Amazon espande il servizio di ritiro pacchi Counter in negozio per altre migliaia di punti vendita

Amazon sta espandendo un programma che trasforma i negozi al dettaglio fisici in centri di ritiro pacchi, una mossa che aumenta ulteriormente la rete logistica dell'azienda e crea un'altra opzione per i clienti di recuperare gli ordini.
Amazon ha dichiarato che sta aggiungendo "migliaia" di posizioni per il suo servizio di ritiro dei pacchetti Counter presso GNC, Health Mart e Stage Stores.
Amazon ha dato il via al programma negli Stati Uniti a giugno, con una partnership con Rite-Aid.
"La risposta che abbiamo ricevuto dai nostri clienti e partner dopo il lancio di Counter all'inizio di quest'anno è stata eccezionale", ha dichiarato Patrick Supanc, direttore mondiale di Amazon Hub, in una nota.
"Questa nuova rete di punti di ritiro offre ai clienti un'esperienza di ritiro rapida, flessibile e conveniente, ei partner sono entusiasti del forte impegno e del traffico pedonale aggiuntivo che Counter sta guidando per i loro negozi." Non è chiaro come queste partnership siano strutturate finanziariamente.
In ogni caso, è un affare affascinante – i rivenditori fisici che ospitano hub di ritiro pacchi per Amazon, il colosso dell'e-commerce che negli ultimi anni ha allontanato gli affari dalle operazioni di costruzione.
I rivenditori ottengono il vantaggio di aumentare il traffico pedonale nei loro negozi da persone che ritirano i pacchi.
Amazon ha dichiarato di aver testato Counter con GNC, Health Mart e Stage Stores negli ultimi mesi.
Amazon ha originariamente lanciato il servizio nel Regno Unito con NEXT e in Italia con i punti vendita Giunti Al Punto Librerie, Fermopoint e SisalPay ad un'accoglienza positiva.
Amazon ha anche partnership al dettaglio per i resi.
In un'importante espansione di un'improbabile alleanza, all'inizio di quest'anno Kohl ha iniziato ad accettare resi per articoli acquistati su Amazon in tutti i suoi negozi, oltre 1.150 in totale.
Counter fa parte della famiglia Amazon Hub, una serie di opzioni aggiuntive per la consegna dei pacchi oltre la porta principale.
Amazon Hub include anche le migliaia di armadietti sparsi dalla compagnia in 900 città degli Stati Uniti – all'interno delle sedi di Whole Foods, fuori dai negozi 7-Eleven e nelle banche – oltre agli armadietti degli appartamenti sviluppati da Amazon lo scorso anno.
La società ha inoltre lanciato iniziative come la consegna di pacchi in auto e garage.
Il colosso tecnologico di Seattle gestisce anche i punti di ritiro di Amazon, una versione glorificata degli armadietti gestiti da operai e i punti di ritiro per generi alimentari.
I punti di ritiro centralizzati aiutano Amazon a raggiungere il suo obiettivo di ridurre il vantaggio principale di spedizione gratuita Prime da un ritorno di due giorni a un'offerta di un giorno.
Accelera i tempi di consegna e offre un'alternativa alla ricezione di pacchi a casa o al lavoro, in particolare per coloro che sono preoccupati per il furto dei pacchi.
Hub aiuta Amazon a livellare il campo di gioco con rivenditori concorrenti che sfruttano la loro rete di negozi come mini centri di distribuzione.
Walmart ha creato la propria rete di posizioni di ritiro dei pacchi all'interno dei negozi.

Commenti

commenti