Amazon

Il pioniere della genomica Lee Hood unisce le forze con il Buck Institute per studiare l'invecchiamento e le malattie

Phenome Health, un'organizzazione di ricerca di Seattle dedita a quello che definisce un approccio basato sui dati alla salute umana e alla longevità, ha lanciato mercoledì una partnership con il Buck Institute for Research on Aging, con sede a Novato, in California.
La partnership istituisce il Center for Phenomic Health al Buck Institute, sotto la guida congiunta del CEO di Buck Eric Verdin e del pioniere della bioscienza di Seattle Leroy Hood.
Hood ha fondato Phenome Health nel 2021 con l'obiettivo di comprendere l'invecchiamento e rilevare precocemente le malattie raccogliendo più punti dati biologici negli individui.
Questo approccio è in linea con l’obiettivo del Buck Institute di estendere la “durata della salute” umana, il numero di anni di invecchiamento in buona salute, ha detto Hood a GeekWire.
"Ora abbiamo la capacità di seguire e ottimizzare il percorso di salute di ciascun individuo", ha affermato Hood, che è anche CEO di Phenome.
"Una volta che questo processo verrà avviato su base diffusa, porterà a un'assistenza sanitaria incentrata sul benessere e sulla prevenzione piuttosto che sulla cura delle malattie", ha aggiunto.
Phenome Health utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare le informazioni sul sequenziamento del DNA insieme a dati “fenomici”, come cartelle cliniche elettroniche, dati di autotracciamento provenienti da dispositivi indossabili e campioni clinici di sangue, saliva e microbioma.
La nuova partnership sfrutterà innanzitutto la tecnologia di Phenome Health per raccogliere e analizzare i dati sanitari nelle persone con diabete di tipo 2.
Il team prevede di iscrivere da 50 a 100 persone nello studio entro la fine di quest'anno e di iscriverne di più nel 2024.
La partnership attingerà inoltre alle competenze scientifiche dei 24 ricercatori principali del Buck Institute e consentirà di testare idee e interventi in modelli animali di invecchiamento e malattia.
Con dati sufficienti, "possiamo pensare a terapie per invertire la malattia nella sua fase più semplice e precoce, piuttosto che quando è una malattia cronica e molto complicata", ha affermato Hood.
CORRELATO: L'intelligenza artificiale e il futuro della salute umana: Leroy Hood sulla nuova era del "benessere scientifico" "L'opportunità di formare un Centro con Lee Hood e il suo team Phenome Health sarà trasformativo per Buck", ha affermato Verdin in una nota.
“Crediamo che la combinazione del nuovo motore computazionale e di caratterizzazione umana di Phenome Health con l’esperienza di Buck nella geroscienza, la biologia dell’invecchiamento, abbia il potere di ridefinire il modo in cui invecchiamo e trattiamo – o preveniamo del tutto – le malattie croniche dell’invecchiamento”.
L'obiettivo finale di Hood è avviare uno studio che tenga traccia dei dati sanitari di un milione di individui in dieci anni, una proposta che paragona al Progetto Genoma Umano.
Hood, il co-fondatore dell'Institute for Systems Biology di Seattle, ha sviluppato una tecnologia che ha contribuito a far avanzare il Progetto Genoma Umano, guadagnandosi riconoscimenti come la Medaglia Nazionale della Scienza.
Phenome Health continuerà a operare a Seattle, anche se il nuovo centro in California avrà capacità simili.
L’organizzazione no-profit, finanziata dalla filantropia di individui con un patrimonio netto elevato, ora conta circa 15 dipendenti.
Phenome Health sta inoltre alimentando due potenziali spinout.
Il primo è incentrato sull’aumento della disponibilità della tecnologia per elaborare più tipi di dati.
Un secondo utilizza l’intelligenza artificiale per generare quelle che Hood chiama “possibilità attuabili” che i medici possono offrire ai pazienti.
Entrambi sono in una fase molto iniziale, ha detto Hood.
La nuova collaborazione estende una visione per la salute basata sui dati che Hood persegue da anni presso l’ISB e come co-fondatore della società di benessere Arivale di Seattle, che ha chiuso i battenti nel 2019.
Per circa 6.000 dollari all’anno, Arivale ha offerto servizi sanitari che includevano misurazioni della salute.
microbioma intestinale, metaboliti del sangue e altro ancora.
Da allora, l’intelligenza artificiale è diventata più potente e i costi di alcune analisi sono diminuiti, ha osservato Hood.
Man mano che Phenome Health cresce, Hood prevede che i costi diminuiranno ulteriormente, in modo simile a come il Progetto Genoma Umano ha guidato l’innovazione che ha ridotto drasticamente i costi del sequenziamento del DNA.
La nuova partnership è iniziata quando Verdin ha letto un rapporto su "La nuova scienza del benessere", di Scientific American Custom Media in un progetto sponsorizzato per Phenome Health, ha affermato Hood.
I due hanno poi trascorso sei mesi a discutere su come unire le forze.
Hood diventerà responsabile dell'innovazione e illustre professore al Buck Institute, ma continuerà a vivere a Seattle e a gestire il suo laboratorio presso l'ISB.
Hood si imbarca nella nuova impresa a metà degli anni '80, dopo aver recentemente pubblicato un libro, "The Age of Scientific Wellness", scritto in collaborazione con Nathan Price, professore dell'ISB e direttore scientifico di Thorne HealthTech.
"La mia filosofia da molto tempo è sempre stata che ciò che è bene per chiunque è cambiare la propria prospettiva ogni 10-15 anni", ha affermato Hood.
“Ho passato gli ultimi 23 anni alla regia e poi alla ISB.
Sono un po’ in ritardo, ma penso che questo apra alcune nuove possibilità molto interessanti per collaborazioni e interazioni pur mantenendo un profondo legame con l’ISB”.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d