I co-fondatori di Mixer partono mentre il servizio di streaming di giochi di Microsoft combatte Twitch di Amazon

Mixer ha perso entrambi i suoi co-fondatori in quanto il servizio di streaming di proprietà di Microsoft sembra rappresentare una sfida alla potenza dominante del mercato: Amazon Twitch.
Matt Salsamendi, che ha co-fondato il servizio di streaming originariamente noto come Beam all'età di 18 anni, ha twittato la sua partenza alla fine della scorsa settimana.
Ha scritto che i primi semi di Mixer sono stati piantati a 13 anni, e ora è pronto a perseguire una nuova idea.
Coinvolge laser e spettacoli EDM.
Dopo 5 anni incredibili, domani sarà il mio ultimo giorno al Mixer.
Un po 'della storia di Beam e di quello che mi aspetta qui sotto.
Grazie per tutto.? pic.twitter.com/bvAktSSpPh – Matt (@MattSalsamendi) 10 ottobre 2019 L'annuncio della partenza di Salsamendi da Microsoft e Mixer è arrivato poco più di una settimana dopo che il collega co-fondatore James Boehm ha rivelato che se ne sarebbe andato l'azienda.
Entrambi i co-fondatori hanno notato che continueranno lo streaming attraverso la piattaforma e rimarranno vicini alla comunità.
!Ciao a tutti! Oggi sto annunciando la mia partenza da @ Microsoft.
? Quando abbiamo iniziato Mixer oltre cinque anni fa, @MattSalsamendi e io avremmo potuto solo sognare che sarebbe cresciuto fino a diventare il marchio noto a livello globale e la straordinaria comunità che è oggi.
? (1/5 ) – James J.
Boehm (@SuitJames) 2 ottobre 2019 Abbiamo contattato Microsoft per un commento sulle partenze e aggiorneremo questo post se sentiamo di nuovo.
Insieme, Salsamendi e Boehm hanno dato vita alla loro idea, sono diventati membri della classe TechStars Seattle 2016 e hanno ottenuto il servizio acquisito da Microsoft pochi mesi dopo.
Mixer ha cercato presto di distinguersi dai comeptitor con funzionalità come la capacità di un massimo di quattro emittenti di trasmettere in streaming a un'esperienza di chat condivisa e modi in cui gli spettatori possono interagire con i giochi durante lo streaming.
Quest'estate Microsoft ha fatto la sua mossa più evidente con Mixer quest'estate, quando ha portato la superstar Ninja di esportare in streaming esclusivamente sulla sua piattaforma.
Circa un anno fa, Microsoft ha presentato una lista di aggiornamenti intitolata "Stagione 2" che sono stati progettati per aiutare le persone che giocano a giocare a connettersi con il loro pubblico e essere pagati per tale interazione.
E gli spettatori hanno più opzioni per esprimersi e diventare una parte più grande dell'azione.
“Si tratta di continuare a contribuire a promuovere anche un'esperienza molto orientata alla comunità, immagino che la parola potrebbe essere nonostante la crescita, perché può essere difficile, man mano che le comunità crescono, mantenere le cose connesse, mantenere le persone unite attorno a questo obiettivo di rendere lo streaming interattivo ", ha detto Salsamendi ad un evento nel 2017.
Un recente rapporto di Streamlabs e Newzoo mostra che Mixer sta iniziando a mettersi al passo con Twitch e YouTube.
Il rapporto rileva che il numero di ore trasmesse su Mixer ha superato YouTube Gaming nel terzo trimestre, tuttavia, il numero di ore guardate su Mixer rimane molto più piccolo di Twitch o YouTube.
Oltre alle partenze dei co-fondatori di Mixer, la divisione giochi di Microsoft ha avuto un altro successo la scorsa settimana quando Mike Ybarra, vicepresidente aziendale di Xbox Live, Xbox Game Pass e Mixer, ha annunciato l'intenzione di partire dopo 20 anni con l'azienda.
Dopo 20 anni in Microsoft, è tempo per la mia prossima avventura.
È stato un grande giro su Xbox e il futuro è luminoso.
Grazie a tutti in TeamXbox, sono incredibilmente orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato e ti auguro il meglio.
Più presto su cosa mi aspetta (super eccitato)! 1/2 …
– Mike Ybarra (@XboxQwik) 9 ottobre 2019 Le partenze arrivano in un momento di trasformazione per la divisione giochi di Microsoft.
Microsoft si sta concentrando pesantemente sull'espansione del proprio pubblico incontrando i giocatori dove preferiscono giocare, che si tratti del loro smartphone, console o PC.
Microsoft si sta preparando per prove pubbliche alla fine di questo mese di una delle sue iniziative di gioco più ambiziose di sempre.
Basato su server appositamente progettati realizzati con componenti Xbox nella rete Microsoft di data center di Azure, Project xCloud consentirà ai giocatori di giocare a titoli Xbox potenti come Halo sui loro smartphone.
Microsoft all'inizio di quest'anno ha annunciato la sua console di gioco di nuova generazione, prevista per il rilascio durante le festività del 2020.
Un aggiornamento della console potrebbe dare una scossa alla divisione di gioco dell'azienda, che ha visto un calo del 10% su base annua delle entrate nell'ultimo trimestre, guidato da una riduzione del 48% delle vendite di hardware Xbox.

Commenti

commenti