Cray svilupperà un supercomputer 'El Capitan' da $ 600 milioni follemente veloce per simulazioni nucleari statunitensi

Il produttore di supercomputer con sede a Seattle Cray è stato scelto per sviluppare un nuovo sistema da $ 600 milioni per il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, in grado di condurre simulazioni 3D a velocità senza precedenti per valutare meglio e mantenere la capacità di armi nucleari del paese.
Il nuovo sistema, soprannominato "El Capitan", sarà un supercomputer "exascale", riferito a sistemi in grado di condurre almeno un quintilione (un miliardo di miliardi) di calcoli al secondo, a un livello ritenuto in grado di simulare il cervello umano.
El Capitan sarà effettivamente in grado di eseguire 1,5 quintilioni di calcoli al secondo, consentendo l'intelligenza artificiale e le capacità di modellazione avanzate, afferma Cray.
El Capitan sarà più di sette volte più veloce dell'attuale miglior supercomputer del mondo e più potente dei primi 100 sistemi più veloci del mondo messi insieme, ha dichiarato il CEO di Cray Peter Ungaro in un briefing telefonico con i giornalisti.
Funzionari governativi affermano che gli scienziati hanno bisogno di queste capacità informatiche per garantire che le armi statunitensi rimangano un deterrente in assenza di test nucleari sotterranei, che è stato sottoposto a una moratoria nazionale dal 1992.
Il nuovo sistema, che dovrebbe iniziare a funzionare ufficialmente nel 2023, consentirà "simulazioni e calcoli con risoluzioni difficili, dispendiose in termini di tempo o addirittura impossibili utilizzando i supercomputer all'avanguardia di oggi ", ha affermato Lisa Gordon-Hagerty, sottosegretario DOE per la sicurezza nucleare e amministratore della National Nuclear Security Administration.
"Fornirà agli scienziati e ai progettisti di armi gli strumenti computazionali per esplorare l'uso di nuovi materiali e componenti, migliorare la robustezza e la sicurezza, ridurre i costi di manutenzione e ridurre i costi di produzione e produzione." È un contratto gigantesco per Cray in un momento di grandi cambiamenti per la compagnia di Seattle.
Hewlett-Packard Enterprise sta acquisendo Cray per $ 1,3 miliardi in un accordo che dovrebbe concludersi alla fine del 2019 o all'inizio del 2020.
Sulla chiamata con i giornalisti, Ungaro di Cray ha affermato che il livello di sfida informatica affrontato dagli scienziati nucleari statunitensi è simile a quelle grandi aziende sono alle prese con.
"Il futuro riguarderà la fusione di carichi di lavoro come IoT, analisi, intelligenza artificiale, simulazione e modellazione, il tutto in un unico flusso di lavoro critico per l'azienda, operando su scala senza precedenti e persino in tempo reale, e spesso questa convergenza avverrà all'interno di una singola applicazione , "Ha dichiarato Ungaro, descrivendo queste funzionalità come chiave per i data center di prossima generazione.
"Tutto sta diventando più grande e più impegnativo".
El Capitan sarà creato per la National Nuclear Security Administration e il Lawrence Livermore National Laboratory, al servizio anche del Los Alamos National Laboratory e Sandia National Laboratories.
Il sistema funzionerà con la nuova architettura supercomputer Shasta di Cray.
In un annuncio separato, Cray ha dichiarato di aver ottenuto quasi $ 1,5 miliardi di contratti per i sistemi basati su Shasta.
Cray sta inoltre sviluppando altri due supercomputer exascale per il DOE, per Argonne National Laboratory e Oak Ridge National Laboratory.

Commenti

commenti