Amazon

Uno sguardo di prima mano al nuovo sistema robotico di magazzino "Sequoia" di Amazon

SUMNER, Washington — I robot possono rendere i magazzini più veloci e più sicuri? Questo è il Santo Graal della logistica moderna, ed è la promessa che Amazon sta facendo con “Sequoia”, presentato la scorsa settimana come parte di un evento mediatico di un giorno presso il banco di prova della robotica dell'azienda a sud di Seattle.
STORIA CORRELATA I nuovi robot stanno rendendo i magazzini di Amazon più efficienti: possono anche renderli più sicuri? Il nuovo sistema robotico, sviluppato fino a questo momento in segreto, è stato ora lanciato per essere testato in un magazzino Amazon a Houston.
La mossa arriva mentre Amazon deve affrontare un controllo crescente sulla sicurezza delle sue operazioni di magazzino e continua a spingere per ottenere tempi di consegna più rapidi.
Abbiamo potuto dare un'occhiata di prima mano e fare una visita guidata al nuovo sistema robotico con Rain Wang, un senior product manager di Amazon che guida il progetto Sequoia, durante un tour all'evento "Delivering the Future" di Amazon a Sumner.
Successivamente, ci siamo seduti per discutere i dettagli con Scott Dresser, vicepresidente di Amazon Robotics.
"Quando si pensa a un centro logistico nella rete Amazon, si tratta della nostra visione di come sarà lo storage in futuro", ha affermato Dresser.
Guarda il video qui sotto e continua a leggere per i dettagli.
Le basi: Sequoia è un sistema di stoccaggio containerizzato che presenta le borse ai dipendenti nelle loro zone di potere ergonomiche, tra metà coscia e metà petto, con un angolo che rende più facile per loro raggiungere l'interno per afferrare gli oggetti.
È un'alternativa alle alte capsule in tessuto che richiedono ai dipendenti di allungarsi sopra la testa o chinarsi.
Le borse vengono consegnate da strutture di stoccaggio, trasportate da piattaforme robotiche mobili autonome e inserite in una postazione di lavoro dei dipendenti utilizzando un sistema a portale (la struttura blu dietro la gabbia nel video sopra).
Le borse si spostano attraverso il sistema senza che i dipendenti debbano sollevarle o spingerle lungo il percorso.
Dati sulla velocità: Sequoia è in grado di identificare e archiviare l'inventario fino al 75% più velocemente rispetto all'attuale sistema di Amazon, il che consente all'azienda di elencare gli articoli più velocemente, ha affermato Wang durante la demo.
Ciò consente di evadere gli ordini fino al 25% più velocemente, oltre alla possibilità di stimare i tempi di consegna in modo più accurato.
Ciò significa che i clienti potranno ordinare i prodotti più tardi nel corso della giornata e ricevere comunque la consegna lo stesso giorno o il giorno successivo.
Numeri di sicurezza: nel complesso, Amazon afferma che i tassi di incidenti registrabili sono stati inferiori del 15% nei siti di Amazon Robotics rispetto ai siti non robotici nel 2022, e Wang ha affermato che Sequoia “continuerà in modo significativo questa tendenza”.
Tuttavia, Amazon non ha ancora divulgato dati specifici sull'impatto di Sequoia sui tassi di infortuni, ha affermato Dresser in un'intervista.
"Abbiamo condotto alcuni studi ergonomici e abbiamo alcune idee su dove stiamo andando, ma non siamo ancora pronti a condividerle", ha affermato, spiegando che i dati del lancio di Houston forniranno ulteriori prove interne da valutare .
Sequoia e Sparrow: Sequoia funziona insieme a Sparrow, il primo braccio robotico di Amazon in grado di raccogliere singoli oggetti di diverse forme e dimensioni, una sfida più difficile che raccogliere scatole e buste.
Abbiamo visto per la prima volta Sparrow durante una visita al centro logistico di Amazon a San Marcos, in Texas, quest'estate.
Il braccio robotico viene ora utilizzato a Houston per consolidare i prodotti di più contenitori in un unico contenitore.
Il consolidamento da parte di Sparrow svolgerà un ruolo chiave nel rendere il sistema Sequoia più efficiente, garantendo che i prodotti siano imballati nel minor numero possibile di contenitori e riducendo al minimo lo spazio totale richiesto nel magazzino.
"Consideriamo Sparrow come una componente del sistema Sequoia complessivo", ha affermato Dresser.
Il rumore: ascoltando il video di Sequoia qui sopra, sentirai molto rumore.
Rispondendo alla domanda di un giornalista, Wang ha riconosciuto il problema e ha affermato che l'azienda sta lavorando attivamente per ridurre il rumore implementando cinghie di qualità superiore nel sistema a portale con livelli di vibrazione inferiori.
E il nome? Un certo numero di precedenti robot di magazzino di Amazon utilizzavano nomi di uccelli, tra cui Sparrow, Cardinal e Robin (che è l'abbreviazione di induzione robotica).
Quindi ci siamo chiesti, con l’introduzione di Sequoia, tutti i futuri robot prenderanno il nome dagli alberi? In realtà, non è proprio così che funziona, ha spiegato Dresser.
I nomi differiscono a seconda del tipo di robot e del team che lo sviluppa.
Sequoia è realizzata dal team di robotica di stoccaggio containerizzato, che utilizza gli alberi per i nomi.
Ad esempio, uno dei primi prototipi si chiamava “Redwood”, ha detto Dresser.
Per farla breve, Amazon non ha finito di rilasciare robot che prendono il nome dagli uccelli.
"Abbiamo molti uccelli", ha detto Dresser ridendo.
"Altri uccelli in arrivo."

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d