Sustainability

Volare pulito: gli esperti nazionali affermano che è necessaria "un'azione coraggiosa" per ridurre il carbonio dell'aviazione

L'aviazione è responsabile del 2,3% delle emissioni di gas serra negli Stati Uniti, un numero che è quasi certo destinato a crescere con l'aumento dei viaggi aerei, mentre il trasporto via terra e la rete elettrica riducono il consumo di combustibili fossili.
“Stiamo immettendo sempre più carbonio nell'atmosfera e le cose si stanno riscaldando.
Dobbiamo intraprendere azioni coraggiose", ha affermato Richard Wahls, manager della Sustainable Flight National Partnership della NASA.
Tali azioni includono correzioni a breve termine, come l'aumento massiccio della produzione di carburante per aviazione sostenibile o SAF, che può sostituire il carburante per aerei utilizzato negli aeromobili esistenti.
Altri approcci richiederanno investimenti più significativi in nuovi aeromobili e infrastrutture, come reinventare il design dei jet per aumentarne l'efficienza e passare ad aeroplani alimentati da batterie o idrogeno a combustione pulita.
Tutti gli approcci comportano costi e compromessi e saranno pronti per essere implementati in diverse tempistiche.
Per raggiungere gli obiettivi internazionali di ridurre a zero le emissioni di carbonio entro il 2050, tutti sono sul tavolo.
Giovedì, Wahls e altri esperti nazionali di aviazione sostenibile provenienti da università, agenzie governative e industria si sono riuniti al Museum of Flight di Seattle per un simposio convocato dalla Washington State Academy of Sciences, un'organizzazione no profit composta da prestigiosi esperti scientifici e ingegneristici che aiutano a informare la politica pubblica.
Ambientato sullo sfondo del notevole velivolo della storia del museo, i presentatori hanno esposto le numerose strategie perseguite negli Stati Uniti per ridurre le emissioni di carbonio dal volo.
Hanno chiarito l'entità della sfida di rimodellare il settore.
Ci sono stati quasi 9 milioni di voli commerciali negli Stati Uniti nel 2022.
In tutto il mondo, oggi volano circa 25.000 aerei di linea.
I produttori Boeing e Airbus prevedono la necessità di 40.000 nuovi aeroplani nei prossimi 20 anni, alcuni in sostituzione di vecchi aerei e molti che verranno aggiunti al conteggio esistente.
"Sono 2.000 all'anno, e non l'abbiamo mai fatto nella storia, producendone così tanti a livello globale", ha detto Wahls.
"Quindi dovremo essere in grado di produrre aerei più velocemente e dovranno essere migliori".
Dato quanto tempo ci vuole per sviluppare, certificare e costruire aerei, ha aggiunto, il mondo ha solo un paio di possibilità per ottenere i nuovi modelli più rispettosi del clima.
Stephen Tibbitts, un partecipante all'evento e CEO di Zeva Aero di Tacoma, ha sollevato la questione della riconfigurazione delle rotte di volo rispetto all'attuale design hub-and-spoke che favorisce le compagnie aeree nazionali e gli aerei più grandi.
La modifica di tale approccio potrebbe consentire voli diretti più brevi utilizzando aerei con carburanti alternativi e andrebbe a vantaggio di un'azienda come la sua, che sta sviluppando velivoli alimentati a batteria.
"Ci sono aziende che cercano commercialmente di fare compagnie aeree regionali e probabilmente cercano di spostare quel passeggero dal gigantesco modello hub-and-spoke a un modello regionale point-to-point in cui la tecnologia delle batterie è praticabile oggi", ha detto Tibbitts, rivolgendosi a uno dei i panel di esperti.
Lo stato di Washington ha ricercatori e aziende che lavorano su una varietà di soluzioni discusse durante l'evento.
Ciò include: Twelve, una startup di carburante per aviazione sostenibile con sede in California, ha inaugurato a luglio nella parte orientale di Washington il primo impianto di produzione dello stato.
Questa primavera, la società rivale SkyNRG ha annunciato i suoi piani per costruire anche un impianto di produzione di carburante nello stato.
I legislatori statali quest'anno hanno approvato il finanziamento per creare un centro di ricerca e sviluppo di carburante per aviazione sostenibile a Everett.
Boeing e la NASA stanno collaborando con l'Alaska Airlines con sede a Seattle e altre quattro importanti compagnie aeree al progetto Sustainable Flight Demonstrator, un progetto da 1,1 miliardi di dollari per testare un aereo dal design innovativo per ridurre il consumo di carburante.
Il primo volo è previsto per il 2028.
ZeroAvia, una startup aeronautica alimentata a idrogeno, sta aumentando le sue capacità di ricerca e sviluppo presso la sua struttura presso il Paine Field di Everett.
Universal Hydrogen, una società californiana, sta collaborando con AeroTEC con sede a Seattle e MagniX con sede a Everett per sviluppare il suo velivolo e ha condotto un volo di prova del suo aereo Lightning McClean a Moses Lake, Washington.
Sul fronte della batteria, la startup Eviation ha condotto un volo di prova del suo aeroplano Alice completamente elettrico a Moses Lake nel settembre 2022, e Zeva Aero, una startup di aviazione personale che spera di certificare il suo velivolo alimentato a batteria nel 2026.
, Dipartimento del Commercio di Washington e legislatori statali, nonché esperti della Federal Aviation Administration e di altri istituti di ricerca a livello nazionale.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d