Civic

OneBusAway ha bisogno di un "afflusso di denaro" per assumere uno sviluppatore dedicato e mantenere in funzione la popolare app di trasporto pubblico

OneBusAway, l'amata app che fornisce informazioni in tempo reale agli utenti dei trasporti pubblici, ha bisogno di aiuto per mantenere puntuali i dati di autobus e treni.
In un post della scorsa settimana sul Seattle Transit Blog, il co-creatore dell'OBA Kari Watkins ha scritto che la Open Transit Software Foundation senza scopo di lucro, creata per mantenere il progetto, ha bisogno di "un afflusso di denaro".
"Sta diventando sempre più difficile esistere come organizzazione di soli volontari e sentiamo il bisogno di assumere finalmente uno sviluppatore dedicato che lavori per noi sul progetto per mantenere aggiornate le app mentre cerchiamo di aumentare la nostra portata, "Watkins ha scritto.
OneBusAway è stato avviato dagli allora dottorandi dell'Università di Washington Watkins e Brian Ferris nel 2008.
Il progetto di codice open source è cresciuto ben oltre la regione di Seattle ed è utilizzato dalle agenzie di trasporto pubblico di New York, Washington, DC, San Diego e Spokane.
, Washington, Buenos Aires, Australia, Finlandia e altro ancora.
Nella regione di Seattle, dove OBA è supportata dall'agenzia di trasporto pubblico Sound Transit, più di 100.000 passeggeri al giorno si affidano all'app da Everett a Tacoma.
Watkins è ora professore associato di ingegneria civile e ambientale presso l'Università della California, Davis, specializzato in pianificazione e comportamento dei trasporti pubblici.
Ferris è entrato in Google nel 2011, dove lavora sulle tecnologie dei trasporti e della mobilità urbana per Google Maps.
In un articolo di UW Magazine del mese scorso, Ferris si è definito “un nerd dei trasporti pubblici nell'animo” e ha detto che OneBusAway è stata “una delle cose di maggior impatto” su cui avesse mai lavorato.
Ferris e Watkins attribuiscono ad Alan Borning, ora professore emerito presso la Paul G.
Allen School of Computer Science & Engineering, il loro mentore di lunga data.
Borning ha contribuito a creare la Open Transit Software Foundation.
Una pagina di donazioni sul sito web di OTSF afferma che le spese di organizzazione in corso includono siti Web, nomi di dominio, noleggio di attrezzature per la riunione annuale e altro ancora.
L'organizzazione no-profit aggiunge che denaro aggiuntivo aiuterebbe con nuove assunzioni e "un lungo elenco di miglioramenti" che vorrebbero apportare ad app e sistemi.
Nel suo post, Watkins ha affermato che l’organizzazione no-profit “scarsamente finanziata” “esiste principalmente sulla base del sangue, del sudore e delle lacrime di alcuni volontari dedicati nel nostro consiglio”.
Uno di questi volontari è Aaron Brethorst, il direttore dell'esperienza utente con sede a Seattle presso la società di tecnologia sanitaria Health Catalyst, che ricopre il ruolo di presidente del consiglio di amministrazione dell'OTSF.
"Francamente, abbiamo bisogno di aiuto a tutti i livelli", ha detto Brethorst a GeekWire.
"È necessario essere in grado di mantenere le app in funzione e anche assicurarsi che le funzionalità che offrono rimangano competitive con progetti closed source e altamente finanziati come l'app Transit, ad esempio." Secondo Crunchbase, ad oggi Transit ha raccolto più di 25 milioni di dollari.
Brethorst ha affermato che OneBusAway vuole aggiungere funzionalità mancanti sul lato iOS, come un pianificatore di viaggio "che le persone chiedono a gran voce da anni".
Per quanto riguarda Android, Brethorst ha affermato che con l'aiuto di uno sviluppatore di software volontario hanno finalmente aggiunto il supporto della modalità oscura.
"È ridicolo che essenzialmente ci ritroviamo a sperare che le persone ci dedichino un po' del loro tempo libero per fornire funzionalità e correzioni di bug che sono fondamentali per diverse centinaia di migliaia di passeggeri dei trasporti pubblici", ha affermato.
Nel suo post, Watkins ha affermato che chiunque abbia idee di finanziamento dovrebbe contattare info@onebusaway.org.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d