Il Pentagono riconsidera il contratto cloud da $ 10 miliardi mentre Trump sembra allarmato per il favoritismo di Amazon

Il Dipartimento della Difesa ha annunciato giovedì che sta rivedendo un contratto decennale da 10 miliardi di dollari per costruire la nuvola di guerra dell'esercito.
Amazon e Microsoft sono gli ultimi contendenti al concorso, che è stato afflitto da cause legali e accuse di favoritismo.
Il Pentagono avrebbe dovuto annunciare un vincitore quest'estate, ma ora il suo futuro è meno sicuro.
Il nuovo segretario del Dipartimento della Difesa, Mark Esper, esaminerà il progetto, chiamato Joint Enterprise Defense Infrastructure (JEDI).
È una massiccia revisione dell'infrastruttura tecnologica di DoD che consentirà a diversi rami dell'esercito di condividere informazioni sensibili nel cloud e incorporare la tecnologia di intelligenza artificiale.
"Il segretario Esper si impegna a garantire ai nostri combattenti le migliori capacità, compresa l'intelligenza artificiale, di rimanere la forza più letale del mondo, salvaguardando nel contempo i dollari dei contribuenti", ha affermato la portavoce del Dipartimento della Difesa Elissa Smith.
“Mantenendo la sua promessa ai membri del Congresso e al pubblico americano, il segretario Esper sta esaminando il programma JEDI (Joint Enterprise Defense Infrastructure).
Nessuna decisione sarà presa sul programma fino a quando non avrà completato il suo esame.
”Oracle è stato il critico più forte del processo da quando ha perso l'accordo nel 2018, quando il Pentagono ha annunciato che avrebbe assegnato JEDI a un singolo fornitore.
Oracle ha fatto causa a tale decisione, sostenendo che il concorso era stato fatto su misura per Amazon e sostenendo che i conflitti di interesse davano un vantaggio al gigante della tecnologia di Seattle.
Un giudice federale ha respinto la protesta di Oracle, così i dirigenti dell'azienda hanno presentato le loro rimostranze al presidente Donald Trump, secondo il Washington Post, che per primo ha riferito sulla revisione del contratto del DoD.
All'inizio di questo mese, Trump ha detto ai giornalisti che avrebbe incaricato DoD di rivedere JEDI perché "aziende come Microsoft, Oracle e IBM" avevano sollevato preoccupazioni.
"Ricevo enormi lamentele sul contratto con il Pentagono e con Amazon …
stanno dicendo che non era un'offerta competitiva", ha detto Trump.
Sebbene sia insolito che un presidente venga coinvolto nel processo di approvvigionamento di un'agenzia federale, il coinvolgimento di Trump non è fuori dal comune.
È un critico frequente di Amazon e del suo CEO Jeff Bezos.
Il presidente ha sollecitato il servizio postale degli Stati Uniti ad aumentare le tariffe applicate ad Amazon.
Amazon è stato a lungo visto come un punto di riferimento per JEDI; il braccio cloud dell'azienda, Amazon Web Services, ha il più alto livello di certificazione di sicurezza da parte del governo federale.
Ma la revisione del Dipartimento della Difesa sul processo di approvvigionamento potrebbe gettare una chiave nelle cose.

Commenti

commenti