L'intelligenza artificiale segna un'altra vittoria nella diagnosi del cancro al seno

Ancora una volta, i medici umani non sono stati all'altezza dell'intelligenza artificiale in un test per diagnosticare con precisione il carcinoma mammario, aggiungendo ulteriori prove del fatto che la diagnostica assistita dall'intelligenza artificiale potrebbe presto essere all'ordine del giorno.
I ricercatori dell'Università di Washington e dell'UCLA hanno creato un sistema in grado di distinguere tra un paio di condizioni che i medici umani spesso lottano per identificare correttamente.
I risultati ricordano lo sforzo di Google di rilevare il carcinoma mammario metastatico utilizzando l'IA, che secondo la società è accurata al 99 percento.
La società afferma che un altro progetto, mirato a individuare il carcinoma polmonare in fase iniziale, può anche superare i medici.
Il gigante della tecnologia rivale Microsoft ha una serie di progetti che utilizzano algoritmi per combattere il cancro e sta lavorando con le Biotecnologie adattive con sede a Seattle su un sistema che utilizza l'IA per diagnosticare più malattie da un singolo esame del sangue.
Mentre il sistema dei ricercatori è tutt'altro che autonomo, può diventare uno strumento per aiutare i medici a essere più precisi, ha affermato Linda Shapiro, professore di informatica presso la UW.
"Lo stiamo fatturando come qualcosa di simile alla diagnostica assistita da computer, in cui può dare suggerimenti e mostrare ai patologi cosa sta pensando e perché", ha detto.
Shapiro ha affermato che la svolta è stata grazie agli sforzi di Ezgi Mercan, uno studente di dottorato presso l'Università di Washington che ha inventato un nuovo modo per descrivere le strutture cancerose in modo che possano essere comprese dagli algoritmi di apprendimento automatico.
Mercan ha basato l'approccio sulle conversazioni con il dottor Donald Weaver, un patologo che ha mostrato a Mercan i suoi metodi per rilevare il cancro al seno.
I risultati sono stati pubblicati oggi sulla rivista JAMA Network Open.
L'algoritmo ha sovraperformato i patologi umani quando è stato incaricato di identificare il carcinoma duttale in situ da atipia – due condizioni comunemente diagnosticate erroneamente.
I tassi di precisione erano dell'89 percento per il sistema e del 70 percento per i patologi.
L'approccio basato sul computer aveva un'accuratezza simile al gruppo di 87 medici nel differenziare il cancro dai tessuti non cancerosi.
“Distinguere l'atypia mammaria dal carcinoma duttale in situ è importante clinicamente, ma molto stimolante per i patologi.
A volte i medici non concordano nemmeno con la loro diagnosi precedente quando gli viene mostrato lo stesso caso un anno dopo ”, ha dichiarato il dott.
Joann Elmore, professore di medicina presso la David Geffen School of Medicine dell'UCLA, in una nota.
Un ostacolo tra i ricercatori statunitensi e un affidabile sistema di intelligenza artificiale per la diagnosi del cancro è la mancanza di dati disponibili, date le rigide regole che regolano le registrazioni dei pazienti.
In Cina, i ricercatori hanno costruito un sistema altamente accurato per diagnosticare le malattie infantili che è stato reso più facile, in parte, dalle leggi più rilassate sulla condivisione dei dati del paese.
Per creare il set di dati necessario per addestrare i loro algoritmi, i ricercatori UW e UCLA si sono affidati al Dr.
Jamen Bartlett, che ha etichettato dozzine di immagini complesse nel corso di nove mesi.
Anche Sachin Mehta, uno studente di dottorato alla UW, ha contribuito al progetto.

Commenti

commenti