Gli astronomi individuano altre 20 lune di Saturno e vogliono che tu le aiuti a nominarle

Saturno ha superato di nuovo Giove nella corsa alla scoperta della luna, grazie a una serie di 20 lune esterne che portano il conteggio totale del pianeta inanellato a 82.
I satelliti appena riportati, confermati dal Centro Minori del Pianeta dell'Unione Astronomica Internazionale, sono stati trovati dal la stessa squadra che ha riferito di aver individuato 12 nuove lune di Giove l'anno scorso.
Come nel caso di quelle lune di Giove, il team di scoperta del Carnegie Institution for Science sta sollecitando suggerimenti per nominare le nuove lune di Giove.
In questo momento, sono noti solo per le loro designazioni numeriche, come S / 2004 S29 o S5593a2.
Ci sono voluti più di un decennio per inchiodare la scoperta: a partire dal 2004, Scott Sheppard e i suoi compagni di squadra di Carnegie hanno catturato le immagini di Saturno e dei suoi dintorni usando il telescopio Subaru alle Hawaii.
Di recente, le immagini sono state analizzate mediante un'analisi computerizzata che ha tracciato il movimento della nuova luna.
Si pensa che tutte le lune siano nel raggio di 3 miglia di diametro.
Tre di loro orbitano attorno a Saturno nella stessa direzione della rotazione del pianeta, mentre gli altri 17 vanno nella direzione opposta.
I loro periodi orbitali vanno da circa due anni a più di tre anni.
"Studiare le orbite di queste lune può rivelare le loro origini, nonché informazioni sulle condizioni che circondano Saturno al momento della sua formazione", ha detto Sheppard in un comunicato stampa.
Due delle lune sembrano far parte di una raccolta nota di lune di Saturno chiamata gruppo Inuit.
Tutti potrebbero aver fatto parte di una luna più grande che è stata spezzata in un lontano passato.
Lo stesso vale per le 17 lune retrograde, che fanno parte del gruppo norreno.
L'altra luna ritrovata traccia un'inclinazione simile alle lune del gruppo gallico di Saturno, ma è molto più lontana.
Ciò suggerisce che potrebbe essere stato tirato verso l'esterno nel tempo a causa di influenze gravitazionali, o che è solo una strana anatra.
La disposizione delle lune suggerisce come si è evoluto il sistema di Saturno.
“Nella giovinezza del sistema solare, il sole era circondato da un disco rotante di gas e polvere da cui nacquero i pianeti.
Si ritiene che un simile disco di gas e polvere circondasse Saturno durante la sua formazione ”, ha spiegato Sheppard.
"Il fatto che queste nuove lune scoperte siano state in grado di continuare a orbitare attorno a Saturno dopo che le loro lune madri si sono separate, indica che queste collisioni si sono verificate dopo che il processo di formazione del pianeta era per lo più completo e che i dischi non erano più un fattore".
Le scoperte recentemente riportate significano che Giove è di nuovo nella posizione n.
2 quando si parla di lune conosciute.
L'IAU elenca 79 lune gioviane, incluse le dozzine di neofiti che Sheppard e i suoi colleghi hanno riportato l'anno scorso.
Cinque di quelle lune (Pandia, Ersa, Eirene, Philophrosyne ed Eupheme) hanno vinto i loro nomi in virtù di un concorso online che ha incontrato l'approvazione della IAU.
Sheppard e la Carnegie Institution hanno organizzato un concorso simile per le lune di Saturno, con una scadenza del 6 dicembre per la presentazione.
I contributi devono essere twittati a @SaturnLunacy, con una spiegazione per la scelta e l'hashtag #NameSaturnsMoons.
Foto, opere d'arte e video sono fortemente incoraggiati.
I nomi devono essere appropriati alla categoria della luna: per le due lune del gruppo Inuit, i nomi dovrebbero riferirsi ai giganti della mitologia Inuit.
Per il gruppo norreno, vai con i giganti della mitologia norrena.
E per la luna del gruppo gallico …
hai indovinato: un gigante gallico mitologico.
Controlla le regole del concorso della Carnegie Institution e le regole di denominazione della IAU per i dettagli.
Dovrai anche assicurarti che il tuo nome suggerito non sia già stato usato per una luna o qualche altro oggetto celeste.
Oltre a Sheppard, la squadra osservante comprendeva David Jewitt dell'UCLA e Jan Kleyna dell'Università delle Hawaii.

Commenti

commenti