Android Studio 3.5 beta aggiunge un emulatore di Google Pixel 3a, supporto Chromebook di fascia alta, emulatore di dispositivo pieghevole e molto altro

L'IDE ufficiale di Google per lo sviluppo di software Android, Android Studio, ha recentemente subito numerose modifiche per migliorare la stabilità generale. Google ha soprannominato la loro iniziativa di bug-squashing "Project Marble" e il loro obiettivo era concentrare tutta la loro attenzione sull'affrontare le numerose lamentele che gli sviluppatori hanno avuto riguardo l'IDE, come i fastidiosi problemi di perdita di memoria. Con ogni punto di rilascio dell'IDE, tuttavia, Google porta ancora nuove funzionalità alla tabella, come Gestione risorse di Android Studio 3.4 e Finestra di dialogo Struttura del progetto. A Google I / O 2019, Google ha annunciato la prima versione beta di Android Studio 3.5 con il bug fixing e la funzionalità di lucidatura che ci si aspetta. Ecco i punti salienti della versione 3.5 beta1 seguita da un riepilogo di ogni modifica. Android Studio 3.5 Beta Sistema Changelog Impostazioni di memoria di integrità Rapporto di utilizzo della memoria Riduci le eccezioni Interfaccia utente Blocca velocità IDE Velocità Analisi del codice del pigmento I / O Emulatore di accesso ai file CPU Utilizzo Funzionalità Polacco Applica modifiche Gradle Sync Progetto Aggiornamenti Layout Editor Data Binding App Deployment C ++ Improvements Intellij 2019.1 Aggiornamento della piattaforma Consegna condizionale per supporto di funzionalità dinamiche Supporto per dispositivi di piegatura e supporto per dispositivi Pixel Supporto per Chrome OS Salute del sistema Memoria Google ha già risolto molti problemi con perdite di memoria negli ultimi mesi, ma recentemente ha iniziato a consentire agli utenti di partecipare all'invio dei dati su eccezioni fuori memoria in modo che possano trovare i problemi rimanenti. Quando l'IDE esaurisce la memoria nella versione 3.5-beta 1, le statistiche di alto livello relative alle dimensioni dell'heap della memoria e agli oggetti dominanti nell'heap verranno acquisite automaticamente in modo che Android Studio possa suggerire impostazioni di memoria migliori e offrire un'analisi più approfondita. Se un'app necessita di più RAM rispetto alla dimensione heap predefinita di 1,2 GB, l'IDE offrirà di aumentare automaticamente la dimensione dell'heap per ospitare questi progetti più grandi. È inoltre possibile apportare manualmente modifiche alle dimensioni dell'heap nelle impostazioni. Infine, l'aggiornamento 3.5-beta1 ti consente di attivare un dump dell'heap della memoria disinfettato dai dati personali che puoi condividere con Google per la risoluzione dei problemi. Eccezioni Con 3.5-beta1, ora riscontrerai meno eccezioni poiché Google ora rileva i problemi più rapidamente nel canale Canary con i dati raccolti dagli utenti che hanno optato per l'opzione. Noterai anche un minor numero di notifiche per le eccezioni poiché i rapporti sugli arresti anomali e le analisi richiedono meno input da parte dell'utente per segnalare a Google. Bubble Eccezione di Android Studio. Vedrai l'icona rossa in basso a destra meno spesso. L'interfaccia utente si blocca L'infrastruttura della piattaforma Intellij sottostante è stata estesa per misurare i fermi del thread dell'interfaccia utente che durano più a lungo di alcuni istanti. Con i dati raccolti, possono concentrarsi su problemi comuni che causano il blocco dell'interfaccia utente. Ad esempio, il team ha ottimizzato le prestazioni di modifica del codice XML nella versione 3.5-beta1 utilizzando i dati ottenuti durante lo sviluppo di Project Marble. Velocità di costruzione La velocità di costruzione dei progetti è stata migliorata con l'aggiunta del supporto incrementale di build ai processori di annotazione come Glide, associazione dati AndroidX, Dagger, Realm e Kotlin. L'analisi preliminare di Google mostra che l'aggiunta del supporto incrementale per Kotlin ha comportato un miglioramento del 60% delle modifiche al codice del sottomodulo non ABI per l'app Google I / O 2019. Velocità IDE Diverse parti non necessarie dell'NDK di Android sono state rimosse per migliorare la velocità generale dell'IDE, quindi gli sviluppatori non dovranno più disabilitare completamente il plug-in NDK di Android solo per migliorare le prestazioni di Android Studio. Analisi del codice Lint L'analisi del codice Lint è ora fino a due volte più veloce, specialmente in modalità di analisi del bagno, grazie alle correzioni apportate per diverse perdite di memoria. Accesso ai file di I / O per Windows Per gli utenti Windows, le prestazioni possono essere influenzate negativamente dalle app anti-virus incluse le directory di compilazione e installazione per la scansione. Nella versione 3.5-beta1, l'IDE controllerà le directory anti-virus escluse dalla directory di costruzione del progetto per le incoerenze e notificherà all'utente di apportare modifiche per evitare rallentamenti non necessari. Notifica di integrità del sistema – Controllo antivirus Emulatore Utilizzo della CPU Google ha rilevato che Play Services ei suoi servizi correlati sono stati eseguiti in modo aggressivo in background perché il dispositivo di emulazione è impostato su alimentazione CA anziché scaricamento della batteria. Per ridurre l'utilizzo della CPU in background di più di 3 volte, l'ultimo Emulatore Android sarà impostato per la scarica della batteria per impostazione predefinita. Funzionalità Consegna condizionale polacca per supporto di funzionalità dinamiche Il supporto del pacchetto di app in Android Studio 3.5 viene migliorato con la consegna condizionale. Ciò consente di impostare i requisiti di configurazione del dispositivo (ad esempio, la versione OpenGL, il supporto AR, il livello API, il paese dell'utente, ecc.) Per i moduli di caratteristiche dinamiche da scaricare automaticamente durante l'installazione. Selezione del modulo per l'emulatore di emulazione condizionale e supporto per Google Pixel 3a L'emulatore di Android Studio aggiornato ora supporta la creazione di dispositivi virtuali pieghevoli. Offre inoltre skin per Google Pixel 3a e Google Pixel 3a XL appena lanciati. Emulatore Android – Supporto pieghevole Supporto Chrome OS Al Summit Android Dev 2018, Google ha annunciato che il supporto di Android Studio arriverà sui Chromebook nel 2019. È giunto il momento per il supporto di Chrome OS, a partire dai Chromebook high-end basati su x86 con Chrome OS 72 e versioni successive. Le app possono essere distribuite su dispositivi Android connessi tramite USB. Un programma di installazione è disponibile qui. Android Studio in Chrome OS Altre modifiche Applica modifiche: Android Studio 3.5 introduce Applica modifiche per consentire di verificare le modifiche al codice senza riavviare l'app. Negli ultimi mesi, la pipeline di implementazione è stata riprogettata per migliorare la velocità di distribuzione e i pulsanti della barra di esecuzione e di distribuzione ottimizzati per un'esperienza più snella. Gradle Sync: una modifica Gradle recente ha causato la cancellazione delle cache delle dipendenze del progetto per risparmiare spazio di archiviazione, causando errori per le dipendenze mancanti. La versione 3.5-beta1 dell'IDE verifica ora questo stato. Aggiornamenti del progetto: finestre di output, finestre popup e finestre di dialogo sono state aggiornate per indicare quando è necessario eseguire l'aggiornamento a una build più recente e le versioni più recenti consentono anche di aggiornare indipendentemente il plug-in IDE e Gradle. Editor di layout: l'usabilità dell'editor di layout è stata migliorata in aree quali la selezione dei vincoli e la cancellazione del ridimensionamento dell'anteprima del dispositivo. Associazione dati: Google ha risolto i blocchi nell'editor di codice durante la creazione di espressioni di associazione dati in XML. Flusso di distribuzione delle app: un nuovo menu a discesa consente di visualizzare e modificare i dispositivi a cui si desidera distribuire il progetto. Miglioramenti C ++: i build di CMake sono fino al 25% più veloci a causa delle invocazioni parallele dei target Ninja, è possibile specificare target ABI separatamente con la nuova UI variante singola build ed è possibile utilizzare più versioni di Android NDK side-by-side in build. Gradle. Aggiornamento piattaforma Intellij: sono state incluse le funzionalità della piattaforma Intellij 2019.1. Per le note di rilascio complete, consulta questa pagina. Per scaricare l'ultima versione beta, visita questa pagina. (Assicurati di scaricare Android Emulator v29.0.6 per sfruttare le funzionalità di cui sopra.) Se incontri qualche bug, puoi avvisare il team di eventuali problemi qui. Infine, segui il team di sviluppo di Android Studio su Twitter e Medium per rimanere aggiornato sulle ultime novità per l'IDE. Il post beta di Android Studio 3.5 aggiunge una skin per l'emulatore di Google Pixel 3a, supporto Chromebook di fascia alta, emulatore di dispositivo pieghevole e molto altro è apparso prima su xda-developers.

Commenti

commenti