Xiaomi sta lavorando su due telefoni Android One con scanner di impronte digitali in-display

Sebbene gli smartphone Xmiomi Redmi Note offrano agli utenti un valore incredibile, il loro software MIUI non è la tazza di tè di tutti. Mentre MIUI è sicuramente migliorato nel corso degli anni, molti utenti preferiscono ancora l'esperienza Android stock come dimostrato dalla popolarità delle ROM personalizzate basate su AOSP sui nostri forum. Fortunatamente, Xiaomi vende alcuni smartphone di fascia media con build near stock di Android. Gli smartphone Xiaomi Mi A fanno parte del programma Android One e quindi il loro software è un'interfaccia utente Android da vicino con l'aggiunta di un'app per fotocamera personalizzata. Sono passati quasi 9 mesi dal lancio di Mi A2 e Mi A2 Lite, quindi ci aspettiamo di vedere Xiaomi svelare i nuovi smartphone Android One nei prossimi mesi. Oggi abbiamo alcune informazioni da condividere su quali potrebbero essere i prossimi due dispositivi Android One. La Junior Member di XDA franztesca ha scoperto che Xiaomi ha avviato l'hardware testando tre nuovi dispositivi, due dei quali sono probabilmente dispositivi Android One. Abbiamo confermato questi risultati nella nostra analisi. I tre smartphone sono in codice "pyxis", "bamboo_sprout" e "cosmos_sprout". "Bamboo_sprout" e "cosmos_sprout" sono probabilmente smartphone Android One con il suffisso _sprout nei loro nomi in codice. Se guardi l'elenco dei dispositivi Android certificati Google Play, scoprirai che ogni smartphone nel programma Android One ha "spunto" nel nome in codice. Sebbene non sia uno smartphone Android One, "pyxis" è probabilmente la variante cinese di bamboo_sprout o cosmos_sprout. Xiaomi Mi 5X è la variante cinese del Mi A1, mentre Xiaomi Mi 6X è la variante cinese del Mi A2. Quindi, sto speculando che "pyxis" potrebbe essere il successore del Mi 6X. Tutti e tre gli smartphone vengono testati con "fod" o impronte digitali sul display. Questo è il termine che i fornitori usano per scanner di impronte digitali in-display, quindi ci aspettiamo che tutti e tre i dispositivi abbiano questa tecnologia. Sebbene l'uso di un potente chipset come Qualcomm Snapdragon 855 non sia necessario per un dispositivo che supporti un sensore di impronte digitali a ultrasuoni sotto il display, dubitiamo che questi tre dispositivi abbiano comunque un sensore a ultrasuoni in quanto tali sensori richiedono costosi display OLED flessibili. Pertanto, questi tre smartphone avranno probabilmente sensori di impronte digitali sotto il display come la maggior parte degli smartphone Android con la tecnologia. Questi tre smartphone avranno probabilmente fotocamere frontali da 32 MP come Vivo V15 Pro, ma con supporto per il binning 4 in 1. Riteniamo che questo sia il caso in cui Xiaomi sta testando l'output di immagini a una risoluzione di 32 MP (6560 x 4928) per la fotocamera frontale con Remosic abilitato. Non sappiamo se questi dispositivi avranno altre fotocamere frontali, né abbiamo alcuna informazione da condividere sulle loro telecamere posteriori. Anche se non sappiamo quali chipset avranno questi smartphone, siamo certi che nessuno di questi dispositivi Xiaomi sia uno smartphone di punta. In effetti, possiamo escludere tutti e tre dall'avere Qualcomm Snapdragon 855 poiché abbiamo già determinato i nomi in codice delle ammiraglie di Xiaomi rimanenti con il chipset. Invece, ci aspettiamo che questi tre dispositivi siano prodotti di fascia media, quindi probabilmente avranno chipset Snapdragon di fascia media. Non siamo sicuri se questi smartphone Android One saranno alimentati dal nuovo migliore amico di Xiaomi, lo Snapdragon 636/660, o qualcosa di più potente come Snapdragon 675 o Snapdragon 710. C'è anche la possibilità che questi smartphone abbiano chipset diversi, come come il Mi A2 è arrivato con Snapdragon 660 mentre il Mi A2 Lite è arrivato con Snapdragon 625 (il vecchio migliore amico di Xiaomi.) Dato che il Mi A2 è stato spedito con Snapdragon 660, ci aspettiamo che il suo successore abbia almeno lo Snapdragon 675, anche se . Non conosciamo i nomi di marketing, i prezzi o la disponibilità di questi tre smartphone. La verifica hardware dei nuovi dispositivi inizia settimane prima che i dispositivi vengano visualizzati nelle mani dei tester e mesi prima che i materiali di marketing vengano diffusi ai rivenditori online. Pertanto, probabilmente non vedremo rendering dettagliati o schede specifiche di questi tre smartphone per un po 'di tempo. In precedenza abbiamo individuato un dispositivo Xiaomi con il nome in codice "orchid_sprout" che ritenevamo fosse uno smartphone Android One. Purtroppo, Xiaomi ha lasciato cadere il suffisso "sprout" nel nome in codice del dispositivo in tutti i riferimenti che possiamo trovare, quindi è possibile che l'azienda abbia deciso che non rilascerà una variante Android One del prossimo smartphone "orchid". È anche possibile che l'azienda abbia abbandonato lo sviluppo di "orchid", ma non conosciamo il suo attuale stato di sviluppo, quindi non possiamo dirlo con certezza. Se impariamo di più su "pyxis", "bamboo_sprout", "cosmos_sprout" o "orchid", ti faremo sapere a tutti. Grazie a PNF Software per averci fornito una licenza per utilizzare JEB Decompiler, uno strumento di reverse engineering di livello professionale per applicazioni Android. Il post Xiaomi sta lavorando su due telefoni Android One con scanner di impronte digitali in-display apparso prima su xda-developers.

Commenti

commenti