Civic

Il governatore di Washington firma un disegno di legge che potrebbe rilanciare l'industria dei semiconduttori e attirare finanziamenti dal CHIPS Act

Il governatore di Washington Jay Inslee ha firmato un disegno di legge che i principali attori sperano sarà un vantaggio per l'industria dei semiconduttori in tutto lo stato e potrebbe aprire la porta a maggiori finanziamenti federali.
Il disegno di legge 2428 della Camera ha esteso due preferenze fiscali per l’industria dei semiconduttori che sarebbero dovute scadere nel 2028.
Il disegno di legge ha inoltre ripristinato altre sei preferenze fiscali scadute a gennaio.
Il disegno di legge, firmato da Inslee la scorsa settimana, è stato sponsorizzato da tre democratici: il deputato Paul Harris, la deputata Sharon Tomiko Santos e la deputata Monica Stonier.
Le preferenze fiscali sono “un segnale importante che lo Stato di Washington è impegnato ad aiutare le aziende a sbloccare i finanziamenti federali del CHIPS Act”, ha affermato Jennifer Baker, presidente e amministratore delegato del Columbia River Economic Development Council a Vancouver, nello stato di Washington.
Il bipartisan CHIPS and Science Act è stato approvato nel 2022, aveva l’obiettivo di investire 52 miliardi di dollari nell’industria nazionale dei semiconduttori per mantenere gli Stati Uniti competitivi con paesi come la Cina e altri rivali.
Tuttavia, mentre sembrava che la maggior parte del denaro del CHIPS Act fosse già stato utilizzato, il Congresso è in ritardo quando si tratta di appropriarsi dei fondi autorizzati, secondo Baker e un recente rapporto di Politico.
Le due preferenze fiscali esistenti conferiscono all’industria dei semiconduttori un’aliquota fiscale ridotta sulle imprese e sull’occupazione (B&O) ed esentano l’imposta statale sulle vendite e sull’uso per i produttori che acquistano beni legati alla produzione di semiconduttori.
Le sei preferenze fiscali ripristinate includono ulteriori preferenze fiscali su B&O, vendite e utilizzo.
Con l'approvazione del disegno di legge, questa raccolta di preferenze non scadrà fino al 2034.
Una scadenza così lunga consente "prevedibilità nel contesto imprenditoriale", ha affermato Baker.
Secondo Joseph Williams, responsabile statale del settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT), Washington è in svantaggio rispetto ad altri stati perché lo stato non può investire direttamente nell'industria dei semiconduttori, come codificato nella costituzione statale, che vieta qualsiasi donazione di fondi alle industrie commerciali private.
Per vincere molti dei fondi del CHIPS Act, secondo Williams, gli stati devono dimostrare una “corrispondenza locale”.
Anche se Washington non può abbinare questi fondi con investimenti effettivi, i dollari degli sgravi fiscali contano come una forma di fondi integrativi, ha detto.
“Questo settore è concentrato al 100% sugli incentivi”, ha affermato Williams.
“Altri stati hanno più risorse rispetto a noi per questo scopo”.
In Arizona, Intel sta costruendo due interi stabilimenti di fabbricazione di semiconduttori, o fab, e, con essi, creando 3.000 posti di lavoro.
Lo Stato, a sua volta, sta investendo in tutto, dall’assistenza all’infanzia, ai programmi di formazione e alle partnership industriali.
Grazie al sostegno delle agevolazioni fiscali statali e federali, il produttore di chip sudcoreano SK hynix ha annunciato che costruirà un impianto di confezionamento da 4 miliardi di dollari in Indiana.
"Siamo in una situazione di svantaggio competitivo", ha detto Williams.
Anche il B&O rilassato e le tasse sulle vendite e sull’uso potrebbero attrarre nuovi affari.
Ma uno dei principali vantaggi sarà per l’industria esistente.
Baker ritiene che il ripristino e l’estensione di queste preferenze fiscali sosterrà un’industria dei semiconduttori già fiorente nella sua regione, la contea di Clark, dove hanno sede aziende come TSMC Washington e SEH America.
"La legislazione sostiene i nostri attuali produttori di semiconduttori con l'espansione e la modernizzazione", ha affermato Baker.
Non c'è molto di nuovo nemmeno in queste preferenze: esistevano già.
Tuttavia, le sei preferenze fiscali ripristinate dipendevano da un investimento di 1 miliardo di dollari da parte di un produttore di semiconduttori.
Questo investimento non è mai avvenuto con l’ultima corsa di queste preferenze fiscali.
Ora, con la nuova legge, queste sei preferenze dipendono da un investimento combinato di 500 milioni di dollari in “nuovi edifici, nuove attrezzature e nuovi macchinari”, secondo il linguaggio della legge.
"Questo è fantastico nella contea di Clark perché avvicina la soglia degli incentivi alla portata degli operatori del settore dei semiconduttori che qui saremmo in grado di agevolare con terreni e servizi di pubblica utilità", ha affermato Baker.
Tutto ciò può solo contribuire a rendere lo Stato di Washington più attraente per più dollari CHIPS.
Ma, come ha affermato Baker, l’alleggerimento di queste particolari tasse per l’industria dei semiconduttori “è solo uno degli strumenti a disposizione dello Stato di Washington per sbloccare quei fondi”.
Un altro strumento nel kit? Ricerca.
L’Università di Washington ha già ottenuto 10 milioni di dollari in fondi CHIPS per lo sviluppo della forza lavoro.
E grazie alla sua ricerca che coinvolge i semiconduttori e l'industria del legname di massa, l'Oregon State University ha diritto a circa 150 milioni di dollari in finanziamenti CHIPS.
"Questi sono segnali provenienti dall'industria e dall'istruzione superiore nel Pacifico nordoccidentale che riconosciamo l'importanza dell'industria dei semiconduttori e ci stiamo orientando verso opportunità di ricerca e contributo a un settore significativo a livello nazionale e globale", ha affermato Baker.
Nella contea di Clark, il campus di Vancouver della Washington State University ha studenti di dottorato che ricercano le proprietà conduttive di diverse materie organiche.
Attualmente stanno studiando se il miele può sostituire il silicio nei computer, rendendo il processo informatico più veloce e più pulito.
"Non è che stiamo ottenendo una scelta numero uno al draft della NFL qui", ha detto Williams, con tono serio, delle preferenze fiscali.
“Ma siamo ancora qui.
Ci permettono almeno di essere della partita”.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d