L'analisi dei resi all'avvio mostra Seattle come il "mercato dell'innovazione più trascurato" in Nord America

Gli investitori nelle fasi iniziali della ricerca di vantaggi strategici dovrebbero prestare attenzione a Seattle.
Questo è uno dei punti salienti di un'analisi dei rendimenti degli investimenti storici per i mercati in tutto il Nord America negli ultimi dieci anni.
Chris DeVore, managing partner della società di venture capital con sede a Seattle, Founders 'Co-op, ha scritto un post sul blog questa settimana che combinava due set di dati: uno stack di città startup basate su dollari effettivi restituiti da società basate su rispettive metropolitane e posizione geografica dei fondi nella fase iniziale inferiore a $ 100 milioni.
I dati risultanti, che potete vedere di seguito, “fanno luce su alcuni squilibri sorprendenti nell'allocazione relativa dei dollari LP in fase iniziale per mercato, in particolare se confrontati con i mercati che hanno effettivamente generato i maggiori rendimenti di cassa nel tempo ", Ha scritto DeVore nel suo post.
Grazie per i # aggiornati; ho appena rieseguito la mia analisi del mercato geografico per vedere cosa è cambiato.
#Seattle è ancora il più sottofinanziato, #Chicago ora ~ lega #NYC per sovra-finanziamento, #Denver è passato da sottofinanziato a sovra-finanziato, #SLC ora vicino all'equilibrio.
Dettagli qui: https://t.co/BxEHc9ujXQ https://t.co/x8cIgXCR4j pic.twitter.com/NOb4VLPfsI – Chris DeVore (@crashdev) 15 ottobre 2019 DeVore ha utilizzato il numero di aziende locali nella fase iniziale come un indicatore rispetto al conteggio dei dollari effettivi perché "la densità relativa dei fondi nella fase iniziale in una posizione specifica è il segnale più pulito possibile di appetito specifico per il mercato tra gli LP." Sono contento che entrambi abbiate chiesto;) Contesto completo in post + la tua recensione + feedback (https://t.co/FNK99KMGqa) ma contando $ skews nella fase avanzata, che generalmente non ha limiti geografici.
Il supporto per il primo controllo è locale, quindi contando piccoli fondi nel proxy geo più vicino per l'appetito geografico LP https://t.co/eEdtoXshfv – Chris DeVore (@crashdev) 15 ottobre 2019 Abbiamo incontrato DeVore martedì per saperne di più su i suoi asporto.
Ha detto che la "errata allocazione del capitale da parte della geografia continua a stupirmi", facendo riferimento a come i dati mostrano mercati sovra-finanziati rispetto alla performance storica.
"I gestori monetari istituzionali dovrebbero essere tra i più analitici e quantitativi alla ricerca di rendimento nei mercati dei capitali, ma questa analisi mostra che sono influenzati dalla vicinanza (la maggior parte della ricchezza è gestita da città del centro monetario come New York e Los Angeles) come la performance quando si tratta di selezionare i manager per i loro clienti ", ha affermato DeVore, che di recente si è dimesso dalle principali Techstars di Seattle per concentrarsi sulla Cooperativa dei Fondatori.
Ma forse ancora più importante, l'analisi funge da invito all'azione per gli investitori nelle prime fasi che desiderano utilizzare la geografia a proprio vantaggio.
DeVore pensa che dovrebbero guardare più da vicino al mercato di Seattle.
Ecco altro da DeVore, via e-mail: “Qui viene messa a nudo anche la disconnessione tra allocazione di capitale nella fase iniziale e in fase avanzata.
Come noto nel post, più in alto si alza la pila di capitali, più liberamente il flusso di denaro attraverso luoghi e confini.
È nelle prime fasi in cui la capitale locale conta davvero, ed è lì che il deficit di Seattle fa più danni.
Gli investitori fuori fase, fuori dalla regione, troveranno sempre le buone aziende qui a partire dalla Serie A e successive, ma non correranno il rischio di "primo controllo" necessario per sbloccare il potenziale imprenditoriale di tutto il fantastico talento che siamo stati in grado di attrarre verso la regione.
Questo è ciò che dobbiamo risolvere e, facendo luce sulla discrepanza tra rendimenti e capitale, spero di dare ad alcuni LP aggiuntivi in tutto il paese i fatti di cui hanno bisogno per guardare più da vicino al nostro mercato.
”Nel suo post , DeVore ha affermato che "tutti gli LP che vogliono approfondire il mercato dell'innovazione più trascurato del Nord America sono invitati a farci visita." Il mercato di Seattle è stato a lungo criticato per la sua mancanza di capitale di avvio locale, soprattutto nel contesto di quanto il talento è emigrato nell'area negli ultimi anni con la crescita del gigante tecnologico Amazon, città natale, e avamposti di ingegneria creati da Facebook, Google, Apple, Salesforce e altri.
Questo non è un nuovo fenomeno, ma è ancora una cosa importante per la gente di Seattle, soprattutto dato il massiccio boom che si sta verificando nel più grande ecosistema tecnologico della regione, uno che ha creato ricchezza senza precedenti.
"Il grande buco nell'ecosistema di startup di Seattle è in realtà l'accesso al capitale a livello di angelo per supportare le aziende mentre stanno andando avanti", ha detto a GeekWire il mese scorso Micah Baldwin, amministratore delegato del centro fondatore di Seattle Create33.
Ci sono molti nuovi fondi e studi di avvio come Flying Fish, Pioneer Square Labs, Unlock Venture Partners e altri che cercano di colmare questa lacuna a Seattle.
Le società dell'area di Seattle hanno raccolto $ 970 milioni attraverso 85 accordi nel terzo trimestre, secondo PitchBook.
È leggermente aumentato rispetto allo scorso anno ($ 936 milioni in 89 affari).
Ma è molto al di sotto dei $ 12,3 miliardi raccolti in 485 operazioni nella Bay Area lo scorso trimestre; $ 3,1 miliardi attraverso 258 operazioni nella regione di New York City; 2,6 miliardi di dollari attraverso 168 operazioni nell'area di Boston; e $ 1,5 miliardi attraverso 138 operazioni nell'area di Los Angeles.
PitchBook ha riferito che le società di investimento nell'area di Seattle hanno raccolto $ 498 milioni nel terzo trimestre attraverso sei fondi.
Ciò a confronto con $ 16,5 miliardi raccolti nella Silicon Valley; $ 4 miliardi a Boston; $ 2,7 miliardi a New York; e $ 1,2 miliardi a Los Angeles.

Commenti

commenti