Tech

Qualche startup di Seattle verrà quotata in borsa quest'anno? Gli analisti vedono un clima migliore per le IPO tecnologiche

L'industria tecnologica di Seattle è in una fase di siccità IPO.
Negli ultimi due anni, secondo il tracker M&A di GeekWire, nessuna azienda tecnologica della regione è stata quotata in borsa tramite la tradizionale offerta pubblica iniziale, in un contesto di rallentamento del mercato più ampio.
Il 2024 sarà diverso? C’è un cauto ottimismo sul fatto che un ambiente macroeconomico stabilizzato potrebbe portare quest’anno un maggior numero di aziende fuori dai margini e verso i mercati pubblici.
Ciò rappresenterebbe un sollievo per gli investitori startup, i dirigenti e i dipendenti di lunga data, riaprendo un percorso chiave per sbloccare valore da anni di lavoro.
"Ci sentiamo meglio in questo momento che in qualsiasi altro momento degli ultimi due anni", ha affermato Rachel Gerring, leader dell'IPO per EY.
"Stiamo andando nella giusta direzione." Secondo EY, 128 società sono state quotate in borsa negli Stati Uniti lo scorso anno, un leggero aumento rispetto alle 90 del 2022, ma ben lontane dalle 416 del 2021.
Il recente rialzo del mercato azionario, sostenuto dai giganti della tecnologia, potrebbe portare a più IPO nel 2024.
“Se lo slancio rialzista persistesse, il miglioramento dei multipli nel mercato pubblico costituirebbe una spinta per le aziende che intendono quotarsi in borsa”, ha affermato Kaidi Gao, analista di venture capital per PitchBook.
Ma le valutazioni in difficoltà e i “giri al ribasso”, guidati in parte dal rallentamento del capitale di rischio, potrebbero indurre alcune aziende a sospendere o ritardare i piani di IPO.
"Le aziende che vogliono concludere un accordo dovranno stabilire aspettative di prezzo realistiche", ha affermato Gerring di EY.
“Questo sarà un fattore chiave che determinerà chi arriverà sul mercato e quando”.
E la realtà è che quotarsi in borsa non è più un’opzione praticabile per molte startup di successo.
Invece, stanno solo cercando di sopravvivere.
Diverse start-up tecnologiche di Seattle che hanno raggiunto lo status di unicorno durante la pandemia hanno subito numerosi licenziamenti nell’ultimo anno poiché gli investitori chiedevano redditività piuttosto che una mentalità di crescita a tutti i costi.
Alcune aziende hanno addirittura chiuso i battenti.
Altri, che lottano per raccogliere più capitali, sono costretti a cercare accordi di acquisizione.
“Alla luce dei vincoli di liquidità in corso, alcune società private sono state sotto la pressione delle parti interessate che richiedono liquidità a breve termine”, ha affermato Gao.
“Questa pressione interna da parte degli investitori avrà un peso man mano che le aziende esplorano diverse opzioni di uscita, il che significa che alcune potrebbero essere più aperte a considerare le acquisizioni come una via alternativa”.
Ci sono state sette IPO nello stato di Washington nel 2021 durante il boom tecnologico guidato dalla pandemia, tra cui la società di rimesse digitali Remitly e l’azienda biotecnologica Sana.
STORIA CORRELATA Nessun nuovo unicorno a Seattle: il traguardo di una startup da un miliardo di dollari è più difficile da raggiungere in questi giorni Una manciata di aziende di Washington si è quotata in borsa negli ultimi anni tramite una società di acquisizione per scopi speciali (SPAC), un’alternativa all’IPO che ha guadagnato popolarità durante la pandemia .
Ma molti – tra cui Leafly, Nautilus Biotechnology e Porch – hanno visto le azioni crollare rapidamente dopo il loro debutto pubblico.
Un’eccezione è il colosso del pet-sitting Rover, che ha concluso un accordo con la SPAC nel 2021 e ha annunciato un’acquisizione da 2,3 miliardi di dollari da parte di Blackstone a novembre.
Startup come Reddit, OpenAI, Discord e Stripe sono tra quelle che si dice stiano prendendo in considerazione le IPO quest'anno.
"Le aziende tecnologiche che sono nella posizione migliore per quotarsi in borsa hanno modelli di business solidi, prodotti o servizi ricercati e un chiaro percorso verso la redditività nel breve termine, se non hanno ancora raggiunto il pareggio del flusso di cassa", ha affermato Gao di PitchBook.
PitchBook l'anno scorso ha rilasciato uno strumento chiamato VC Exit Predictor che analizza le possibilità di uscita di successo per una determinata startup, in base ai cicli di finanziamento, agli investitori e ad altre informazioni.
Abbiamo chiesto a PitchBook un elenco delle aziende tecnologiche dell'area di Seattle che hanno maggiori probabilità di quotarsi in borsa.
Continua a leggere per vedere le prime 10 aziende, classificate in ordine di probabilità di IPO, con ulteriori informazioni di base su ciascuna azienda.
Sensibilizzazione La startup di automazione delle vendite ha recentemente conquistato il primo posto su GeekWire 200, la nostra classifica trimestrale delle migliori startup tecnologiche private a Seattle e nel resto del Pacifico nordoccidentale.
Fondata nel 2011, Outreach ha superato una valutazione di 1 miliardo di dollari nel 2019 e ha raccolto due ulteriori cicli di raccolta fondi nel 2020 e nel 2021.
Ma la società ha subito numerosi licenziamenti negli ultimi due anni.
Tanium La quattordicenne società di sicurezza informatica, che ha trasferito la sua sede da San Francisco a Seattle nel 2020, è stata valutata più di 9 miliardi di dollari quell’anno.
Ma alla fine dello scorso anno, la sua valutazione era di circa 4 miliardi di dollari, secondo i dati di Hiive, un mercato che consente agli investitori di acquistare e vendere azioni di società tecnologiche private.
Tanium ha rilasciato un nuovo servizio AI a novembre.
Rad Power Bikes Il colosso delle e-bike era valutato 1,6 miliardi di dollari nell'ottobre 2021, secondo PitchBook, ma recentemente ha lottato con licenziamenti e chiusure di negozi.
Quest'anno ha ridotto i prezzi sulle sue e-bike.
L'azienda fondata 9 anni fa è classificata al 18° posto nella classifica GeekWire 200.
TerraPower Fondata nel 2006, la società di energia nucleare sostenuta da Bill Gates ha raccolto 750 milioni di dollari nel 2022, uno dei più grandi round nella storia della tecnologia di Seattle.
TerraPower sta progettando di costruire un attesissimo impianto nucleare nel Wyoming.
TwinStrand Biosciences L'azienda biotecnologica di Seattle sviluppa tecnologie sia per il sequenziamento che per l'analisi dei geni.
Ha lanciato i suoi primi prodotti commerciali nel 2020 e ha raccolto un round di serie B da 50 milioni di dollari un anno dopo.
L'azienda fondata 9 anni fa ha recentemente vinto una causa sui brevetti.
Highspot La società di software di coinvolgimento delle vendite ha raccolto 248 milioni di dollari con una valutazione di 3,5 miliardi di dollari nel 2022.
I dati di Hiive hanno mostrato che la valutazione di Highspot è scesa sotto 1 miliardo di dollari a novembre.
Highspot ha subito due licenziamenti l'anno scorso.
L'azienda, classificata al sesto posto su GeekWire 200, ha rilasciato una nuova funzionalità copilota in ottobre.
Qumulo Il fornitore di servizi di archiviazione dati, fondato nel 2012, ha raccolto un round di serie E da 125 milioni di dollari per una valutazione di 1,2 miliardi di dollari nel 2020.
Ha licenziato il personale nel 2022 e, secondo quanto riferito, anche l'anno scorso.
L'azienda, classificata al 7° posto nella classifica GeekWire 200, ha lanciato una nuova versione della sua piattaforma Azure Native Qumulo a novembre.
Viome Life Sciences La società di test del microbioma intestinale, classificata al 55° posto su GeekWire 200, ha chiuso un round di serie C da 86,5 milioni di dollari lo scorso anno e ha acquisito una startup di benessere digitale a novembre.
Shape Therapeutics L’azienda biotecnologica, che sta sviluppando tecnologie di editing dell’RNA e di terapia genica, ha raccolto 112 milioni di dollari nel 2021 come parte di un round di serie B.
Shape, fondata nel 2018, ha recentemente siglato accordi con Roche e Otsuka.
OfferUp Il gigante del mercato tredicenne per acquirenti e venditori locali, classificato al terzo posto su GeekWire 200, ha raccolto 120 milioni di dollari nel marzo 2020 e ha acquisito la rivale Letgo.
Ha anche subito licenziamenti, tagliando il 19% del suo personale nel 2022.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d