Software per l'azienda agricola: Barn2Door raccoglie 3,4 milioni di dollari per aiutare gli agricoltori a connettersi direttamente con i clienti

Janelle Maiocco è stata in giro per l'agricoltura, in un modo o nell'altro, per gran parte della sua vita.
Suo nonno era un allevatore di latticini a Lynden, nello stato di Washington, a pochi chilometri a sud del confine canadese, ed è cresciuta in una comunità agricola "raccogliendo bacche e guidando trattori", come lo descrive.
Nella sua vita adulta, Maiocco è CEO di Barn2Door, una startup di Seattle che produce software di e-commerce per gli agricoltori.
La startup ha appena raccolto un investimento di 3,4 milioni di dollari per continuare a sviluppare la sua tecnologia che collega le aziende agricole ai clienti.
La startup di 4 anni ha clienti agricoli sparsi in 40 stati, con la sua maggiore concentrazione nel Midwest.
Maiocco, che è anche uno chef qualificato e ha lavorato in Europa, ha affermato che il suo background ha contribuito a sviluppare la passione per aumentare l'accesso a cibo sostenibile.
"Sono profondamente convinto di contribuire a migliorare l'accesso a cibi puliti e sostenibili prodotti localmente", ha affermato.
“In Barn2Door, miriamo a rendere più facile per gli agricoltori vendere i loro alimenti online, migliorando la convenienza per i loro clienti.
In questo modo, possiamo promuovere una migliore gestione del nostro pianeta e migliorare i margini e la redditività delle aziende agricole di proprietà familiare.
”Barn2Door è la seconda visione di Maiocco su una startup per agricoltori.
Barn2Door è stata fondata nel 2015, poco dopo Maiocco ha staccato la spina da Farmstr, un mercato di alimenti biologici che ha collegato i consumatori con gli agricoltori.
Farmstr aveva una portata molto più ampia: aggregazione di prodotti, acquisizione e commercializzazione ai clienti, gestione e evasione degli ordini alimentari.
Maiocco ha affermato che il modello era troppo costoso per essere redditizio.
Barn2Door adotta un approccio più ristretto, concentrandosi esclusivamente sulla creazione di software che aiuti gli agricoltori a connettersi e vendere ai clienti.
Gli agricoltori sono responsabili del resto del processo, incluso l'adempimento e la consegna degli ordini.
Maiocco ha confrontato Barn2Door con Mindbody, un fornitore di software per saloni e spa, e il produttore di software per ristoranti ChowNow.
Come Barn2Door, queste aziende adattano i loro prodotti al pubblico target per "semplificare le operazioni, abilitare i pagamenti e gestire i clienti", ha affermato Maiocco.
Correlati: Ascolta gli esperti di tecnologia alimentare sul pannello Future of Food al Summit GeekWire, 7-9 ottobre a Seattle L'industria della tecnologia si è rivolta al cibo negli ultimi anni poiché i nuovi dati hanno mostrato la quantità di risorse necessarie per alimentare rapidamente pianeta in crescita.
Il successo di aziende come Beyond Meat e Impossible Foods indica un appetito per un nuovo approccio.
Barn2Door non è l'unica startup di Seattle che cerca di facilitare la connessione con i clienti degli agricoltori.
Crowd Cow continua a guadagnare slancio e investimenti poiché utilizza la tecnologia per fornire carne allevata in modo sostenibile ai clienti negli Stati Uniti.
Maiocco ha riconosciuto l'investimento del settore tecnologico nel settore alimentare, ma ha sottolineato che Barn2Door si sta concentrando sulla sua missione specifica.
"C'è molta innovazione nel cibo in questo momento, catturando molta pubblicità", ha detto.
"Ci teniamo alla larga dalle tendenze e rimaniamo concentrati esclusivamente sul consentire agli agricoltori, con pratiche pulite e sostenibili, di servire meglio i loro clienti direttamente – il loro successo è il nostro successo".
Il round della Serie A è stato guidato da Lead Edge Capital, con la partecipazione di Capitale mondiale dei fondatori e altri investitori.
La startup di 25 persone ha ora raccolto oltre 4,5 milioni di dollari nel corso della sua vita, e i suoi sostenitori includono forti hit nella scena alimentare del nord-ovest del Pacifico, tra cui Sugar Mountain Capital, Fire & Vine Hospitality e Canlis Restaurant.
Correlati: La startup segreta di Seattle Picnic svela un robot per la pizza – ecco come eroga 300 torte / ora

Commenti

commenti