commerce si rivolge a piccole città negli Stati Uniti che potrebbero non avere una boutique di lingerie nel loro centro commerciale locale.
Ha servito quasi 2.000 clienti nell'ultimo anno – l'80% ha effettuato un secondo acquisto entro i primi tre mesi – e le entrate mensili sono di $ 16.000.
Dai a InKind (Tacoma, Wash.) “Coordinare il supporto attraverso i principali eventi della vita” Quando Laura Malcolm e suo marito James Kocsis hanno ricevuto la straziante notizia che hanno perso il loro primo figlio poco prima della nascita, gli amici e la famiglia hanno voluto fornire aiuto.
Ma non è stato il processo più semplice, sia per la coppia che per i loro sostenitori.
Piattaforme come GoFundMe o Meal Train non funzionavano bene per inviare altro che denaro o fiori.
Ciò ha ispirato Malcolm a lanciare Give InKind, che mira a cambiare il modo in cui le persone danno e ricevono supporto.
La compagnia ha più di 14.000 utenti registrati e ha ottenuto un investimento di $ 100.000 dalla Trilogia che è stato annunciato sul palco di giovedì.

Commenti

commenti