Amazon

Il nuovo gioco 'Pacific Drive' dello studio Ironwood di Seattle è l'ultimo viaggio alla fine del mondo

Pacific Drive è un gioco di sopravvivenza in cui la sopravvivenza della tua auto è più importante della tua.
Sei finito bloccato in una zona isolata della penisola olimpica dove la realtà si sta sfaldando e non ne uscirai vivo senza ruote.
Ciò richiede che tu rovisti ciò che resta delle città locali alla ricerca di gas, rottami e pezzi di ricambio, il tutto mentre il tessuto locale dello spazio-tempo si capovolge per fermarti.
Sono circa 12 ore che utilizzo Pacific Drive al momento in cui scrivo e ciò che mi colpisce di più è ciò che non fa.
Ho perso il conto dei giochi di sopravvivenza a cui ho giocato negli ultimi anni che prendevano ispirazione dai film sugli zombie o da Mad Max, in cui passi la maggior parte del tuo tempo a combattere le persone per risorse limitate.
Non è tanto un gioco di sopravvivenza quanto uno sparatutto in cui tutti sono vestiti di stracci.
Pacific Drive, al confronto, non ha combattimenti di cui parlare.
Ci sei solo tu, la tua station wagon e alcune voci alla radio, alle prese con un ambiente ostile e imprevedibile.
Annunciato inizialmente nel giugno 2022 allo State of Play di Sony, Pacific Drive è il progetto di debutto dello sviluppatore di giochi Ironwood Studios con sede a Seattle.
Il suo team comprende numerosi veterani di lunga data dell'industria dei giochi statunitense, con esperienza di lavoro presso Oculus, Riot Games, Sucker Punch, Insomniac e 343 Industries.
Nella realtà alternativa di Pacific Drive, la penisola olimpica divenne un sito di prova per un nuovo tipo di tecnologia negli anni '40.
Nel 1955, dopo un disastro sconosciuto, il governo degli Stati Uniti fece murare l'intero sito e lo lasciò marcire.
Nel 1998, l'area è conosciuta come Zona di esclusione olimpica.
Interpreti Pacific Drive nei panni di un fattorino che si avvicina troppo al muro della Zona e viene trascinato all'interno.
Poco dopo, scopri una station wagon che in qualche modo funziona ancora e la usi per raggiungere una relativa sicurezza.
Ora equipaggiato con quella che potrebbe essere l'ultima automobile funzionante nella Zona, collabori con alcuni scienziati sopravvissuti per cercare di trovare una via d'uscita.
Il tuo quartier generale è un'autofficina in una zona relativamente sicura, ma non ha pezzi di ricambio degni di nota.
Per riparare l'auto e avvicinarti a trovare una via di fuga, devi dirigerti verso le parti più pericolose della Zona.
Lì raccoglierai tutte le materie prime che riuscirai a trovare, supererai i pericoli locali e proverai a riportare a casa te stesso e la tua station wagon sani e salvi.
Ironwood definisce Pacific Drive un "roguelike di guida", in cui non esistono due corse nel gioco esattamente identiche.
Ogni posizione specifica nella Zona ha una mappa stradale coerente, ma non troverai le stesse risorse o pericoli in due viaggi consecutivi.
Molti di questi pericoli sono ciò che il gioco chiama "anomalie": eventi o oggetti bizzarri sparsi per la Zona.
Questi possono variare da terremoti localizzati a nebbia elettrificata a statue bizzarre che esplodono se le tocchi e possono apparire senza preavviso quasi in qualsiasi momento.
Molte corse facili si sono trasformate in disastri, poiché la Zona ha tirato fuori alcuni parafulmini o piccoli uragani solo per farmi divertire.
Spesso dovrai fermarti durante una corsa per trovare un modo per disinnescare, distruggere o semplicemente aggirare una folla di anomalie.
La tua station wagon funge sia da mezzo di trasporto che da modo per proteggerti dai pericoli meno visibili della Zona.
All'inizio del gioco è un relitto arrugginito, ma ogni volta che sopravvivi a un viaggio attraverso la Zona, puoi tornare all'autofficina con alcuni pezzi di ricambio, tecnologie strane e materie prime che puoi utilizzare per sistemare gradualmente la tua auto.
In poco tempo, potrai sostituire le gomme, installare pannelli più resistenti, potenziare il motore e personalizzarlo nel carro del disastro post-apocalittico dei tuoi sogni, per gentile concessione di una strana scienza marginale.
Ciò crea un semplice ciclo: vai nel mondo, raccogli quello che puoi, poi torna al negozio e vedi cosa puoi migliorare sulla tua station wagon.
Più avanti nel gioco, potrai costruire nuove postazioni di lavoro che ti consentiranno di potenziare i vestiti e gli strumenti del tuo personaggio, sfruttando la stranezza intrinseca della Zona per creare nuova tecnologia che normalmente sarebbe impossibile.
Non c'è nulla che ti impedisca di affrontare la trama principale di Pacific Drive, ma ci sono molti incentivi a esplorare semplicemente la Zona, per raccogliere gli aggiornamenti necessari per affrontare le sfide successive del gioco.
Ho usato molto le parole "strano" o "stranezza" in questo articolo, che illustra anche molto di ciò che mi colpisce di Pacific Drive.
Il suo direttore creativo, Alexander Dracott, mi ha detto al PAX l'anno scorso che gran parte del gioco si basa sul suo vecchio hobby di fare lunghi viaggi verso il nulla, e molto di ciò emerge nel prodotto finale.
Pacific Drive sembra personale, allo stesso modo di un film o di un romanzo indipendente, e questa è una qualità più rara nei videogiochi moderni di quanto vorrei.
Detto questo, ho degli appunti.
Ho riscontrato alcuni bug durante il mio utilizzo di Pacific Drive, la maggior parte dei quali riguarda la fisica del gioco.
Ad un certo punto, sono sceso dalla macchina e sono stato teletrasportato casualmente in cima a una vicina torre radio; in un altro, ho provato ad aprire la portiera del conducente e l'intera macchina è precipitata all'improvviso per un metro e mezzo.
In tutta onestà, ci sono un paio di meccanismi integrati in Pacific Drive che facilitano il recupero da situazioni impreviste, incluso un sistema che ti consente di teletrasportare la tua auto in un luogo sicuro se finisce su un fianco.
Di conseguenza, ho riscontrato alcuni bug, ma devo ancora trovarne uno che abbia effettivamente interrotto i miei progressi.
La maggior parte degli altri problemi che solleverei si riducono tutti a una questione di gusto personale.
Di solito non mi piace guidare nei videogiochi, perché la maggior parte delle volte hanno la sensazione di controllare molto peggio di quanto farebbe un'auto reale nella stessa situazione.
Pacific Drive non fa eccezione e, inoltre, spesso ti chiede di andare fuori strada.
Anche se alla fine potrai installare pneumatici migliori, le prime ore di Pacific Drive ti danno un notevole handicap, dato che la tua auto è in pessime condizioni.
È una testimonianza del resto del pacchetto che nonostante ciò sono rimasto fedele al gioco.
Pacific Drive è un'esperienza unica in un genere e in un mezzo che non offre abbastanza esperienze uniche.
Probabilmente ne otterresti di più se ti piacciono i viaggi su strada nella vita reale, ma vale la pena fare un viaggio per chiunque ami la strana fantascienza.
Pacific Drive è ora disponibile per PlayStation 5, Steam ed Epic Games Store.
[Ironwood Studios ha fornito un codice Steam per Pacific Drive allo scopo di questa recensione.]

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d