Come la nuova iniziativa abitativa di Apple da $ 2,5 miliardi si accumula rispetto a Microsoft, Amazon e altri giganti della tecnologia

Per anni, le società tecnologiche in rapida crescita hanno suscitato critiche per le crisi abitative che si sono gonfiate a Seattle e nella Bay Area di San Francisco, accanto alle industrie tecnologiche in forte espansione.
Le grandi aziende tecnologiche stanno rispondendo con iniziative filantropiche progettate per frenare i prezzi delle case in fuga e la crescita dei senzatetto.
Oggi, Apple ha eclissato i suoi colleghi annunciando un impegno di $ 2,5 miliardi per alleviare la crisi immobiliare della California.
L'annuncio di Apple segue gli impegni simili di altri giganti della tecnologia che hanno avuto un impatto fuori misura sulle città della West Coast che chiamano casa.
Microsoft è stata la prima mossa, lanciando un fondo da $ 500 milioni a gennaio.
Nei mesi seguenti, Facebook e Google hanno lanciato programmi abitativi propri, ciascuno del valore di circa $ 1 miliardo.
Le iniziative abitative hanno assegnato a quattro delle cinque società tecnologiche più preziose al mondo un nuovo ruolo.
Stanno diventando finanziatori dell'edilizia abitativa a prezzi accessibili e partner governativi su una delle maggiori sfide che queste regioni devono affrontare.
L'annuncio di Apple rende anche Amazon un outlier nel suo approccio alla crisi immobiliare che ha confuso la sua città natale, Seattle, per anni.
È troppo presto per misurare l'impatto che il denaro di Big Tech avrà sugli alloggi, ma già l'industria sta sollevando seri interrogativi su chi dovrebbe assumersi la responsabilità in città che stanno diventando troppo costose per molti residenti.
Come l'impegno per l'edilizia abitativa di Microsoft, l'iniziativa da $ 2,5 miliardi di Apple sarà suddivisa in più parti: Apple fornirà una linea di credito di $ 1 miliardo allo Stato della California e ad altri mutuatari non identificati per costruire alloggi a basso e medio reddito “più velocemente e ad un costo inferiore .
”In collaborazione con lo stato della California, Apple utilizzerà $ 1 miliardo per creare un fondo che fornisce agli acquirenti di case per la prima volta finanziamenti e assistenza per acconti.
Apple offrirà terreni di sua proprietà a San Jose, stimati in $ 300 milioni, per lo sviluppo di alloggi a prezzi accessibili.
Circa 200 milioni di dollari saranno destinati a abitazioni a basso reddito e "popolazioni vulnerabili" nella Bay Area, ma Apple non ha specificato in dettaglio quale forma prenderà il sostegno.
Apple sta collaborando con Housing Trust Silicon Valley e altri per lanciare un fondo immobiliare conveniente da 150 milioni di dollari, che offrirà "prestiti e sovvenzioni a lungo termine perdonabili".
Una società non profit della Silicon Valley chiamata Destination: Home riceverà $ 50 milioni da Apple a sostenere i suoi sforzi per porre fine ai senzatetto cronici.
Apple prevede che i fondi di investimento saranno pienamente utilizzati entro circa due anni.
La società investirà il capitale che ricava dai fondi iniziali in nuovi progetti abitativi nei prossimi cinque anni.
"Prima che il mondo conoscesse il nome Silicon Valley, e molto prima che avessimo portato la tecnologia in tasca, Apple ha chiamato questa regione casa e sentiamo una profonda responsabilità civica per garantire che rimanga un luogo vibrante dove le persone possono vivere, avere una famiglia e contribuire alla comunità ", ha dichiarato Tim Cook, CEO di Apple.
In un certo senso, l'iniziativa di Apple è una versione su larga scala del programma che Microsoft ha lanciato all'inizio di quest'anno.
Il colosso della tecnologia con sede a Redmond, nello stato di Washington, sta erogando 475 milioni di dollari in prestiti agli sviluppatori immobiliari a prezzi accessibili per tre anni e altri 25 milioni di dollari in sovvenzioni a organizzazioni non profit incentrate sui senzatetto.
Il fondo è il più grande impegno per una causa sociale nella storia di Microsoft.
L'altro gigante della tecnologia della regione di Seattle, Amazon, ha scelto di concentrarsi più strettamente su un pezzo del più grande rompicapo abitativo, mentre altre società avanzano con piani più completi.
Ecco come il CEO di Amazon Jeff Bezos ha inquadrato il problema in un'intervista del 2018 con Business Insider: quando vai a studiare i senzatetto, ci sono un sacco di cause di senzatetto.
I problemi di incapacità mentale sono un problema molto difficile da curare.
Le tossicodipendenze gravi sono problemi molto difficili da curare.
Ma c'è un altro secchio di senzatetto è questo senzatetto transitorio.
Che è, sai, una donna con figli, il padre scappa ed è stata l'unica persona che ha fornito alcun reddito.
Non hanno un sistema di supporto; non hanno famiglia.
È un senzatetto transitorio.
Puoi davvero aiutare quella persona e, a proposito, devi solo aiutarli per 6-9 mesi.
Li fai allenare.
Ottieni loro un lavoro.
Sono membri della società perfettamente produttivi.
Aiutare le famiglie di senzatetto a rimettersi in piedi è stato fondamentale per la filantropia di Amazon in questo settore.
Amazon sta aprendo un rifugio nella sua sede centrale per famiglie di senzatetto in collaborazione con la Mary's Place senza fini di lucro di Seattle all'inizio del 2020.
La società ha anche donato spazio per i ristoranti gestiti da FareStart, un'organizzazione no-profit per la formazione professionale.
Amazon stima che il valore collettivo dei suoi contributi a Mary's Place e Farestart – incluso l'affitto annuale – sia superiore a $ 130 milioni.
Nel 2018, Bezos ha lanciato un'iniziativa filantropica da $ 2 miliardi, con la metà dei fondi stanziati per organizzazioni non profit che aiutano le famiglie di senzatetto.
Amazon ha donato $ 5 milioni a un fondo immobiliare a prezzi accessibili gestito da Plymouth Housing a giugno, uno dei numerosi investimenti immobiliari su piccola scala che la società ha fatto negli ultimi anni.
Nonostante tali impegni, alcuni residenti di Seattle hanno percepito che Amazon non ha fatto abbastanza per mitigare la crisi abitativa della città, che è stata bollata come uno stato di emergenza dal 2015.
Una differenza chiave tra Amazon e molti dei suoi colleghi del settore tecnologico è la posizione .
Bezos ha scelto di piantare la sede di Amazon nel centro del nucleo urbano di Seattle, rendendolo un simbolo più visibile dei dolori crescenti con cui la città sta affrontando.
Anche i rapporti spesso tesi di Amazon con il governo di Seattle sono fattori.
Il Consiglio comunale di Seattle ha tentato di raccogliere fondi per alloggi a prezzi accessibili e servizi per i senzatetto attraverso una nuova tassa sulle grandi imprese l'anno scorso che un membro del consiglio ha marchiato la "Tassa Amazon".
Amazon ha minacciato di rallentare la sua crescita a Seattle e il Consiglio comunale ha abrogato bruscamente l'imposta un poche settimane dopo averlo superato.
Amazon ha investito oltre 1 milione di dollari nel tentativo di sciogliere il Consiglio comunale di Seattle in una grande elezione questa settimana.
"Apple sta facendo [2,5 miliardi di investimenti nelle abitazioni] ora in parte perché il Governatore Gavin Newsom (D) è il partner giusto".
Da @axios.
Penso che se Seattle avesse un consiglio comunale di cui @amazon si fidasse, farebbero lo stesso.
– Heather Redman (@heatherredman), 4 novembre 2019 “A differenza dei suoi giganti concorrenti tecnologici su Facebook e Google, Amazon non ha promesso $ 1b per costruire #housing nella sua città natale.
Amazon non ha nemmeno promesso $ 500 milioni come Microsoft ha fatto l'anno scorso.
Ciò che Amazon ha fatto è incanalare 1,5 milioni di dollari nelle elezioni di Seattle per il 2019.
”https://t.co/3SI747TAZ5 – Teresa Mosqueda (@TeresaCMosqueda) 25 ottobre 2019 L'industria tecnologica è sotto pressione per intensificare gli alloggi ma gli esperti avvertono lì sono rischi di diventare troppo dipendenti dalla filantropia privata per affrontare la crisi.
I dollari filantropici non hanno la stessa supervisione dei finanziamenti pubblici e possono prosciugarsi in una recessione.
"La filantropia è un grande passo, ma un alloggio economico è un grosso problema che necessita di una vasta gamma di soluzioni e non esiste un modello universale adatto a ciascuna comunità", ha affermato Skylar Olsen, direttore della ricerca economica di Zillow, all'inizio di quest'anno.
"Le politiche incentrate sulla creazione di più alloggi, in generale, sono utili, così come quelle incentrate sulla fornitura e sull'accesso a alloggi a prezzi accessibili." Nota dell'editore: questa storia è stata aggiornata per correggere la data di apertura prevista di Mary's Place di Amazon riparo.

Commenti

commenti