Civic

Rivian, Lucid e altri veicoli elettrici bloccati nel parcheggio a causa del tentativo fallito di modificare le leggi sulla vendita di auto a Washington

Se possiedi uno dei 3.853 Riviani registrati a Washington, è probabile che tu non abbia provato a guidare il veicolo elettrico nello stato.
Questo perché la legge impedisce a Rivian di vendere direttamente ai consumatori e l'azienda non collabora con concessionari in franchising.
E, almeno nel prossimo futuro, difficilmente la situazione cambierà.
L'ultimo tentativo di revisione della legge si è nuovamente bloccato nella capitale dello stato, affondato dall'opposizione dei concessionari di automobili.
Una coalizione di aziende di veicoli elettrici e gruppi ambientalisti stava spingendo per un aggiornamento che consentisse la vendita diretta a tutti i produttori di veicoli elettrici, un’indennità che i legislatori concessero esclusivamente a Tesla dieci anni fa.
La legge esiste per impedire ai produttori di competere con i concessionari in franchising.
Oregon, California, Idaho, Arizona, Nevada e la maggior parte degli altri stati occidentali consentono a tutti i produttori di veicoli elettrici di offrire vendite dirette.
Washington, Montana e New Mexico non lo fanno, lasciando che i consumatori acquistino i veicoli elettrici online e li facciano consegnare, o viaggino fuori dallo stato per effettuare l'acquisto.
L’espansione delle vendite dirette “potrebbe accelerare l’adozione dei veicoli elettrici, in particolare nel breve termine, che è qualcosa che dobbiamo fare per raggiungere i nostri obiettivi qui nello stato di Washington”, ha affermato Leah Missik, senior policy manager di Washington per l’organizzazione no-profit Climate Soluzioni.
Più di un anno fa, Washington si è unita alla California e ad altri nel richiedere che tutti i nuovi veicoli venduti nello stato abbiano zero emissioni di carbonio entro il 2035.
Ciò include autovetture, veicoli leggeri e veicoli medi come i camioncini più grandi.
e SUV.
Solo negli ultimi due anni, il numero di veicoli ibridi completamente elettrici e plug-in è più che raddoppiato a Washington, arrivando a oltre 173.000 veicoli immatricolati nello stato.
Il leader del mercato dei veicoli elettrici Tesla ha più di 77.800 veicoli immatricolati a Washington.
Nissan è al secondo posto, con 14.000 veicoli elettrici nello stato, seguita da Chevrolet con 13.500 veicoli elettrici e ibridi plug-in.
Nissan e Chevy vendono le loro auto tramite concessionari.
Un disegno di legge proposto quest'anno nella legislatura dello stato di Washington, noto come SB 6304, copriva una serie di questioni politiche relative ai veicoli elettrici, inclusa l'espansione delle vendite dirette.
I legislatori hanno approvato il disegno di legge dalla Commissione Trasporti del Senato, ma solo dopo aver tagliato la controversa disposizione sulle vendite dirette.
La misura probabilmente è morta per questa sessione.
Anche uno sforzo simile tre anni fa per aumentare le vendite dirette di veicoli elettrici è fallito.
I concessionari in franchising si sono opposti vigorosamente alle misure.
Per ora, Rivian ha uno “spazio” presso il centro commerciale University Village di Seattle e Lucid ha uno “studio” presso l'esclusivo centro commerciale all'aperto.
Gli acquirenti possono entrare nelle auto parcheggiate e conoscere i veicoli.
Ma a differenza di uno showroom Tesla, incluso uno che si trova nello stesso centro commerciale, Rivian e Lucid non possono offrire agli acquirenti un giro di prova, vendere loro un'auto o discutere di finanziamenti per gli acquisti.
Paula Sardinas, amministratore delegato e presidente della Washington Build Back Black Alliance, in precedenza è stata copresidente del Consiglio di coordinamento dei veicoli elettrici dello stato.
Vuole vedere una maggiore adozione di veicoli elettrici per i suoi benefici per la salute e l’ambiente.
La sua alleanza sostiene fortemente la legislazione sulle vendite dirette per aprire il mercato dei veicoli elettrici.
"Abbiamo fiducia in Dio: devo fare un giro di prova per tutti gli altri", ha scherzato Sardinas.
Ha affermato che i consumatori hanno un'esperienza migliore acquistando dal produttore di automobili, affermando che i concessionari di automobili a volte fanno pressione sugli acquirenti affinché acquistino garanzie estese e altre protezioni costose e non necessarie.
Matthew Phillips, CEO di Car Pros Automotive Group, che possiede nove concessionarie a Washington e in California, ha respinto tali affermazioni.
"I concessionari in franchising sono davvero esperti nel portare tutti verso i veicoli, indipendentemente dal tuo reddito, indipendentemente dalla tua storia creditizia", ha affermato Phillips.
Phillips ha affermato che i negozi dei produttori hanno maggiori probabilità di essere trovati solo in contesti urbani e in meno località, offrono un accesso limitato alle riparazioni e ai richiami e non hanno la concorrenza che esiste tra i concessionari di automobili.
I produttori di veicoli elettrici Fisker e VinFast hanno optato per il tradizionale percorso di concessionaria, che rimane disponibile per Rivian, Lucid e altri.
"I rivenditori in franchising sono la soluzione migliore per tutti i soggetti coinvolti: consumatori, dipendenti e comunità", ha affermato.
"Le uniche persone per cui non è meglio sono i miliardari della tecnologia e gli hedge fund." Ma i gruppi che spingono per le vendite dirette si chiedono se i concessionari siano veramente interessati alle vendite di veicoli elettrici.
Indicano due lettere firmate da concessionari in franchising negli Stati Uniti e a Washington che sono state inviate al presidente Biden, invitandolo a fare marcia indietro sui suoi mandati di vendita di veicoli elettrici.
Phillips ha osservato che né le associazioni nazionali né quelle dei concessionari di auto di Washington hanno firmato le lettere, aggiungendo che è un “mito” che i concessionari non vogliano vendere veicoli elettrici.
I sostenitori delle vendite dirette affermano che non si arrenderanno.
“Continueremo a lavorare a fianco di un’ampia gamma di leader e gruppi – che rappresentano priorità come i diritti dei consumatori, l’equità e l’equità, la creazione di posti di lavoro e gli investimenti aziendali, la concorrenza di mercato, la tutela dell’ambiente e altro ancora – per attuare questa legge basata sul buon senso il prima possibile, ", ha detto Hannah Steinweg, responsabile delle politiche pubbliche di Rivian, via e-mail.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d