Tech

Techstars Seattle sta chiudendo mentre l'acceleratore sposta l'attenzione verso le città con più attività di VC

Techstars Seattle, uno dei primi acceleratori emersi dal programma Techstars e un'istituzione di lunga data all'interno dell'ecosistema tecnologico di Seattle, sta chiudendo.
Techstars si concentrerà sui mercati “con le comunità di venture capital più robuste”, secondo una nota inviata mercoledì da Techstars Seattle, ottenuta indipendentemente da GeekWire.
"A partire dall'autunno del 2024, Techstars raddoppierà gli acceleratori nelle città con la più alta concentrazione di attività di VC e altre startup per massimizzare il nostro impatto (SF, NY, Boston, LA)", si legge nella nota (vedi per intero sotto) .
Un portavoce di Techstars ha confermato la chiusura.
"Abbiamo scoperto che gli imprenditori vogliono frequentare acceleratori negli ecosistemi di venture capital più robusti con il maggiore accesso a capitali di rischio e talenti, circondati da altre startup e dove hanno maggiori probabilità di successo, motivo per cui Techstars sta riorientando la propria impronta su quegli hub con la più alta concentrazione di attività di VC", ha detto il portavoce in una nota.
La notizia è stata uno shock per la comunità tecnologica di Seattle, dove Techstars ha piantato la sua bandiera nel 2010.
L'ultimo gruppo ha appena tenuto il suo Demo Day a gennaio.
"È giusto dire che la comunità delle startup di Seattle non sarebbe dove è oggi senza Techstars", ha scritto l'ex amministratore delegato di Techstars Seattle Chris DeVore in un post sul blog.
Più di 200 aziende hanno attraversato gli acceleratori legati a Techstars a Seattle, incluso il programma principale e altri gestiti con partner aziendali come Amazon, Microsoft e Filecoin.
Collettivamente hanno raccolto più di 2,8 miliardi di dollari di capitale privato.
"Techstars Seattle ha svolto un ruolo importante nel contribuire a costruire e rinvigorire l'ecosistema delle startup di Seattle", ha affermato Andy Sack, il primo amministratore delegato dell'acceleratore.
"È triste che il capitolo stia finendo." Techstars Seattle è stato uno degli acceleratori più performanti tra i programmi Techstars.
La sola classe del 2011 ha prodotto tre unicorni: Remitly, Outreach, Zipline.
DeVore ha detto di essere stato "colto di sorpresa dalla decisione…
di annullare il programma di punta di Seattle Techstars".
“Non solo perché l'abbiamo creata e gestita per molti anni, ma perché Techstars Seattle è anche la fonte di molti dei successi più apprezzati e celebrati di Techstars; Gli ex studenti dei programmi di Seattle come Remitly, Outreach e Zipline vengono regolarmente addotti come prova del fatto che Techstars può produrre risultati da miliardi di dollari sia per i fondatori che per gli investitori, cosa che è accaduta sempre meno spesso negli ultimi anni", ha scritto nel post sul blog.
Il portavoce di Techstars ha osservato che meno della metà delle società Techstars di Seattle hanno sede nello stato di Washington.
“Continueremo a cercare e supportare i fondatori provenienti da tutto il Pacifico nord-occidentale e li incoraggeremo a candidarsi ai nostri programmi principali per le città di San Francisco, New York, Boston e Los Angeles, al programma Techstars Anywhere o a uno dei nostri programmi per partner più mirati in tutto il paese”, ha detto il portavoce.
Secondo PitchBook, lo scorso anno le aziende dell’area di Seattle hanno raccolto 751 milioni di dollari in capitale di rischio, cifra che impallidisce se paragonata alla Silicon Valley (30,3 miliardi di dollari) e inferiore a quella di New York (11,4 miliardi di dollari); Boston (5,8 miliardi di dollari); e Los Angeles (4,8 miliardi di dollari).
Ma DeVore sottolinea nel suo post sul blog che Seattle è l'unica città Techstars che ospita due dei giganti tecnologici dei Magnifici Sette (Microsoft e Amazon).
“Queste aziende sono calamite globali per talenti tecnici desiderosi di lavorare sui prodotti tecnologici più avanzati e di maggiore impatto al mondo”, ha scritto.
"Non a caso, servono anche come terreno di formazione per alcuni dei fondatori di startup di maggior successo al mondo." L'amministratore delegato di Techstars, Maëlle Gavet, ha pubblicato mercoledì un post sul blog su "Techstars 2.0", delineando il nuovo focus dell'azienda e il trasferimento della sede centrale da Boulder, Colorado – dove Techstars sta anche chiudendo un acceleratore – a New York City.
Il post non menziona Seattle.
“Sappiamo che i fondatori hanno maggiori probabilità di successo quando sono inseriti in un ecosistema fiorente, perché nessuno riesce da solo”, ha scritto Gavet.
"Quindi stiamo raddoppiando la gestione dei programmi in presenza nei più grandi ecosistemi tecnologici in modo che gli imprenditori possano essere circondati dalla più alta concentrazione di VC, startup, talenti, mentori e supporto." Parlando con GeekWire nel 2022, Gavet ha affermato: "Seattle ha un ecosistema super vivace".
“È difficile trovare un ecosistema più accogliente per gli imprenditori, sia in termini di persone che di infrastrutture e di genuino interesse verso l’innovazione”, ha affermato all’epoca.
Secondo The Information, il mese scorso Techstars ha licenziato 20 persone, ovvero il 7% del suo personale.
Anche Techstars, fondata nel 2006, sta sospendendo le operazioni ad Austin, secondo quanto riferito da TechCrunch a dicembre.
DeVore, che in seguito ha lanciato e ora gestisce la società di venture capital di Seattle Founders' Co-op, ha spiegato nel suo post sul blog le ragioni che secondo lui hanno portato alle recenti difficoltà in Techstars poiché si è appoggiata maggiormente ai partner aziendali e ha gareggiato con Y Combinator, che a sua volta licenziamenti annunciati lo scorso anno.
"Techstars offre una lezione pratica sul costo strategico di perdere di vista il proprio cliente principale nell'incessante ricerca della crescita", ha scritto.
"Techstars era ed è un'organizzazione fondata da grandi esseri umani, e le sue attuali difficoltà sono condivise con molte startup un tempo promettenti che volavano troppo vicino al sole in un'era in cui le ali erano economiche." Secondo la nota, l'amministratore delegato di Techstars Seattle, Marius Ciocirlan, fungerà ora da amministratore delegato per il primo programma remoto Techstars Anywhere.
A Sarah Studer, direttrice della piattaforma per Techstars Seattle, e Jacob Laes, direttore del programma, sono state offerte nuove posizioni all'interno di Techstars.
"Senza l'energia, l'impegno e la convinzione della comunità delle startup di Seattle, Techstars non sarebbe l'investitore pre-seed più attivo al mondo", ha affermato Techstars in una nota.
"Apprezziamo profondamente tutti i membri del team, i mentori, gli investitori, i partner e gli ex studenti con sede a Seattle che negli ultimi 14 anni hanno contribuito a trasformare Techstars nell'azienda che è oggi." Leggi il promemoria di Studer di seguito.
L'ecosistema Techstars che abbiamo costruito insieme a te negli ultimi 14 anni a Seattle è a dir poco fenomenale.
La tua energia e il tuo impegno nei confronti della comunità delle startup hanno spinto Techstars a diventare l'investitore pre-seed più attivo al mondo e i programmi con sede a Seattle hanno svolto un ruolo significativo in questo successo.
Non solo 3 unicorni di Techstars provengono da questo programma, ma siamo anche rimasti costantemente tra i primi nel settore per le aziende che raccolgono ulteriore capitale, il che è particolarmente degno di nota negli ultimi anni.
È una testimonianza per te e per la nostra comunità.
Apprezziamo profondamente tutti i mentori, gli investitori, i partner, gli ex studenti del programma di Seattle e, naturalmente, i membri del team, che hanno contribuito a trasformare Techstars nell'azienda che è oggi.
Hai influenzato positivamente e in modo significativo il percorso di 236 aziende che si sono diplomate nei programmi con sede a Seattle sin dalla prima lezione nel 2010.
Il nostro team ha alcune notizie da condividere sul futuro di Techstars Seattle e come sostenitore del nostro programma e dei nostri fondatori , volevamo che tu fossi uno dei primi a sapere che Techstars interromperà le operazioni del programma di Seattle.
Avendo gestito quasi 400 acceleratori in tutto il mondo, Techstars si concentrerà su un insieme di mercati chiave con le comunità di venture capital più solide.
A partire dall'autunno del 2024, Techstars raddoppierà gli acceleratori nelle città con la più alta concentrazione di attività di VC e in altre startup per massimizzare il nostro impatto (SF, NY, Boston, LA).
Naturalmente continueremo a cercare e supportare i fondatori di Seattle e di tutto il Pacifico nordoccidentale e li incoraggiamo fortemente a candidarsi a uno dei nostri programmi principali per le città, il programma Techstars Anywhere, o a uno dei nostri programmi partner più focalizzati sul settore in tutto il mondo.
Paese.
Quali sono le prospettive per il team Techstars Seattle? Marius è stato scelto per ricoprire il ruolo di uno degli amministratori delegati del programma Techstars Anywhere, dove prevede di implementare il meglio di ciò che abbiamo imparato a Seattle nel programma remote-first entro la fine dell'anno.
Techstars ha offerto a me e a Jake, il nostro program manager, nuovi ruoli presso l'azienda, e Carson ha preso una posizione nella nuova impresa dell'ex amministratore delegato di Techstars Seattle, Isaac Kato.
Che cosa significa questo per te? In qualità di ex-alunno di Techstars Seattle, sono sempre a tua disposizione via e-mail per supporto.
Sono disponibile anche su Slack di Techstars Seattle.
Inoltre, ti incoraggio a rimanere in contatto e a sfruttare la rete globale di Techstars e il supporto a tua disposizione come Techstars Universe e Portfolio Services.
Se hai domande su come ricevere il miglior supporto e quali risorse Techstars sono a tua disposizione, contatta portfolioservices@techstars.com.
Se avete domande o volete discutere questa notizia in modo più dettagliato, non esitate a farcelo sapere.
Sono sempre disponibile per una conversazione.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d