Il dirigente di Amazon Dave Limp si aspetta che i satelliti di Project Kuiper aumentino le vendite e il cloud

Perché Amazon sta pianificando di mettere migliaia di satelliti in orbita terrestre bassa? Parte della motivazione è espandere l'impronta di Amazon nelle vendite online e nei servizi di cloud computing, afferma Dave Limp, capo dei dispositivi e dei servizi dell'azienda.
Durante una chiacchierata al vertice di GeekWire di questa settimana a Seattle, Limp ha affermato che la motivazione principale per Project Kuiper, la futura costellazione mega-satellite satellitare di Amazon, è quella di offrire accesso a Internet a banda larga a miliardi di persone che sono attualmente sottoservite.
Ciò fa eco a ciò che l'amministratore delegato di Amazon Jeff Bezos ha dichiarato alla conferenza re: MARS di giugno, quando ha parlato della genesi del Progetto Kuiper.
La costruzione di infrastrutture di base è anche la giustificazione dello sforzo recentemente annunciato di Amazon di costruire una rete wireless a bassa larghezza di banda e intermedia, nota come Sidewalk.
Project Sidewalk collegherà i dispositivi che sfruttano l'Internet of Things, che vanno dagli elettrodomestici alle luci intelligenti e ai collari per cani.
Limp ha chiarito questa settimana che fornire connettività non è uno sforzo puramente filantropico.
Ha affermato che un accesso più veloce e più ampio alla banda larga può dare impulso ai mercati al dettaglio e alla portata di Amazon Web Services o AWS, la piattaforma cloud dell'azienda.
Ecco come Limp ha spiegato il business case al GeekWire Summit: “Ci sono molti posti sulla Terra che sono incredibilmente ben serviti dal wireless.
Ma quando lo mappi e lo abbiamo fatto abbastanza attentamente, ci sono molti punti vuoti.
E comunque, immediatamente la tua mente dice: "Oh, beh, c'è un grosso punto vuoto nell'Africa sub-sahariana".
Non devi andare così lontano.
“Devi solo andare a Washington orientale e puoi trovare molte aree in cui la connettività è molto difficile da ottenere.
E se hai la connettività, non è la connettività che stiamo iniziando a dare per scontato.
Sta scappando dal rame legacy, in molti casi, o dai sistemi satellitari che, a causa dei vincoli su come portare le cose nello spazio, hanno una latenza molto lunga e una larghezza di banda inferiore.
“Se pensi ad Amazon e a ciò che vogliamo fare in futuro, vogliamo che tutti siano connessi.
A, è buono per la società, e B, lo sarà anche per Amazon.
Ovviamente, più persone possono fare acquisti, cosa che ci piace e più persone possono accedere a cose come Alexa, e più sviluppatori possono avere accesso a cose come AWS.
“Quindi, la connettività è prima di tutto una specie di primitiva, ma si sta avvicinando a un diritto umano.
Se stavi scrivendo una nuova Carta dei diritti oggi, potresti inserire la connettività.
È vicino a quello.
[Ci sono] molte cose che le piccole aziende possono fare.
Sono agili, sono in un garage, possono inventare molto velocemente.
[Ma] ci sono alcune cose che, per le aziende più grandi, è sulle nostre spalle da risolvere.
Questo è un esempio di uno di quelli.
“Per risolvere questa connettività …
su base globale, dovremo installare 3.236 satelliti.
Ci vorranno miliardi e miliardi di dollari di capitale.
A proposito, è ad alto rischio.
Abbiamo molte invenzioni davanti a noi.
Ma mi piace che siamo disposti ad assumerci la responsabilità di provare a farlo.
Penso che possiamo anche trasformarlo in un buon affare.
Questo non è perso per noi.
Ma quando riesci a ottenere la sovrapposizione dei diagrammi di "buoni affari" di Venn con "bene superiore", queste sono le cose su cui vuoi lavorare.
"Kindle era così per me.
Ecco perché sono venuto su Amazon.
Se possiamo aiutare con l'alfabetizzazione e la lettura nel mondo, e anche trasformarlo in un affare piuttosto buono, è un buon lavoro da svolgere.
”Limp e altri dirigenti di Amazon e Project Kuiper si sono incontrati con i funzionari regolatori per elaborare i dettagli per il progetto Kuiper, secondo recenti documenti depositati presso la Federal Communications Commission.
Amazon non ha ancora reso pubblico il suo calendario per la distribuzione satellitare, ed è chiaro che fornire connettività al Progetto Kuiper è almeno un paio d'anni di distanza.
(Più di 100 aperture di lavoro per il progetto sono state pubblicate sul sito Web di Amazon, con quasi tutti quei lavori basati a Bellevue, nello stato di Washington).
Bezos ha un'impresa spaziale privata chiamata Blue Origin che dovrebbe iniziare a inviare satelliti nel 2021 – e sebbene in quanto società quotata in borsa, Amazon dovrebbe esercitare la dovuta diligenza per selezionare un fornitore di lancio per Project Kuiper, Blue Origin sarà sicuramente nella lista dei potenziali partner.
Il progetto Kuiper è un ritardatario relativo alla corsa per fornire l'accesso alla banda larga satellitare.
Tre concorrenti – SpaceX, OneWeb e Telesat – hanno già iniziato a assemblare mega-costellazioni in orbita terrestre bassa.
Il CEO di SpaceX Elon Musk conta di generare miliardi di dollari di entrate una volta che la sua rete satellitare Starlink avanza a pieno ritmo, forse già nel 2021.
Sono miliardi di dollari che andranno anche gli altri concorrenti di Amazon e SpaceX.
Ma per tutti gli svantaggi che derivano dall'aumentare la parte posteriore, Amazon ha un vantaggio di mercato che gli altri mancano: un cliente integrato e garantito con il nome di Amazon.

Commenti

commenti