Bigleaf Networks raccoglie $ 21 milioni per aiutare le piccole e medie imprese a rimanere in contatto con il cloud

Bigleaf Networks ha raccolto alcuni soldi importanti per aiutare le piccole e medie imprese a evitare i tempi di inattività e rimanere in contatto con i loro più importanti software e app basati su cloud.
La società, con sede a Portland, nel sobborgo di Beaverton, in Oregon, ha raccolto $ 21 milioni.
Il round della Serie B, guidato da Updata Partners con la partecipazione dell'Oregon Venture Fund, SeaChange Fund e altri investitori esistenti, porta la società di 40 persone a un totale di $ 28 milioni raccolti nella sua vita.
Bigleaf si definisce un "SD-WAN Cloud-first", il che significa che aiuta le aziende a connettersi a distanze geografiche significative, incluso il collegamento ai data center e il mantenimento online delle filiali su reti più grandi.
La maggior parte della tecnologia di rete si rivolge principalmente alle grandi aziende, afferma Bigleaf, tralasciando le aziende più piccole che dipendono da applicazioni aziendali basate su cloud ma non dispongono del budget IT per gestire connessioni complicate.
"Queste (piccole e medie imprese) e medie imprese stanno lottando per affrontare i loro problemi di connettività con le tradizionali tecnologie di rete", ha dichiarato Joel Mulkey, fondatore e CEO di Bigleaf Networks.
"Le altre soluzioni disponibili oggi sul mercato non sono efficaci per molte app SaaS e cloud, richiedono una gestione eccessiva e non sono abbastanza intelligenti da adattarsi al ritmo del cambiamento nelle aziende di oggi." Bigleaf ha modellato la sua tecnologia in modo naturale architettura di una foglia, disse la compagnia.
Allo stesso modo in cui i nutrienti viaggiano attraverso più vene di una foglia, Bigleaf incanala il traffico attraverso molte connessioni Internet di un'azienda per aumentare la ridondanza.
Bigleaf protegge il suo cliente medio da 3,5 ore di inattività e 23 ore di prestazioni inservibili al mese, ha affermato Mulkey.
Consente alle aziende di rimanere in contatto con importanti tecnologie, quali sistemi di punti vendita, cartelle cliniche elettroniche, Voice over IP, software di gestione delle relazioni con i clienti e altro ancora.
Oggi, Bigleaf ha più di 1.000 clienti.
La società è stata fondata nel 2012 da un gruppo di veterani della rete e delle telecomunicazioni.
Prima di Bigleaf, Mulkey ha lavorato per un fornitore di servizi Internet regionali e ha riscontrato problemi con le soluzioni tradizionali del settore per l'implementazione di più connessioni Internet in un unico servizio.
La lampadina si è davvero spenta quando ha cercato di fornire una connessione Internet di backup gratuita alla sua chiesa, ha detto Mulkey in un'intervista del 2015 con GeekWire.
"Il direttore IT della chiesa non lo voleva a causa della sua precedente brutta esperienza nel tentativo di implementare la ridondanza di Internet", ha ricordato Mulkey.
"Aveva assunto un consulente Cisco costoso, acquistato un router Cisco costoso, eppure il failover non ha funzionato.
Questa era purtroppo una storia comune nel settore: la ridondanza e l'ottimizzazione di Internet erano difficili, complesse e costose.
"

Commenti

commenti