Epik inverte il corso: la società di servizi web nell'area di Seattle non ospiterà 8chan dopo le riprese

Solo due giorni dopo aver temporaneamente aiutato 8chan a tornare online, Epik ha cambiato idea.
La società dell'area di Seattle ha dichiarato martedì che non fornirà un servizio di web hosting per 8chan, il sito Web di estremismo di estrema destra collegato a una sparatoria di massa a El Paso, in Texas.
"Dopo un'attenta considerazione della recente storia operativa di 8Chan e sulla scia delle tragiche notizie di El Paso e Dayton nel fine settimana, Epik ha scelto di non fornire servizi di consegna di contenuti a 8Chan", ha dichiarato Epik in una nota.
"Ciò è in gran parte dovuto alla preoccupazione di un'applicazione inadeguata e all'elevata possibilità di radicalizzazione violenta sulla piattaforma." Un uomo di 21 anni accusato di aver ucciso 22 persone in un Walmart sabato ha pubblicato un manifesto carico di retorica razzista su 8chan.
Epik è stato al centro dell'attenzione per aver aiutato 8chan a tornare online dopo che il fornitore di rete Cloudflare ha stretto legami con il sito dopo le riprese; Cloudflare ha definito 8chan "un pozzo nero dell'odio" in una dichiarazione.
Il fornitore di servizi web nell'area di Seattle diventa un paradiso per l'estremismo online dopo le riprese di El Paso.
Ha funzionato, ma solo temporaneamente.
Epik noleggia server di una terza parte chiamata Voxility per alimentare il suo servizio di hosting BitMitigate, un'alternativa a servizi come Cloudflare.
Quando Voxility ha realizzato che il traffico di 8chan si stava muovendo attraverso la sua rete, Epik ha ottenuto l'avvio, impedendo a 8chan di tornare online.
In un comunicato stampa intitolato "Epik disegna la linea sull'uso accettabile", Epik ha delineato la catena di eventi negli ultimi giorni.
La società ha affermato che il servizio BitMitigate – che è stato pubblicato nel 2017 quando ha salvato la pubblicazione neonazista The Daily Stormer – è stato ripristinato.
"La nostra tecnologia è in grado di instradarli, ma abbiamo scelto di non farlo per ragioni che la dichiarazione chiarisce", ha dichiarato Rob Monster, CEO di Epik, a GeekWire in una e-mail.
Epik ha preso l'abitudine di fornire assistenza ai siti Web che altri provider hanno rifiutato, attenendosi alla sua posizione dichiarata di "legittima libertà di parola".
L'anno scorso, la società ha accettato di ospitare servizi di registrazione del dominio per Gab.com dopo che GoDaddy ha abbandonato il sito.
GoDaddy ha rotto i legami con Gab perché il tiratore accusato di aver ucciso 11 persone in una sinagoga di Pittsburgh ha usato il sito per pubblicare messaggi antisemiti.
Ecco ulteriori spiegazioni sulla sua posizione dal comunicato stampa di Epik pubblicato martedì: Epik supporta attivamente contenuti, comunità e commercio legittimi.
Per motivi di politica, la direzione cerca di fornire ai clienti soluzioni senza pregiudizi o favoritismi nei confronti di razza, religione, appartenenza politica o orientamento sessuale.
Se un determinato contenuto è legale, Epik si impegna a consentire a chiunque di partecipare sia come produttore che come consumatore.
Con la prevalenza di contenuti generati dagli utenti, anche nei forum pubblici in rapida crescita, l'applicazione tempestiva dei Termini di servizio può rivelarsi estremamente difficile, in particolare nei casi in cui un sito ha poco in termini di modello di entrate con cui finanziare i servizi di professionisti moderatori.
Nel caso in cui Epik identifichi un particolare editore come poco attrezzato per far rispettare correttamente i propri Termini di servizio, Epik si riserva il diritto di negare il servizio.
In un'intervista telefonica con GeekWire martedì sera, Monster ha detto che 8chan ha pagato Epik lunedì per le registrazioni del dominio.
Una ricerca di nomi di dominio su ICANN mostra che Epik è il registrar per 8ch.net.
Monster ha detto che Epik aiuterebbe 8chan a vendere i nomi di dominio, se necessario.
Maria Sirbu, vicepresidente dello sviluppo aziendale di Voxility, ha detto a GeekWire martedì che "non stiamo negoziando con Epik e non reinstalleremo i servizi per loro in nessun caso." "Stiamo ancora conducendo un'indagine interna per assicurarci che non finiscano prendere servizi da altre reti facendo affidamento sull'infrastruttura di Voxility ", ha affermato.
"Finora non abbiamo trovato alcuna connessione tra le nuove reti che li aiutassero e Voxility." 8chan era ancora offline da martedì sera.
Questa settimana il sito è oggetto di un intenso esame; Il Congresso ha convocato Jim Watkins, proprietario di 8chan, per testimoniare.
Il fondatore dell'azienda ha dichiarato al New York Times che il sito dovrebbe essere chiuso.
MailPost, fornitore di posta fisica di Sammamish, con sede a Wash., Ha detto a GeekWire martedì che avrebbe avviato Epik come cliente a causa dei suoi legami con 8chan.

Commenti

commenti