Sustainability

First Mode apre una fabbrica a tecnologia pulita che sfrutta alcuni colpi di scena extra high-tech

Non c'è molto di quello che è stato fissato sul pavimento della fabbrica di 40.000 piedi quadrati nel distretto SoDo di Seattle, dove First Mode prevede di costruire kit di conversione del gruppo propulsore per i camion da miniera – e questo è previsto dalla progettazione.
"La fabbrica stessa rappresenta l'ultima novità in termini di produzione intelligente", ha affermato Julian Soles, CEO di First Mode, durante la cerimonia di taglio del nastro di oggi, alla presenza del governatore di Washington Jay Inslee.
“È una struttura 'definita dal software' e non vincolata da punti fissi.
Quasi tutti gli scaffali dei componenti e la sequenza di assemblaggio sono digitalizzati per la massima velocità e gestione dei dati.
Se le esigenze di produzione cambiano, la planimetria può cambiare di conseguenza.
First Mode si avvale anche di strumenti digitali per il tracciamento della filiera.
"Ogni postazione di lavoro, ogni ubicazione di inventario, ogni prodotto che si muove all'interno della struttura è dotato di un codice a barre e di un gemello digitale", ha spiegato Philipp Nonnast, responsabile senior delle forniture globali per First Mode, durante un tour della fabbrica.
Gli schermi appesi sopra l'officina monitorano il flusso dell'hardware attraverso la linea di produzione e segnalano i colli di bottiglia non appena si presentano.
Anche le chiavi inglesi sono diventate digitali.
Bill Huntington, direttore della produzione di First Mode, ha mostrato una chiave dinamometrica programmata per fornire ai bulloni la giusta quantità di coppia.
Un database computerizzato registra il pezzo da avvitare, nonché la postazione di lavoro in cui è stato svolto il lavoro.
First Mode afferma che la fabbrica SoDo – che in precedenza fungeva da negozio di mobili e poi da magazzino per dispositivi di protezione dell’era COVID – è stata convertita per servire ai suoi scopi con un costo di 22 milioni di dollari.
L'azienda fondata sei anni fa ha anche altre strutture a Seattle; un terreno di prova a Centralia, Washington; e ulteriori uffici in Australia, Gran Bretagna, Cile e Sud Africa.
Entro la fine dell’anno, First Mode prevede di iniziare a produrre kit di retrofit per camion pesanti da miniera, compreso l’hardware per propulsori diesel-ibridi, elettrici a batteria e a celle a combustibile a idrogeno.
Si prevede che fino a 60 lavoratori presso la struttura aumenteranno la produzione fino a un obiettivo iniziale di 150 kit all’anno e, infine, fino a 300 kit all’anno.
Questi kit verranno spediti dalla fabbrica in località in tutto il mondo, per l'installazione su camion da trasporto minerario di altissima qualità che pesano fino a 200 tonnellate e sono alti quanto edifici a tre piani.
“Nel settore minerario, un tipico camion da trasporto di classe ultra brucia circa 1 milione di litri di diesel all’anno e rimane in funzione ininterrottamente per quasi 10-15 anni”, ha affermato Soles.
“In tutta la nostra area geografica target, oggi sono in funzione circa 13.000 camion da trasporto che rilasciano quasi 35 milioni di tonnellate di CO2 all’anno”.
Soles ha affermato che convertire tutti quei camion a zero emissioni di carbonio sarebbe l’equivalente in termini di tecnologia pulita di togliere dalla strada 8 milioni di veicoli automobilistici, che è all’incirca il numero di veicoli immatricolati nello stato di Washington.
Passi graduali verso zero emissioni di carbonio L'industria mineraria è interessata a intraprendere il “Percorso verso Zero” di First Mode, ma non con un passo da gigante, secondo Soles.
Ecco perché First Mode ha recentemente aggiunto un'opzione ibrida alle sue offerte di conversione, come parte di un perno strategico che ha comportato anche tagli di posti di lavoro.
"Percorreremo il viaggio con i nostri clienti per capire quale sia la soluzione migliore per loro e, quando si adatteranno, la scopriremo insieme, che si tratti di batterie o celle a combustibile a idrogeno", ha affermato.
"Siamo quindi in grado di adattare quelle piattaforme, aggiornarle e arrivare allo zero totale." Anche la fabbrica di First Mode sta seguendo un percorso verso lo zero netto.
Grazie alla partecipazione dell'azienda al programma di credito per l'energia rinnovabile Green Up di Seattle City Light, "questa fabbrica qui avrà tutta la sua elettricità completamente compensata", ha detto Soles.
Inslee ha affermato che First Mode è stato “nominato perfettamente” per corrispondere al ruolo dello stato di Washington nella rivoluzione della tecnologia pulita.
"Chiamarlo 'First Mode' è il modo giusto di pensare a tutto questo", ha detto davanti a un pubblico di dipendenti e VIP.
“Siamo i primi con lo sforzo più aggressivo per ridurre i gas legati al cambiamento climatico nel nostro Stato.
Siamo i primi nello sviluppo non solo della produzione di batterie, ma [anche i primi] nell’integrazione di aziende come questa che si stanno concentrando non solo sulle batterie, ma anche sull’idrogeno.
Quindi, essere il primo a uscire da ogni rivoluzione è il posto giusto”.
Inslee ha recitato una litania delle iniziative di tecnologia pulita della regione, tra cui il piano da 1 miliardo di dollari per creare un hub dell’idrogeno nel Pacifico nordoccidentale, iniziative di batterie di nuova generazione come Group14, la recente apertura di una fabbrica Vicinity Motors per la costruzione di camion e autobus elettrici.
e iniziative commerciali di energia da fusione come Helion Energy, Zap Energy e Avalanche.
"Nella rivoluzione dell'energia pulita, non esiste una soluzione miracolosa", ha detto a GeekWire.
“Non esistono idrogeno argentato o batterie argentate.
C'è solo il pallettone d'oro e dobbiamo fare più cose.
Fortunatamente, abbiamo più tecnologie con cui andare avanti e si muoveranno a un certo ritmo.
Forse uno si muove e incontra un posto di blocco, e l'altro avanza.
Lo vediamo in ogni rivoluzione”.
Inslee non è stato infastidito dal fatto che First Mode abbia dovuto modificare la propria strategia di tecnologia pulita.
“Questa azienda, ovviamente, con i frutti di questo sviluppo, dimostra che è reale.
Faranno cose vere", ha detto.
Sulla buona strada per nuovi mercati Durante il suo discorso alla cerimonia del taglio del nastro, Inslee ha fatto riferimento a un'imminente mossa strategica di First Mode.
Ha elogiato l’azienda per essersi concentrata su modi per decarbonizzare “locomotive, camion giganti, grandi attrezzature industriali”.
"Ho appena sentito passare un treno", ha detto alla folla.
“Stava bruciando diesel.
Stava spegnendo il fumo.
Stava provocando l'inquinamento che causava asma e cambiamenti climatici.
Uno di questi giorni, rimarremo bloccati da quel fischio su un treno, e potrai pensare a First Mode, e potrai realizzare che eri lì all'inizio.
In risposta a una domanda sui riferimenti di Inslee ai treni e alle locomotive, Soles ha riconosciuto che l'hardware di First Mode potrebbe presto essere utilizzato sui binari.
"Speriamo di poter annunciare nel prossimo mese che avvieremo progetti di locomotive, iniziando con una transizione molto simile, iniziando con gli ibridi", ha detto a GeekWire.
“E poi, più tardi, inizieremo con la batteria carica o con l'idrogeno.
Dipende praticamente dal caso d’uso.”

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d