Microsoft semplifica la creazione di app per Windows 11 su ARM

Microsoft ha appena rilasciato la prima build di Windows 11 agli Insider nel canale Dev e include un megaton di nuove funzionalità.
Ma quello che puoi vedere nella build da solo non è tutto.
Microsoft ha anche annunciato che sta rendendo più facile per gli sviluppatori realizzare app più veloci per Windows 11 su ARM.
Microsoft lo chiama ARM64EC e EC sta per "Compatibile con l'emulazione".
È un modo per gli sviluppatori di trasferire più facilmente le loro app x64 su ARM senza dover ricompilare l'intera app.
Per accompagnarlo, c'è una nuova versione a 64 bit di Office per Windows 11 su ARM.
Come dice Microsoft, ARM64EC è un'interfaccia binaria dell'applicazione (ABI) per Windows 11 su ARM ed è interoperabile con x64.
Ciò significa che gli sviluppatori possono creare un'app che utilizza ARM64EC per alcuni processi o moduli e x64 per altri.
Il codice ARM64EC viene eseguito in modo nativo su ARM, mentre i componenti x64 utilizzano il livello di emulazione, anch'esso nuovo in Windows 11.
Tuttavia, gli sviluppatori possono utilizzare ARM64EC da solo per le loro app.
Ciò significa che gli sviluppatori possono gradualmente trasferire le loro app in modo che siano completamente native sui dispositivi ARM, piuttosto che dover convertire tutto in una volta.
Sfruttando ARM64EC, i componenti x64 possono ancora essere utilizzati dove ha più senso, ad esempio se una funzionalità specifica non richiede prestazioni native o non viene utilizzata così spesso.
Ogni modulo e processo può quindi essere trasferito ad ARM64EC come lo sviluppatore ritiene opportuno.
Office a 64 bit per Windows 11 su ARM Per dimostrare il valore del nuovo ABI, Microsoft ha annunciato oggi anche la disponibilità delle versioni a 64 bit di Office per Windows 11 su ARM.
Le app principali di Office, tra cui Word, Excel, PowerPoint, OneNote e Outlook, sono ora tutte disponibili come app ARM64EC.
Queste sono app complesse con tonnellate di moduli, quindi non tutte sono state convertite nell'architettura ARM nativa.
Ma con questo nuovo strumento, parte del codice può ora essere eseguito in modo nativo, quindi tutti questi moduli sono ora disponibili per la prima volta sui PC ARM.
Inoltre, Microsoft afferma che non sentirai alcuna differenza di prestazioni dall'esecuzione delle app su un PC basato su Intel o AMD.
Sarai in grado di dire quali app sono basate su ARM64EC guardando la scheda Architettura in Task Manager.
Queste app verranno etichettate come ARM64 (compatibile x64).
Altre verranno semplicemente etichettate come app x64 e verranno eseguite in modalità di emulazione x64.
Per provarlo, dovrai eseguire la nuova build di Windows 11 Insider Preview e avere anche un PC basato su ARM.
Quindi dovrai disinstallare la versione a 32 bit di Office, se ce l'hai, prima di scaricare l'ultima versione disponibile da Office.com.
Una volta installato, devi entrare nel menu Account e registrarti al canale Beta del programma Office Insider.
Dopo l'aggiornamento all'ultima build di Insider, dovresti avere queste funzionalità abilitate.
Esistono alcune limitazioni con questa versione iniziale, ad esempio l'integrazione di Teams con Outlook non è stata ancora completata.
Potresti anche scoprire che alcune ricerche non funzionano in app come Outlook e OneNote.
Puoi aspettarti che queste cose vengano risolte quando Windows 11 verrà rilasciato entro la fine dell'anno.
Per allora dovrebbero esserci anche altre app che trarranno vantaggio da questo nuovo strumento.
Il post Microsoft che semplifica la creazione di app per Windows 11 su ARM è apparso per primo su xda-developers.

Commenti

commenti