La corte d'appello sostiene l'abrogazione della neutralità della rete, ma consente agli Stati di stabilire le proprie regole

Martedì, un panel di giudici federali ha confermato il rollback della normativa Internet nota come neutralità della rete.
Ma la corte ha annullato una disposizione chiave che avrebbe permesso alla FCC di anticipare gli stati che approvano le loro regole di Internet aperte, come hanno fatto Washington e la California.
Sebbene la sentenza consenta agli Stati di stabilire le proprie regole sulla neutralità della rete, afferma che la FCC può tentare di ignorare le normative locali caso per caso.
La decisione prende stati i regolatori di fatto della neutralità della rete e fa fronte a potenziali battaglie legali tra la FCC e le autorità locali.
Nonostante la decisione di prelazione, il presidente della FCC Ajit Pai ha celebrato la sentenza.
"La decisione odierna è una vittoria per i consumatori, la diffusione della banda larga e Internet gratuito e aperto", ha affermato in una nota.
Dichiarazione di AG Ferguson sull'odierna decisione #NetNeutrality: pic.twitter.com/djryhSF6eO – WA Attorney General (@AGOWA) 1 ottobre 2019 La decisione della Corte d'appello degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia conferma il voto della FCC 2017 per annullare Obama -era regole.
I regolamenti in questione vietano alle società Internet di vendere servizi più veloci per selezionare siti Web o limitare altri.
Verizon, ad esempio, non ha potuto rallentare il servizio su Netflix o accelerare il proprio concorrente di streaming video.
La FCC ha abrogato tali regolamenti nel 2018 nonostante le proteste di sostenitori di Internet aperti, aziende tecnologiche e molti consumatori.
Una coalizione di sostenitori della neutralità della rete, guidata da Mozilla, ha fatto causa alla FCC per la sua decisione di abrogare la neutralità della rete.
Il martedì al potere risolve tale controversia.
"I firmatari della petizione – una serie di società Internet, organizzazioni non profit, governi statali e locali e altre entità – presentano una serie di sfide all'ordine del 2018.
Riteniamo che le loro obiezioni non siano convincenti per la maggior parte, anche se lasciamo libera una parte dell'Ordine del 2018 ", afferma la sentenza.
Lo stato di Washington è stato il primo a approvare le proprie norme sulla neutralità della rete all'inizio del 2018.
Il rappresentante dello Stato Drew Hansen, sponsor della legislazione, ha definito la corte d'appello che ha giudicato una "brutta giornata per la neutralità della rete a livello nazionale", ma una "buona giornata per neutralità della rete a livello statale.
"" Gli Stati hanno tradizionalmente un'autorità di protezione dei consumatori molto ampia, che stiamo esercitando qui, e il Circuito DC ha dichiarato che la FCC non può creare per sé un'autorità preventiva ampiamente ampia che il Congresso non ha mai dato ", Hansen ha detto a GeekWire.
Dozzine di stati hanno introdotto le proprie normative Internet aperte da quando la FCC ha abrogato la neutralità della rete.
Alcuni stati, come la California, hanno adottato una legislazione ancora più severa delle norme federali attuate nel 2015.

Commenti

commenti