I senatori sollecitano Amazon, Google, eBay a reprimere le vendite non autorizzate di accessori per armi

Una manciata di democratici del Senato ha inviato lettere ad Amazon, Google ed eBay venerdì esortando le aziende a far rispettare meglio le loro politiche di vendita di armi.
La lettera segue le sparatorie a Dayton, Ohio e El Paso, Texas durante il fine settimana.
"L'America è alle prese con un'epidemia di violenza armata ed è compito dell'America corporativa fare la sua parte per aiutare a porre fine alla carneficina", affermano le lettere.
I senatori, guidati da Bob Menendez del New Jersey, sono stati spinti dal rapporto del Washington Post e di altri che hanno trovato munizioni e altri accessori per armi in vendita sui siti Web delle società in violazione delle loro politiche sulle armi.
Armi, pistole e alcuni accessori per armi da fuoco sono vietati su Google Shopping, ma i giornalisti sono stati in grado di trovare scappatoie utilizzando determinate ricerche.
"I nostri cuori vanno alle vittime della violenza armata", ha detto un portavoce di Google.
"La vendita di armi, pistole e alcune parti di armi è severamente vietata su Google Shopping.
Non appena abbiamo trovato risultati che violano le norme, li abbiamo rimossi e stiamo lavorando per impedire che si ripetano questi casi.
”Amazon proibisce anche una gamma di prodotti relativi alle pistole nel suo mercato, ma consente la vendita di alcuni tipi di accessori.
La società non ha risposto alla nostra richiesta di commento al momento della pubblicazione.
eBay non consente la vendita di armi da fuoco o munizioni ma consente determinate vendite di accessori per armi.
"EBay si impegna a mantenere un mercato sicuro e affidabile", ha affermato un portavoce dell'azienda.
"Prendiamo molto sul serio questo impegno e abbiamo istituito politiche rigorose e risorse significative per impedire che le parti illegali di armi da fuoco vengano quotate sul nostro mercato.
Non vediamo l'ora di fornire ulteriore contesto al senatore Menendez in merito alle misure sostanziali che adottiamo per far rispettare la nostra politica sulle armi da fuoco.
”Le lettere chiedono alle tre società di riferire ogni mese di pubblicare elenchi di armi da fuoco e accessori per armi da fuoco.
I senatori vogliono anche sapere quali politiche e tecnologie sono in atto per prevenire le vendite non autorizzate di prodotti per armi da fuoco.
Le recenti sparatorie hanno rinnovato l'interesse per il ruolo della tecnologia nella violenza estremista.
Il sospetto sparatutto di El Paso ha pubblicato un manifesto razzista su 8chan prima di aprire il fuoco in un affollato Walmart, spingendo un certo numero di aziende tecnologiche a tagliare i legami con il forum.
La violenza ha anche causato il presidente Donald Trump a ospitare rappresentanti di Facebook, Google e Twitter venerdì per discutere di estremismo nelle comunità online.

Commenti

commenti