Civic

GM e Inrix collaborano con la città di Redmond per analizzare i dati sulla sicurezza stradale dai sistemi di bordo

I funzionari della città di Redmond, nello stato di Washington, ritengono che la partecipazione a un progetto con General Motors e Inrix, con sede a Kirkland, li aiuterà a indirizzare la spesa futura per progetti di sicurezza stradale.
Redmond è uno dei 13 comuni statunitensi che partecipano a una National League of Cities Capstone Challenge, che mette insieme i governi municipali con partner del settore privato su progetti che vanno dalla formazione in realtà virtuale per la polizia all'affrontare i senzatetto.
GM e Inrix lavoreranno con Redmond e la città di Easton, Pennsylvania, per sviluppare dati sulla sicurezza stradale utilizzando uno strumento chiamato Safety View.
Lo strumento, una joint venture di Inrix e dell'iniziativa Future Roads di GM, analizza i dati sulla sicurezza del traffico per aiutare i governi locali a creare piani di sicurezza migliori.
Fino ad ora, l'approccio di Redmond al monitoraggio della sicurezza del traffico si è basato sui rapporti dei residenti e sull'analisi dei rapporti del dipartimento di polizia locale, ha affermato il sindaco Angela Birney in un'intervista a GeekWire.
Ma le lamentele sono soggettive e una telefonata di un residente su persone che guidano "troppo veloce" sulla loro strada non fornisce ai funzionari della città tutte le informazioni di cui hanno bisogno.
"Cosa significa veramente?" Birney disse.
"Sono dati davvero limitati." Nei prossimi otto mesi, il nuovo progetto darà alla città l'accesso a dati anonimi aggregati da auto che operano con il sistema di bordo OnStar di GM.
GM afferma che ci sono 15 milioni di veicoli con OnStar, che rappresentano circa il 5% di tutte le auto e i camion in circolazione a livello nazionale.
OnStar acquisisce dati su frenate brusche e collisioni, che possono essere analizzati nello strumento Safety View per fornire agli ingegneri della città dati migliori sulle strade e gli incroci più problematici di Redmond per conducenti, pedoni e ciclisti, ha affermato il sindaco.
A sua volta, il personale della città di Redmond incorporerà questi risultati mentre elabora il processo del piano generale dei trasporti.
Il piano copre tutti gli aspetti del trasporto sicuro di persone e merci in città, comprese auto, biciclette, pedoni, camion merci e parcheggi.
Birney ha affermato che è difficile ottenere dati sul traffico significativi per guidare la pianificazione dei trasporti.
Le informazioni del nuovo progetto saranno "estremamente utili", ha affermato.
"Stiamo usando buoni dati per prendere queste decisioni", ha detto.
"Vogliamo installare i migliori sistemi possibili per proteggere le persone".
I lavori sono partiti a giugno.
All'inizio del prossimo anno, GM, Inrix, Redmond ed Easton presenteranno le loro scoperte a una conferenza della National League of Cities.
Il progetto “più innovativo e di impatto” riceverà un premio dalla Lega.
Essere scelto dalla National League of Cities per il progetto è stato un grande impulso per Redmond, ha detto Birney.
Redmond sta facendo eseguire gratuitamente l'analisi dei dati come parte della sfida.
Mentre Redmond sta crescendo ed è sul punto di trasferirsi da un sobborgo a un centro urbano, è ancora relativamente piccolo e non ha le risorse per permettersi questo tipo di progetti da solo, ha detto il sindaco.
"Ci sentiamo davvero fortunati di essere stati selezionati per questo." Inrix ha recentemente completato uno studio utilizzando SafetyView su 27 scuole a Washington, DC.
Lo studio ha esaminato i volumi degli incidenti, la velocità e i dati demografici, incluso l'impatto di specifici segnali di sicurezza della zona scolastica sul traffico e le tendenze di spesa legate al reddito e alla geografia.
La società afferma che l'Infrastructure Act approvato dal Congresso e firmato dal presidente Biden nel 2021 sta fornendo finanziamenti federali "senza precedenti" per questo tipo di progetti di sicurezza stradale a livello nazionale.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d