Sustainability

Incontra l'ultima startup di batterie di nuova generazione che mette radici in una città rurale di Washington

La startup californiana OneD Battery Sciences ha avviato lunedì i lavori di costruzione di un impianto di produzione pilota nella città di Moses Lake, nello Stato di Washington orientale.
Si unisce ad altre due società – Group14 Technologies e Sila Nanotechnologies – che producono anche materiali potenziati al silicio per realizzare batterie con prestazioni più elevate e una ricarica più rapida, consolidando ulteriormente la regione come hub del settore.
"È davvero emozionante", ha affermato Dan Schwartz, direttore fondatore del Clean Energy Institute dell'Università di Washington.
"Contattiamo da un bel po' con molte di queste aziende su come supportiamo l'ecosistema dell'innovazione delle batterie." A meno di tre ore da Seattle, Moses Lake presenta numerose caratteristiche che lo rendono una destinazione attraente per le aziende produttrici di batterie.
Ciò include l’accesso a energia pulita e conveniente e la vicinanza a REC Silicon, un’azienda che ha recentemente riavviato la produzione di silano, un gas precursore del silicio.
Ci sono solo tre fonti statunitensi per il silano: l'impianto REC a Butte, Mont., e Wacker Chemie a Charleston, Tennessee.
Rispetto a Group14 e Sila, OneD sta lanciando un impianto su scala più piccola a Moses Lake, facendo il salto dalla ricerca e sviluppo alla produzione su scala pilota.
Sta occupando un edificio esistente di 25.000 piedi quadrati vicino a REC e investendo da 15 a 20 milioni di dollari nel sito.
La startup darà lavoro a 20 persone e produrrà 100 tonnellate di materiale anodico in grafite di silicio all’anno, fornendo ai propri partner materiale sufficiente per i test sulle batterie dei veicoli elettrici.
L'evento di lunedì è incentrato sull'instillazione di apparecchiature legate al silano.
OneD prevede di avviare le operazioni di produzione nei primi mesi del prossimo anno.
Group14 prevede di entrare in funzione più o meno nello stesso periodo con una capacità annua di 4.000 tonnellate, materiale sufficiente per alimentare 200.000 veicoli elettrici.
Sila mira a iniziare a produrre materiale nella prima metà del 2025 per alimentare 100.000 o più veicoli elettrici.
OneD è fiducioso nonostante le ambizioni a breve termine molto più grandi dei suoi rivali.
"Penso che sia positivo avere concorrenza", ha detto a GeekWire Jan-Marc Luchies, direttore operativo di OneD.
"Allo stesso tempo, penso che siamo molto efficienti con i nostri soldi, quindi non spendiamo così tanti soldi in questa fase", ha aggiunto.
"E sono fermamente convinto che anche il nostro prodotto sia migliore." Le aziende aggiungono silicio agli anodi delle batterie al litio perché può immagazzinare molta più energia della sola grafite, ma presenta sfide tecniche.
La tecnologia Sinanode di OneD crea nanofili di silicio dispersi sulla superficie e all'interno dei pori della grafite.
L'utilizzo della grafite di silicio di OneD consente alle case automobilistiche di utilizzare il 25% in meno di celle della batteria mantenendo la stessa autonomia, ha affermato Luchies, il che aiuta a ridurre i costi dei veicoli elettrici.
"C'è un'enorme spinta per ridurre il costo della batteria", ha detto.
"Perché altrimenti non puoi costruire un'auto economica." CORRELATO: Le opportunità di lavoro superano le differenze politiche quando la tecnologia climatica arriva nelle comunità rurali OneD sta collaborando con General Motors in ricerca e sviluppo con la possibilità che GM utilizzi la tecnologia nelle sue batterie per veicoli elettrici.
La startup ha altri partner senza nome e ad oggi ha raccolto 73,4 milioni di dollari.
Nell’autunno del 2022, ha chiuso un round di Serie C da 25 milioni di dollari con il sostegno di GM Ventures e Volta Technologies.
Se OneD sceglie di espandere le operazioni a Moses Lake, cercherà di aumentare la produzione di 10 volte, ha affermato Luchies.
L’insediamento nella comunità rurale presenta sfide, in particolare il reperimento di manodopera qualificata.
Alcune aziende produttrici di batterie stanno collaborando con istituzioni educative come l’UW e insegnanti locali, tra cui il Big Bend Community College e le scuole superiori della zona, per aiutare a preparare i dipendenti sul campo.
E si teme che le nuove società – tra cui la società produttrice di combustibile a idrogeno Twelve – inizieranno a esaurire l’energia pulita della zona prodotta dall’energia idroelettrica.
Le società di servizi pubblici stanno esplorando modi per gestire meglio l'energia di cui dispongono e stanno cercando di aggiungere energia solare, ha detto Schwartz.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d