Tech

Sunny Gupta parla del momento illuminante di Apptio e delle domande chiave alla base del successo dell'azienda tecnologica

Per Sunny Gupta, l'ispirazione dietro Apptio è iniziata con una semplice domanda: con cosa stai lottando? Dopo aver venduto due società, Gupta non intendeva davvero lanciare un'altra startup.
Ma è stata quella domanda, durante una conversazione del 2007 con un CIO di una grande società finanziaria, a rimettere in moto la sua marcia imprenditoriale.
"Spendiamo 3 miliardi di dollari in tecnologia e questa è destinata a crescere", gli ha detto il CIO.
“Non sappiamo come gestire la nostra base di costi e come dimostrare il valore dei nostri investimenti tecnologici”.
Gupta ha deciso di risolvere questo problema con Apptio, che ha aiutato le aziende a gestire la spesa per il software e ha aperto la strada a una nuova categoria chiamata "Gestione aziendale tecnologica".
La startup dell’area di Seattle è stata quotata in borsa nel 2016, è stata acquisita da Vista Equity Partners nel 2019 per quasi 2 miliardi di dollari ed è stata acquistata nuovamente l’anno scorso da IBM con un accordo da 4,6 miliardi di dollari.
Fare buone domande è stata la chiave del successo della startup Gupta.
All'inizio del viaggio con Apptio, ha creato un comitato consultivo per i clienti mentre cercava la convalida.
“Continuavo a chiedermi: perché dovresti comprare? Perché non dovresti comprare?" Gupta ha ricordato la scorsa settimana in un evento a Seattle ospitato da Stifel Venture Banking e Wilson Sonsini.
CORRELATO: Dall'idea all'IPO a IBM: come Apptio ha sfidato gli scettici nel suo viaggio di 16 anni verso un accordo da 4,6 miliardi di dollari Apptio ha raccolto più di 130 milioni di dollari in finanziamenti privati prima della sua IPO di successo nel 2016.
Il viaggio dell'azienda è stato ricco di spunti ostacoli lungo il percorso, in particolare nel suo primo anno di negoziazione sui mercati pubblici, quando Apptio ha perso quasi la metà della sua capitalizzazione di mercato.
Gupta ha affermato che la capacità dell’azienda di trasformarsi e cambiare l’ha aiutata a superare le sfide.
Ha anche sottolineato la sua cultura.
"Eravamo davvero i macinatori", ha detto Gupta.
“Abbiamo avuto molta grinta.
Abbiamo perseverato”.
Gupta, che ha avviato Apptio nella biblioteca di Bellevue, nello stato di Washington, e nel seminterrato della sua casa, ha affermato che parte della motivazione alla base della creazione di Apptio era quella di fare qualcosa di grande nel suo cortile.
"Volevamo costruire la prossima grande azienda di software aziendale nel Pacifico nordoccidentale", ha affermato.
Apptio, che conta più di 1.300 dipendenti e 1.800 clienti, è una delle più grandi storie di successo tecnologico della regione.
E molti altri potrebbero seguirne, sulla base della valutazione di Gupta del mercato di Seattle.
“L’accesso al talento è incredibile”, ha affermato Gupta, sottolineando la presenza di due delle cinque più grandi aziende tecnologiche misurate in base al valore di mercato (Amazon e Microsoft).
Gupta, che quest'anno si è dimesso dalla carica di CEO di Apptio e rimane direttore strategico di Madrona – uno dei primi sostenitori di Apptio e della sua precedente società iConclude – ha affermato che Seattle è anche un ottimo posto in cui le startup possono trovare i loro primi clienti.
"Le persone sono molto ricettive ai primi concetti e idee", ha detto Gupta.
"Penso che sia un posto migliore per costruire queste aziende rispetto alla Bay Area."

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d