Le entrate di Zulily sprofondano del 13% poiché Qurate, il genitore di QVC, mira a stabilizzare l'attività del rivenditore online

Gli affari di Zulily sono in declino.
Il rivenditore online con sede a Seattle ha visto un calo del 13 percento dei ricavi a $ 363 milioni nel secondo trimestre, il calo più grande da un anno all'altro da quando la società è stata acquisita dal genitore Qurate Qurate nel 2015.
Anche la base clienti attiva di Zulily è diminuita del 3 percento anno- anno su 6,2 milioni ed è diminuito per due trimestri consecutivi.
Il suo reddito operativo trimestrale prima dell'ammortamento (OIBDA) è sceso da $ 29 milioni dell'anno scorso a $ 7 milioni.
Le lotte arrivano mentre Zulily riduce il suo bastone.
La scorsa settimana GeekWire ha riferito che la società ha fatto un numero sconosciuto di licenziamenti come parte di una ristrutturazione.
Mercoledì Qurate ha registrato i guadagni del secondo trimestre, registrando un calo totale delle entrate del 4% a $ 3,1 miliardi.
Il CEO di Qurate Mike George ha affermato che i guadagni dell'azienda sono stati "parzialmente compensati dal deterioramento di Zulily".
"In futuro, restiamo concentrati sulla costruzione dei punti di forza collettivi di QVC e HSN, realizzando sinergie e stabilizzando Zulily", ha dichiarato in una nota.
Ecco di più dal rapporto sugli utili di Zulily: “I ricavi di Zulily sono diminuiti a causa del volume unitario inferiore guidato da una diminuzione di nuovi clienti e da una minore frequenza di acquisto da parte dei clienti esistenti, nonché da un minore ASP.
Le categorie di prodotti che hanno portato al calo delle vendite sono state abbigliamento (bambini e donne), casa e calzature.
I risultati di Zulily sono stati influenzati dalla spesa di acquisizione dei clienti meno efficiente su alcuni canali di marketing digitale e dall'impatto della riscossione dell'imposta sulle vendite in altri stati rispetto all'anno precedente.
La perdita operativa è migliorata a causa di una riduzione dell'ammortamento contabile degli acquisti.
L'OIBDA rettificato è diminuito principalmente a causa delle minori vendite, delle maggiori spese della catena di approvvigionamento e dei costi fissi associati all'aumento dell'organico legato alla tecnologia.
"In una nota inviata ai dipendenti la scorsa settimana e ottenuta da GeekWire, il CEO di Zulily Jeff Yurcisin ha dichiarato che la società era" un fattore critico punto di inflessione "che ha richiesto cambiamenti al business.
Yurcisin ha indicato che i licenziamenti hanno colpito i team di merchandising e di studio e che il rivenditore avrebbe aumentato gli investimenti in tecnologia ed esperienza dell'utente.
Yurcisin, ex dirigente di Amazon e CEO di Shopbop, ha assunto la carica di CEO lo scorso anno dopo che il co-fondatore Darrell Cavens si è dimesso ufficialmente dal ruolo.
Il rivenditore sta lavorando al rebranding delle sue offerte di e-commerce, che storicamente erano incentrate sulle offerte giornaliere per le mamme con bambini piccoli.
A gennaio, la società ha siglato un accordo di sponsorizzazione della maglia con la Sounders FC, una squadra di calcio professionistica maschile di Seattle.
Prima dei licenziamenti, a gennaio Zulily impiegava 3.500 persone in tutto il mondo.
Oltre a Seattle e Columbus, Zulily ha anche uffici a Reno, Nev, Betlemme, Pennsylvania, e Shenzhen, Cina.

Commenti

commenti