Samsung Galaxy Z Fold 3 Rumor Roundup: ecco tutto ciò che sappiamo sulla prossima serie di telefoni di punta pieghevoli

I pieghevoli hanno visto un aumento sostenuto della popolarità negli ultimi anni e una buona parte di quel merito va a Samsung.
Samsung è entrata nello spazio pieghevole con il Galaxy Fold originale, che aveva alcuni difetti.
L'azienda ha preso le critiche sul mento, è tornata al tavolo da disegno ed è tornata con un prodotto fisso.
Pochi mesi dopo, Samsung si è immerso ulteriormente nello spazio pieghevole con il Galaxy Z Flip, sperimentando un diverso fattore di forma.
Sulla linea di punta, il Galaxy Z Fold 2 è arrivato qualche tempo dopo, segnando il più forte tentativo di pieghevole su larga scala.
Ora è il 2021 e questo significa che è il momento del prossimo pieghevole.
Ecco cosa sappiamo del Samsung Galaxy Z Fold 3, la prossima ammiraglia pieghevole di punta di Samsung! Samsung Galaxy Z Fold 3: data di rilascio Il Samsung Galaxy Z Fold 2, il predecessore, è stato lanciato il 5 agosto 2020.
Presupponendo un ciclo del prodotto pari a un anno, la data più ovvia per il rilascio del nuovo Galaxy Z Fold 3 sarebbe essere nell'agosto 2021.
Alcuni rapporti suggeriscono tra l'altro che il Galaxy Z Fold 3 arriverà nel terzo trimestre del 2021 e una versione di agosto si allinea perfettamente con tali informazioni.
Ma allo stesso modo, ci sono voci di un'uscita ancora prima di luglio.
Un rilascio a luglio è ancora in linea con le aspettative del terzo trimestre 2021.
Tieni presente che siamo ancora nel bel mezzo di una carenza globale di chip e potrebbe persino influire sulla gamma Galaxy Note.
Sulla base di tali circostanze, abbiamo poca fiducia nel fatto che Samsung porti avanti il suo programma di rilascio.
Un'altra roadmap del prodotto trapelata non includeva una versione per il pieghevole fino al 19 agosto, ma segnava questa data per una versione del Galaxy S21 FE.
Esistono diversi modi per interpretare questa informazione.
Samsung potrebbe pianificare un lancio pieghevole nelle ultime parti di agosto e oltre, oppure potrebbe associare il rilascio del Galaxy S21 FE con il lancio del Galaxy Z Fold 3, il che sembra improbabile in quanto entrambi sono prodotti molto diversi per cartellini dei prezzi e consumatori diversi, e l'uno eclisserà l'altro.
Oppure la roadmap del prodotto potrebbe essere una bozza iniziale e Samsung potrebbe ancora valutare la catena di approvvigionamento e la produzione per capire una finestra di lancio plausibile.
Ad ogni modo, il Samsung Galaxy Z Fold 3 non verrà lanciato prima di luglio 2021, perlomeno, e un lancio nell'agosto 2021 ha più senso.
Samsung Galaxy Z Fold 3: varianti e prezzi I primi due pieghevoli di questa gamma erano piuttosto semplici: un unico telefono per tutto il mondo.
Questi telefoni non erano pensati per il pubblico mainstream, quindi la gamma di prodotti singoli era più che sufficiente per aiutare Samsung a testare le acque su questa tecnologia nascente.
Per lo spazio pieghevole del 2021, potremmo vedere questo cambiamento un po'.
Ci sarà un Galaxy Z Fold 3, seguito da un pieghevole a conchiglia forse chiamato Galaxy Z Flip 3 (saltando la nomenclatura "2" per uniformare la formazione).
Poi, si vocifera di un Galaxy Z Fold 3 Lite, una versione leggermente più piccola e presumibilmente più economica del pieghevole Prime 2021.
Considerando il fatto che tutti i pieghevoli finora sono stati decisamente premium, una versione "Lite" denota un hardware meno potente e un prezzo più basso.
Se la versione "Lite" verrà realizzata, sarà ancora costosa dal punto di vista degli smartphone con lastre di vetro, ma potrebbe essere un ingresso più economico nel mondo dei pieghevoli.
Non ci sono perdite affidabili sul prezzo dei pieghevoli.
Il Galaxy Z Fold 2 costa $ 1.999 al momento del lancio e possiamo aspettarci che anche il Galaxy Z Fold 3 si aggiri intorno a questo prezzo.
Il Galaxy Z Fold 3 Lite sarà ovviamente più economico, anche se la tua ipotesi è buona quanto la nostra sui prezzi previsti.
Se dovessimo indovinare, spereremmo in qualcosa di circa $ 500 in meno rispetto al pieghevole principale.
Samsung Galaxy Z Fold 3: Design Come il marchio lo renderebbe ampiamente chiaro, il Galaxy Z Fold 3 sarà uno smartphone pieghevole, quindi non c'è motivo di indovinarlo.
Oltre a ciò, non ci aspettiamo che Samsung apporterà modifiche significative al fattore di forma pieghevole su questa gamma.
Ciò significa che il successore di questa gamma dovrebbe avere il fattore di forma generale che Samsung ha adottato per la serie Z Fold: un telefono in stile libro con un display esterno, che si apre per rivelare un display più grande all'interno.
Perché Samsung dovrebbe attenersi a questo fattore di forma in stile libro? Semplice, perché funziona e funziona bene.
Altri OEM hanno sperimentato approcci diversi e, come dice Ben, molti sono giunti alla conclusione che Samsung aveva sempre ragione quando si trattava di pieghevoli.
Altri fattori di forma come le pieghe esterne e le pieghe a tre hanno i loro limiti e, sebbene questo fattore di forma in stile libro abbia alcune limitazioni, sono abbastanza ragionevoli da trascurare fino a quando i rollable non maturano.
Il nostro miglior sguardo al dispositivo arriva dal noto leaker Evan "evleaks" Blass, che ha mostrato quelle che sembrano essere immagini di marketing quasi definitive sia del Samsung Galaxy Z Fold 3 che del Samsung Galaxy Z Flip 3.
Per il Galaxy Z Fold 3, diamo una buona occhiata al dispositivo, ai moduli della fotocamera posteriore e alla S Pen Fold Edition.
Per il Galaxy Z Flip 3, vediamo il display secondario e le fotocamere posteriori.
Passando ad alcuni dettagli, le perdite suggeriscono che il Samsung Galaxy Z Fold 3 sarà fisicamente più piccolo del Galaxy Z Fold 2 di un piccolo margine.
Il display principale potrebbe essere leggermente ridotto a 7,5 pollici, mentre il display di copertura potrebbe essere di 6,2 pollici in diagonale.
Il nuovo pieghevole Prime dovrebbe anche essere leggermente più largo, rendendolo diverso dalla posizione alta e snella che le generazioni precedenti avevano adottato una volta chiusa.
Se questo funziona, dovrebbe sembrare meno scomodo da tenere e da usare quando è chiuso ora.
L'ingombro ridotto del dispositivo porterà anche a una batteria più piccola, passando da 4.500 mAh a 4.380 mAh, e di conseguenza anche il peso del dispositivo potrebbe diminuire.
Il presunto Galaxy Z Fold 3 Lite potrebbe presentare un display principale da 7 pollici e un display di copertura da 4 pollici.
Ci sono state solo alcune perdite che hanno discusso delle dimensioni del display sul Lite, quindi siamo scettici sulla veridicità di questa affermazione.
Interni: SoC, RAM e spazio di archiviazione Finora Samsung ha utilizzato SoC di fascia alta sui suoi dispositivi pieghevoli e non ci sono indicazioni che questo cambi con il Galaxy Z Fold 3.
In quanto tale, sarebbe giusto aspettarsi qualcosa come il Qualcomm Snapdragon 888 o l'Exynos 2100 sul dispositivo, insieme a generose quantità di RAM e spazio di archiviazione.
È improbabile che ci sia spazio di archiviazione espandibile, ma speriamo di vedere varianti di archiviazione più grandi come un'opzione da 1 TB.
All'interno, i rapporti FCC suggeriscono che vedremmo il supporto per Ultra Wide Band (UWB), sub-6GHz e mmWave 5G, Wireless PowerShare e Wi-Fi 6E.
Tuttavia, le cose potrebbero cambiare leggermente per il Galaxy Z Fold 3 Lite.
Tuttavia, non ci sono ancora ulteriori informazioni su questo fine.
Fotocamera: il Samsung Galaxy Z Fold 3 sarà dotato di una fotocamera sotto il display? La perdita più sorprendente che abbiamo sentito sulla configurazione della fotocamera del Samsung Galaxy Z Fold 3 è che Samsung potrebbe esplorare una fotocamera sotto il display (UDC) sul pieghevole.
La perdita menziona che Samsung utilizzerà un display speciale di Samsung Display e che il sensore di immagine proverrà dalla divisione System LSI di Samsung Electronics.
Si dice anche che la società stia lavorando su un algoritmo di correzione dell'immagine per migliorare l'output della configurazione della fotocamera sotto il display.
Modalità Flex con l'app della fotocamera sul Galaxy Z Fold 2 Se questo si rivelerà vero, questo sarà il primo smartphone Samsung dotato di una fotocamera sotto il display (ma non il primo dispositivo Samsung, ovvero un laptop).
Da quello che abbiamo visto finora nelle soluzioni, l'UDC come tecnologia è ancora a poche generazioni dal mainstream.
I risultati di dispositivi come ZTE Axon 20 5G indicano che c'è molto lavoro da fare prima di poter raggiungere lo stadio in cui siamo ora con le fotocamere convenzionali.
È inoltre improbabile che Samsung presenti una soluzione semi-cotta nella sua gamma pieghevole premium, soprattutto con il futuro della serie Galaxy Note in sospeso.
Quindi o Samsung abbandonerà il progetto dal Galaxy Z Fold 3 se compromette troppo il display o la fotocamera, o sarebbero sicuri che i risultati prodotti siano degni di un fiore all'occhiello da ~ $ 2.000.
S Pen Ci sono alcune voci riguardanti il supporto S Pen sul Galaxy Z Fold 3.
Con il Galaxy S21 Ultra che ha finalmente posto fine all'esclusività Galaxy Note e Galaxy Tab per la S Pen, diventa un gioco da ragazzi che il prossimo pieghevole deve supporta anche la S Pen.
Dopotutto, un dispositivo con schermo più grande è un mezzo perfetto per utilizzare applicazioni creative abilitate per S Pen.
Affinché il supporto S Pen si concretizzi, Samsung dovrebbe apportare alcune modifiche al display per supportare l'input dello stilo senza danneggiare il display flessibile all'interno.
L'azienda potrebbe rendere il vetro ultra sottile più spesso su questo dispositivo, insieme ad altre modifiche.
Questo non dovrebbe avere un impatto sostanziale sull'esperienza dell'utente, quindi siamo curiosi di vedere quali modifiche vengono apportate.
Sono state individuate prove sul Galaxy Z Fold 3 dotato di supporto per S Pen.
Anche se la domanda che rimane ancora senza risposta è: la S Pen sarà conservata all'interno del pieghevole? Avere una cavità per riporre la S Pen sarebbe l'ideale, à la Galaxy Note, ma con le perdite che in precedenza puntavano verso un ingombro del dispositivo più piccolo, è sempre più improbabile che ciò accada.
La S Pen sarebbe quindi un accessorio esterno ed extra e non una parte integrante dell'esperienza pieghevole.
Ciò non esclude casi speciali o meccanismi di archiviazione al di fuori del corpo del Galaxy Z Fold 3.
Software: un'interfaccia utente basata su Android 11 La cronologia di lancio del Samsung Galaxy Z Fold 3 lo mette in una posizione in cui è improbabile che venga fornito con la versione più recente di Android, ovvero Android 12.
Quindi Samsung si atterrà ad Android 11 come base , il che non è del tutto negativo.
L'azienda ha promesso 3 generazioni di aggiornamenti del sistema operativo Android e 4 anni di aggiornamenti di sicurezza, quindi le tue basi sono coperte per molto tempo.
Samsung è stata anche abbastanza brava ad aggiornare la versione OneUI delle sue recenti ammiraglie, quindi quando arriverà un nuovo aggiornamento, sarai in fila per questo.
C'è la possibilità che vediamo una nuova versione One UI con lo stesso Galaxy Z Fold 3.
Un'interfaccia utente 3.5, o come viene chiamata, potrebbe potenzialmente venire con modifiche relative alla S Pen e altre modifiche che sinergizzano entrambi i display.
Oltre agli elementi di continuità e al modo in cui il software può sfruttare due diverse dimensioni di visualizzazione sul dispositivo, c'è una bassa probabilità di altre funzionalità innovative introdotte con questo.
Lista dei desideri di XDA per il Samsung Galaxy Z Fold 3 Con tutte le indiscrezioni e le voci catturate sopra, vorremmo anche presentare la nostra lista dei desideri per il Samsung Galaxy Z Fold 3.
Ecco le caratteristiche e le modifiche che vorremmo vedere sul Samsung Galaxy Z Fold 3! Una piegatura più piatta e meno pesante Il punto di un pieghevole è che offre all'utente un'esperienza di schermo più grande in un pacchetto tascabile.
Il Galaxy Z Fold 2 offre principalmente, ma è ancora leggermente spesso e pesante con 16,8 mm e 282 g.
Il peso del telefono stanca anche il polso dopo un uso prolungato con una sola mano.
Vorremmo anche vedere il Fold 3 piegato in un design più piatto come il Mate X2 di Huawei.
Ciò non solo migliorerebbe l'aspetto del Galaxy Z Fold 3, ma ridurrà di qualche millimetro lo spessore complessivo del dispositivo.
Il Galaxy Z Fold 2 (a sinistra) ha uno spazio evidente quando è piegato; il Mate X2 no.
True Flagship Camera System sul Galaxy Z Fold 3 Tutti i telefoni pieghevoli Samsung fino a questo momento non utilizzavano i migliori sistemi di fotocamere Samsung possibili al momento del rilascio.
Il Galaxy Z Fold 2, ad esempio, non ha il sensore da 108 MP e l'obiettivo zoom Periscope che è stata una caratteristica principale delle ultime tre ammiraglie della lastra Galaxy.
Il trio di sensori da 12 MP del Galaxy Z Fold 2 è pedonale rispetto agli array di fotocamere trovati sul Galaxy Note 20 Ultra o S21 Ultra Quando Ben ha recensito il Galaxy Z Fold 2, ha perdonato al dispositivo l'utilizzo di un sistema di fotocamere "minore" perché ha pensato era fisicamente impossibile inserire un obiettivo Periscope (che è più spesso e occupa più spazio rispetto ai tradizionali sensori della fotocamera) in un dispositivo pieghevole.
Ma poi Huawei ha buttato fuori questa ipotesi facendo proprio questo con il Mate X2.
Huawei Mate X2 ha un obiettivo zoom ottico Periscope 10x.
Ora non ci sono scuse per Samsung: metti un obiettivo zoom Periscope nel Galaxy Z Fold 3.
Allarga il "Cover Display" esterno Uno dei principali miglioramenti che Samsung ha apportato con il Galaxy Z Fold 2 rispetto al Fold originale è stato l'aumento drastico del display dell'area dello schermo esterno, che Samsung chiama "display di copertina".
Tuttavia, la maggior parte di questa crescita è avvenuta verticalmente, poiché Samsung si è semplicemente sbarazzata delle enormi cornici sulla fronte e sul mento dell'originale Fold e non ha aumentato così tanto la larghezza del telefono.
Ciò ha lasciato il display della cover del Galaxy Z Fold 2 con un imbarazzante formato 25:9, che è davvero alto e stretto.
Il telefono è ancora utilizzabile per la maggior parte delle attività, ma emana una sensazione angusta, soprattutto quando si digita sulla tastiera.
Alcune app inoltre non vengono visualizzate correttamente in una misura così stretta.
Ci piacerebbe vedere il Galaxy Z Fold 3 allargare il display esterno per avvicinarsi a un rapporto di aspetto più convenzionale.
Ciò è già stato realizzato dall'Huawei Mate X2, che ha uno schermo esterno 21: 9 che fa sembrare il telefono più simile a un normale telefono a lastra quando piegato.
Sbarazzarsi della piega Entrambi i display originali Galaxy Fold e Galaxy Z Fold 2 hanno una piega verticale piuttosto brusca e dura al centro dello schermo che, sebbene non sia troppo visibile dall'occhio se si guarda dall'angolazione "giusta", è sempre percepibile al tatto.
Il groove è così profondo, infatti, che interromperebbe un tratto di penna per gli artisti che apprezzano la precisione.
Pertanto, se il Galaxy Z Fold 3 deve supportare la S-Pen, come dicono le indiscrezioni, deve ridurre la piega.
La buona notizia è che la tecnologia è già disponibile.
Huawei Mate X2, Lenovo ThinkPad X1 e Motorola Razr 5G hanno tutti schermi pieghevoli che mostrano pochissime pieghe a causa di un meccanismo di piegatura che infila lo schermo in uno spazio vuoto per una piega a goccia.
Il Mate X2 (a sinistra) e il Galaxy Z Fold 2 (a destra).
Samsung potrebbe prendere in considerazione questa opzione per ridurre la piega.
Tuttavia, seguire questa strada potrebbe rendere la cerniera non più in grado di rimanere aperta in qualsiasi angolazione, un utile trucco del Galaxy Z Fold 2.
Forse gli ingegneri possono trovare una buona via di mezzo da qualche parte.
Facile interruttore del rapporto d'aspetto per app non ottimizzate Sia che si trovino all'interno dello schermo principale quadrato da 7,6 pollici o dello schermo esterno da 25:9 da 6,3 pollici, entrambi i display del Galaxy Z Fold 2 hanno proporzioni non convenzionali.
Ciò significa che le app per smartphone che non sono ottimizzate specificamente per il Galaxy Z Fold 2 hanno tre opzioni per mostrarsi: visualizzazione nella normale forma di uno smartphone con letterbox; display in formato allungato per riempire lo schermo ma aprire la possibilità di distorsione; o visualizzare per intero tramite ritaglio, il che significa che i bordi dell'app potrebbero non essere visualizzati sul display del Galaxy Z Fold 2.
Certo, i produttori di app possono ottimizzare le loro app per adattarsi perfettamente a questi schermi pieghevoli – e tutte le app proprietarie di Samsung lo fanno – ma è altamente irrealistico aspettarsi che ogni produttore di app lo faccia, specialmente quando il mercato pieghevole è ancora di nicchia.
Questo è un problema che rimarrà qui per il prossimo futuro.
Non è un problema troppo grande sul Galaxy Z Fold 2 per la maggior parte delle app basate su parole.
Chrome, quando è allungato, ha un aspetto leggermente strano, ma non interrompe le prestazioni o l'esperienza.
Ma le app pesanti come Instagram sono più difficili da gestire.
Distorcere un'immagine allungandola ovviamente non è l'ideale, quindi Instagram sul grande display del Galaxy Z Fold 2 deve essere eseguito in formato letterbox o in un formato ritagliato che taglia la parte superiore e inferiore delle storie di Instagram.
Possiamo passare da una opzione all'altra tramite l'app Samsung Good Lock, ma Samsung non dovrebbe incorporare questa funzionalità in modo nativo nel software del telefono invece di richiedere un download aggiuntivo? Meglio ancora, che ne dici di darci la possibilità di scambiare rapidamente tra le tre opzioni di visualizzazione (con lettere, ritagliata, allungata) in tempo reale? Forse un pulsante a comparsa sullo schermo, un gesto con più dita o una scorciatoia nel pannello di navigazione? Vediamo margini di miglioramento qui.
Maggiore durata Per alcune persone, i telefoni pieghevoli sono ancora sinonimo di "fragile".
Quindi, per il Galaxy Z Fold 3, vorremmo vedere una maggiore durata di qualche tipo.
Richiedere una resistenza all'acqua e alla polvere IP68 è probabilmente altamente improbabile per un dispositivo pieghevole.
Ma che ne dici di un grado di protezione IP inferiore, simile a quelli visti negli auricolari, come IPX3 o IPX4? Ci sono state voci vaganti per la resistenza IP53, ma stiamo aspettando di sentire qualcosa di più credibile a questo proposito.
Se Samsung non è in grado di fornire una "prova" tangibile di durata come una classificazione IP, allora forse può dare agli acquirenti maggiore tranquillità estendendo il periodo di garanzia da un anno a 18 mesi o addirittura due anni? Samsung sembra già abbastanza sicuro della durata del Galaxy Z Fold 2, in quanto offre un periodo di restituzione di 100 giorni, quindi garantire ulteriormente ai clienti che i pieghevoli non sono fragili potrebbe fare molto per spingere questa categoria di prodotti nell'accettazione mainstream.
Cosa ti piacerebbe vedere sul Samsung Galaxy Z Fold 3? Con il Samsung Galaxy Z Fold 3 probabilmente a pochi mesi di distanza, è probabile che la maggior parte delle modifiche hardware siano già state scolpite nella pietra, quindi la nostra lista dei desideri è puramente ipotetica.
Se Samsung non ha già applicato queste modifiche, probabilmente è troppo tardi per vederle nel Galaxy Z Fold 3.
Ma Samsung, dopotutto, è il pioniere della categoria pieghevole, quindi i loro ingegneri probabilmente hanno qualche asso nella manica nessuno si aspetta.
Quali sono le tue aspettative con il Samsung Galaxy Z Fold 3? Quali grandi cambiamenti dovrebbe fare Samsung con il suo prossimo pieghevole Prime? A che prezzo ti aspetti il telefono? Dovrebbe esserci una versione Lite del Galaxy Z Fold 3? Fateci sapere nei commenti qui sotto! Il post Samsung Galaxy Z Fold 3 Rumor Roundup: ecco tutto ciò che sappiamo sulla prossima serie di telefoni di punta pieghevoli apparso per la prima volta su xda-developers.

Commenti

commenti