Tech

Tasche di opportunità: la linea di abbigliamento della startup di Seattle mira a porre fine alla disuguaglianza nell'abbigliamento da lavoro femminile

Aditi Sinha stava lavorando presso Amazon, come leader del marketing mondiale per il Prime Day e altri eventi di shopping globali per il colosso dell'e-commerce, quando ha raggiunto un punto critico su una questione specifica.
"Uno dei miei colleghi, che era vicepresidente di Amazon, un giorno portò suo figlio al lavoro e lei partecipava a queste riunioni di alto profilo, piena di energia, e teneva il telefono nella tasca di suo figlio." Ha detto Sinha.
“Il suo bambino di 2 anni aveva sei tasche nei pantaloni e lei non ne aveva nessuna.
E mi chiedo cosa sia stato fatto per meritare questa incredibile disuguaglianza”.
Quindi ha deciso di fare qualcosa al riguardo.
Questa è stata la genesi di Point of View, una startup di abbigliamento da lavoro femminile con sede a Seattle.
L'obiettivo è porre fine a questa “disuguaglianza delle tasche” con design eleganti e tasche abbastanza grandi da contenere uno smartphone.
Sinha ha avviato Point of View con Sakina Adeeb, che continua a lavorare come senior manager di Amazon per prodotti e tecnologia nel team Alexa Shopping.
Sinha sta lavorando a tempo pieno alla startup.
La collezione di debutto di Point of View è stata lanciata di recente e ha ricevuto una forte accoglienza come offerta diretta al consumatore.
La linea di abbigliamento ha ricevuto feedback entusiastici dai primi clienti paganti.
La collezione comprende top, abiti, giacche, pantaloni e gonne, disegnati in conformità con il "Pocket Pledge" dell'azienda.
Sebbene le tasche più grandi siano per ora un punto di differenziazione, Sinha ha detto che spera di innescare un movimento più ampio nel settore della moda femminile.
"Sono una ragazza di provincia, ma credo nel potere di una di loro per apportare cambiamenti significativi", ha detto Sinha, descrivendo la sua mentalità come un'eredità di sua madre, una dottoressa che ha dedicato la sua vita a fornire accesso ad alte cure.
assistenza medica di qualità in un remoto villaggio vicino alla sua città natale in India da più di 30 anni.
Sinha ha trascorso i primi anni della sua carriera nel branding e nel marketing con startup che sono poi diventate grandi aziende in India, prima di andare a lavorare per Amazon, prima in India e poi a Seattle.
“La tecnologia è un posto molto interessante in cui vivere.
Devo molto al mio tempo trascorso in Amazon e in altre startup tecnologiche.
Grazie a loro, "costruire su larga scala" è ora nel mio DNA e "l'ossessione per il cliente" è la mia seconda natura", ha affermato.
"Allo stesso tempo, però, lavorare nel settore tecnologico come donna comportava anche una serie di sfide, e una che mi infastidiva particolarmente era il modo in cui in qualche modo si aspettava che le donne si adattassero più che distinguersi." Ha aggiunto: "C'è potere nella femminilità e credo che le grandi idee prendano vita quando le donne portano il loro sé autentico nel mondo".
Sulla base della sua ricerca, ha affermato Sinha, circa il 5% dell'abbigliamento femminile può ospitare uno smartphone, rispetto all'85% dell'abbigliamento maschile.
Anche quando l'abbigliamento da lavoro femminile è dotato di tasche, spesso sono così piccole da risultare poco pratiche.
Sinha e il suo team, incluso uno stilista in India, hanno trascorso sei mesi a lavorare per ottenere il design giusto.
Alla fine hanno optato per un design che posiziona il telefono sulla parte anteriore della coscia, per evitare di aggiungere volume ai lati.
Hanno esplorato una varietà di tessuti performanti esistenti, compresi quelli utilizzati per l'abbigliamento sportivo, per trovare un tessuto per la tasca con sufficiente resistenza alla trazione per tenere lo smartphone.
Hanno optato per il poly-crepe, che è abbastanza resistente da contenere uno smartphone, ha detto, oltre a sentirsi bene a contatto con la pelle, tra gli altri vantaggi.
Le tasche di Point of View sono profonde circa 11 pollici, più che sufficienti per ospitare i moderni smartphone, che tendono ad essere alti circa 6 pollici.
Le aperture delle tasche sono di circa 4-5 pollici per un facile accesso.
L'obiettivo è fare in modo che uno smartphone possa scomparire in tasca, senza sbirciare o cadere.
Sinha non ha intenzione di fermarsi alle tasche.
L’azienda sta inoltre esplorando funzionalità aggiuntive come tessuto elasticizzato, pantaloni di lunghezza regolabile, bottoni nascosti della camicia per eliminare gli spazi vuoti e supporti per spalline del reggiseno integrati.
Oltre al sito Web diretto al consumatore, l'azienda partecipa a eventi pop-up ed esplora altre strade per le vendite di persona e il feedback nel mondo reale.
Finora Point of View si è autofinanziato.
Oltre ai due fondatori nell'area di Seattle, l'azienda ha tre persone in India che supervisionano la progettazione, le operazioni e la logistica.
Nonostante tutti gli sforzi del settore tecnologico a favore della diversità e dell’inclusione, ha affermato Sinha, esiste l’opportunità di fare di più.
"Immagino un mondo in cui la praticità nella moda femminile sia un dato di fatto, non un lusso", ha affermato Sinha, "e in cui le piccole vittorie, come la parità di tasche, simboleggiano passi più grandi verso l'uguaglianza di genere".

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d