I dipendenti di Tableau organizzano manifestazioni a Seattle, chiedono alla dirigenza di interrompere i legami con ICE e CBP

I dipendenti di Tableau stanno aggiungendo la loro voce al coro di lavoratori tecnologici che chiedono ai loro datori di lavoro di annullare i contratti con il governo federale per protestare contro il suo programma di immigrazione.
Un'organizzazione chiamata Tableau Employee Ethics Alliance ha organizzato una manifestazione a Seattle martedì, di fronte al quartier generale dell'azienda, per rendere pubbliche le loro richieste.
Gli attivisti dei dipendenti stanno chiedendo a Tableau di "cessare pubblicamente la sua politica di complicità nei confronti delle sistematiche violazioni dei diritti umani perpetrate da Customs and Border Protection (CBP) e Immigration and Customs Enforcement (ICE)", secondo un annuncio rilasciato durante la manifestazione.
Più di 200 impiegati si sono riuniti al Gas Works Park di Seattle per un raduno dal carattere tipicamente tableau.
Molti di loro portavano cartelli con grafici e giochi di parole in riferimento alla società di visualizzazione dei dati e business intelligence.
Ci sono state battute allegre, tra cui una recitazione di otto nomi respinti per il raduno che "solo le persone del tableau otterranno".
I dimostranti si sono stabiliti su "Tracciare una linea: raduno del tableau per i diritti umani" come nome ufficiale dell'evento.
Ci sono stati anche momenti cupi.
Nika Neshyba-Nara, specialista di marketing di Tableau, ha letto diverse storie di migranti detenuti al confine con le loro stesse parole.
"Non possiamo costruire con una mano e distruggere con l'altra." I dipendenti di Tableau organizzano una manifestazione al Gas Works Park di Seattle per protestare contro il lavoro del loro datore di lavoro con ICE e CBP.
Guarda la storia su @geekwire a breve.
pic.twitter.com/v5ZvXLt6SG – Monica Nickelsburg (@mnickelsburg) 29 ottobre 2019 L'evento è l'ultimo esempio di attivismo dei lavoratori tecnologici, un movimento in crescita in cui i dipendenti delle aziende tecnologiche esercitano pressioni sui loro datori di lavoro per prendere posizione su questioni politiche.
Per più di un anno, i dipendenti della tecnologia si sono auto-organizzati in risposta alle politiche attuate dall'amministrazione del presidente Donald Trump.
La sua agenda per l'immigrazione e la politica di separazione dei bambini sono particolarmente stimolanti per gli operatori tecnologici.
"Queste famiglie vengono separate inutilmente", ha detto Neshyba-Nara.
"Hanno bisogno del nostro amore, della nostra forza e non della nostra paura".
I dipendenti di Tableau che hanno organizzato la manifestazione non hanno citato contratti o progetti specifici tra la società e il governo federale.
Invece, hanno chiesto un'ampia moratoria sul lavoro con ICE e CBP.
"La putrefazione morale non è un problema che possiamo risolvere con il software", ha detto alla folla lo scienziato ricercatore di Tableau, Michael Correll.
"Non riesco a tenere la testa bassa e continuare a lavorare …
non possiamo costruire con una mano e distruggere con l'altra".
Tableau ha una pagina web dedicata per "Government Analytics".
Una ricerca di un database del governo federale ha rivelato un numero di piccoli contratti tra Tableau e varie agenzie federali, tra cui il Dipartimento per la sicurezza interna, che ospita ICE e CBP.
In un audit del 2017, DHS ha dichiarato di voler stabilire un accordo di licenza aziendale con Tableau.
Hassett Willis and Company, una società di consulenza governativa di terze parti, "ha introdotto Tableau in più agenzie all'interno del Dipartimento della sicurezza nazionale degli Stati Uniti", secondo il canale YouTube di Tableau.
In una dichiarazione fornita a GeekWire, un portavoce del gruppo dirigente di Tableau ha dichiarato: "Teniamo molto al lato umano di questi problemi complessi." "Fondamentale per i nostri valori, Tableau ha una lunga storia di utilizzo dei dati per impegnarsi attivamente per affrontare i problemi sociali, "Ha aggiunto il portavoce.
"Coerentemente con i nostri valori, rispettiamo il pensiero diversificato e il dialogo aperto".
I membri di The Tableau Employee Ethics Alliance affermano di aver inizialmente portato le loro preoccupazioni alla leadership aziendale internamente prima di rendere pubblico il loro messaggio.
"Hanno offerto quelle che consideriamo buone intenzioni, ma vaghe, poi hanno dichiarato la loro decisione e la discussione interna finita", ha detto il gruppo nell'annuncio pubblicato martedì.
"Ma la nostra etica personale e professionale non ci consente di essere semplicemente in disaccordo e andare avanti".
I dipendenti di Tableau stanno seguendo le orme dei lavoratori della tecnologia di Microsoft, Amazon, Google e Chef che hanno pubblicamente chiamato i loro datori di lavoro su questioni come l'immigrazione , i cambiamenti climatici e le molestie sessuali sul posto di lavoro.
"Non siamo le prime persone tecnologiche a opporsi all'ICE e non credo che saremo gli ultimi a resistere", ha detto Correll.
"Siamo, come industria e cultura, consapevoli del fatto che abbiamo il potere di intervenire e far ascoltare la gente".
Le società tecnologiche stanno rispondendo a questa nuova ondata di attivismo dei dipendenti in modi diversi.
L'estate scorsa, Google ha deciso di non rinnovare un contratto per il Progetto Maven del Pentagono dopo che 4.000 dipendenti hanno espresso preoccupazione per il loro lavoro utilizzato a scopi letali.
A settembre, la società di software di Seattle Chef ha dichiarato che avrebbe contratto i contratti con ICE e CBP dopo che i dipendenti hanno protestato.
Microsoft – che ha appena vinto un enorme contratto cloud da $ 10 miliardi con il Dipartimento della Difesa – è decisa nella sua decisione di continuare a lavorare con il governo federale.
In un'intervista con GeekWire, il presidente della Microsoft Brad Smith ha spiegato perché la società non scollegherà le agenzie governative dai suoi servizi, anche se alcune politiche vanno contro i valori di Microsoft.
Tableau non direbbe se farà cambiamenti in risposta all'attivismo dei dipendenti.
Il nuovo leader dell'azienda non ha evitato di assumere posizioni politiche in passato.
Tableau è stata recentemente acquisita da Salesforce, la società di software di San Francisco guidata da Marc Benioff.
A volte chiamato "CEO attivista", Benioff ha messo le sue risorse dietro una vasta gamma di questioni, dai diritti LGBTQ ai senzatetto.
I dipendenti di Tableau hanno citato più volte i commenti di Benioff sull'attivismo e l'impegno civico durante la manifestazione martedì.
Benioff affronta questa nuova ondata di attivismo dei dipendenti e la responsabilità delle aziende nel suo nuovo libro "Trailblazers".
"I dipendenti che si sentono in grado di esprimere le loro opinioni su questioni difficili non sono solo dipendenti migliori, ma persone più soddisfatte", ha scritto Benioff.
"E quando noi leader diciamo le cause in cui crediamo, ispiriamo i dipendenti a fare lo stesso." Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata per chiarire che più di 200 dipendenti hanno partecipato alla manifestazione.

Commenti

commenti