Recensione OnePlus Buds Z2: volutamente di fascia media con un buon ANC

OnePlus è nel gioco audio da molto tempo ormai e abbiamo visto grandi successi dell'azienda sotto forma di OnePlus Buds e OnePlus Buds Pro.
L'azienda ha anche lanciato l'anno scorso le OnePlus Buds Z decisamente di fascia media, che sono state davvero ben accolte a un prezzo inferiore.
Ora l'azienda ha presentato le OnePlus Buds Z2 in Europa dopo il lancio cinese ad ottobre.
Gli OnePlus Buds Z2 presentano alcuni miglioramenti degni di nota rispetto agli originali OnePlus Buds Z.
Questi auricolari sono dotati di driver dinamici da 11 mm più grandi, supporto per la cancellazione attiva del rumore (ANC) e una migliore durata della batteria.
Sebbene OnePlus non abbia cambiato molto il design, gli auricolari sono disponibili in una nuova colorazione Obsidian Black.
Offrono anche il supporto Bluetooth 5.2, un triplo array di microfoni e un grado di resistenza all'acqua IP55.
Gli auricolari sono classificati per 5 ore di riproduzione continua con ANC attivato e fino a 7 ore con ANC disattivato.
Con la custodia di ricarica, gli auricolari possono durare fino a 27 ore con una singola carica con ANC attivato e fino a 38 ore con ANC disattivato.
Gli OnePlus Buds Z2 hanno molte funzionalità premium per un set di auricolari di fascia media e non c'è molto di cui lamentarsi.
Dopo aver trascorso poco più di una settimana con questi auricolari, la mia più grande lamentela è il prezzo.
A proposito di questa recensione: ho ricevuto gli OnePlus Buds Z2 da OnePlus il 4 dicembre 2021 in Obsidian Black.
OnePlus non ha avuto input sul contenuto di questa recensione.
OnePlus Buds Z2 Specifiche Specifiche OnePlus Buds Z2 Costruzione N/D Dimensioni e peso N/D Driver per altoparlanti Driver dinamici da 11 mm Ottimizzati per la riproduzione dei bassi Microfono/i Array triplo microfono Connettività Bluetooth 5.2 Batteria e ricarica Solo auricolari: ANC attivato: fino a 5 ore ANC disattivato: fino a 7 ore Auricolari + custodia: ANC attivato: fino a 27 ore ANC disattivato: fino a 38 ore Supporto per la ricarica rapida La ricarica di 10 minuti aggiunge 5 ore di riproduzione combinata Altre caratteristiche Certificazione IP55 (solo auricolari) Dolby Atmos Dirac Sintonizzatore audio Supporto per la cancellazione attiva del rumore (picco di 40 dB) Porta USB di tipo C per la ricarica Colori Ossidiana Nero Perla Bianco OnePlus Buds Z2 Design Gli OnePlus Buds Z2 adottano più o meno lo stesso identico design degli OnePlus Buds Z, fino alla sensazione in -orecchio.
Hanno le stesse punte in gel, la stessa superficie circolare sensibile al tocco per i controlli gestuali e lo stesso design a stelo corto.
Sono altrettanto comodi e possono stare nelle mie orecchie per lunghi periodi di tempo senza disagio, molto meglio di OnePlus Buds Pro.
La custodia in sé è piccola e senza pretese, proprio come con l'originale OnePlus Buds Z.
È una piccola conchiglia di plastica a forma di pillola che sembra economica ma è anche leggera e comoda da tenere e si adatta perfettamente alla mia tasca accanto al mio telefono o al mio portafoglio.
Mi sporge un po' dalla tasca grazie al suo spessore: avrei preferito che fosse più largo come la custodia OnePlus Buds Pro, anche se non è un grosso problema.
Per quanto riguarda il colore, questa è generalmente una preferenza personale, ma sono un grande fan degli auricolari di colore più scuro rispetto agli auricolari bianchi più luminosi.
Gli auricolari più scuri si integrano meglio con le mie scelte di abbigliamento e spesso sono anche più difficili da vedere.
Gli auricolari bianchi sporgono come un pollice dolorante il più delle volte.
Non c'è la ricarica wireless qui, anche se c'è una ricarica rapida e il pulsante di associazione si trova sul retro degli auricolari, sotto la cerniera.
Una volta entrati in modalità di associazione, la luce anteriore lampeggerà di colore bianco.
Non puoi metterli in modalità di associazione senza che entrambi gli auricolari siano all'interno della custodia.
Una volta che gli OnePlus Buds Z2 sono associati ai tuoi dispositivi, sono abbastanza intelligenti da passare a qualsiasi cosa stia tentando di connettersi a loro.
/* Pull quote size e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteright { margin-top: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .quoteright { larghezza: 50%; galleggiante: a destra; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullrightstyle { border-top: 0px; bordo-basso: 0px; padding-bottom: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura: 0px; } blockquote.rightquotestyle { color: #006e95 !important; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteright { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { padding: 0rem; } } Per quanto riguarda i gesti, per impostazione predefinita, un singolo tocco mette in pausa/riproduce la musica, due tocchi salta al brano successivo e tre tocchi al brano precedente.
Tenendo premuto per un secondo si passa tra ANC e Modalità trasparenza e tenendo premuto per tre secondi si passa tra i due dispositivi accoppiati più di recente.
Non c'è alcun gesto per controllare il volume e il singolo tocco è troppo facile da attivare secondo me ed è fastidioso da gestire.
Non ho problemi con i gesti che vengono persi grazie all'area tattile piatta, ma è frustrante che sia così facile da attivare accidentalmente.
Questi auricolari hanno il supporto di Google Fast Pair e ho detto in precedenza che più dispositivi Bluetooth devono utilizzarlo.
Per chi non lo sapesse, Fast Pair di Google è un sistema proprietario che fa parte di Google Play Services e, quindi, è presente praticamente su tutti gli smartphone Android.
Utilizza Bluetooth Low Energy per rilevare gli accessori Bluetooth nelle vicinanze che stanno cercando di accoppiarsi e mostrerà una foto dell'accessorio e un pulsante di connessione se vengono scoperti nelle vicinanze sul tuo smartphone Android.
Le periferiche abilitate per Fast Pair sono registrate sul tuo account Google e funzionano con Trova il mio dispositivo di Google se le perdi visualizzando la loro ultima posizione registrata.
Puoi anche visualizzare le informazioni sulla batteria degli auricolari Bluetooth su qualsiasi dispositivo a cui sono stati precedentemente associati.
Rende il processo di abbinamento un gioco da ragazzi.
Gli auricolari OnePlus Buds Z2 sono certificati IP55 per la resistenza alla polvere e all'acqua (getto d'acqua a bassa pressione ma sostenuto).
Ciò significa che non devi preoccuparti che il sudore o la pioggia danneggino gli auricolari, anche se tieni presente che i danni causati dall'acqua non sono ancora coperti dalla garanzia.
Audio, software e durata della batteria /* Pull quote size e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteleft { margin-top: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .quoteleft { larghezza: 50%; galleggiante: sinistro; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullleftstyle { border-top: 0px; bordo-basso: 0px; padding-bottom: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura: 0px; } blockquote.leftquotestyle { color: #006e95 !important; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteleft { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { padding: 0rem; } } Quando si tratta di auricolari, generalmente la parte più importante dell'esperienza è l'effettiva qualità del suono.
Posso perdonare felicemente un paio di auricolari per la mancanza di funzionalità se hanno una buona qualità audio, e le OnePlus Buds Z2 sono decisamente a metà strada.
Sono molto potenti nei bassi, a disagio, e non c'è un equalizzatore integrato come su OnePlus Buds Pro.
Di conseguenza, ho fatto ricorso a Wavelet per rimuovere parte della fascia bassa.
Mentre ad alcuni utenti piacciono i bassi pesanti, questo mi sembra opprimente.
Se vuoi dare un'occhiata alla playlist su cui ho testato principalmente gli OnePlus Buds, puoi verificarla qui su Spotify.
Molte canzoni, come 1:42 di Danger, suonano travolgenti incentrate sulla fascia bassa, e la chiusura di Touch dei Daft Punk suona fangosa.
La qualità del suono è buona e se non ti dispiace il basso potente (che sembra essere un punto di forza per molti altri marchi), allora non ti dispiacerà nemmeno questi auricolari.
Sono solo deluso, perché mi aspettavo di meglio da OnePlus data la qualità del suono di OnePlus Buds e OnePlus Buds Pro.
Ancora più strano è che OnePlus afferma che questi auricolari hanno gli stessi driver da 11 mm dei OnePlus Buds Pro, ma sicuramente non li sento.
Per lo meno, il design di questi auricolari con le loro punte in silicone isola molto rumore da solo e l'attivazione dell'ANC fa un ottimo lavoro nell'eliminare ulteriori rumori esterni.
C'è anche una modalità trasparenza, anche se non sono un fan dell'implementazione della modalità trasparenza su tutti gli auricolari che ho usato.
figure.center { margin-top: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .quotecenter { larghezza: 80%; galleggiante: nessuno; margine: automatico; margine superiore: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.quotestyle { border-top: 0px; bordo-basso: 0px; imbottitura: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura: 0px; } blockquote.centerquotestyle { color: #006e95 !important; } @media only screen e (larghezza massima: 600 px) { .quotecenter { larghezza: 90%; } } Per modificare le impostazioni su questi auricolari, dovrai scaricare l'app HeyMelody o utilizzare un telefono OnePlus e modificarle dalle impostazioni Bluetooth del telefono.
Entrambi funzionano e presentano le stesse opzioni, inclusa la possibilità di aggiornare il firmware.
Per inciso, la mancanza di qualsiasi marchio OPPO o OnePlus sull'app HeyMelody (lo sviluppatore è elencato come "HeyTap") potrebbe confondere alcune persone.
HeyMelody (gratuito, Google Play) → Quando si tratta di ANC, OnePlus Buds Z2 ha alcune opzioni.
Puoi scegliere di accenderlo, attivarlo al massimo ANC, disattivarlo o scegliere la modalità trasparenza.
L'ANC su questi auricolari è notevolmente un po' più debole rispetto agli OnePlus Buds, ma non di molto.
Se ANC è la caratteristica più importante per te, però, prendi il Sony WF-1000XM4.
Non c'è una cancellazione intelligente del rumore come su OnePlus Buds Pro, né c'è Zen Mode Air.
Per quanto riguarda l'ANC, ho scoperto che è abbastanza decente nell'eliminare il rumore circostante, come quando si è in macchina o in treno.
Non sono così buoni come OnePlus Buds Pro, ma svolgono bene il loro lavoro.
Quando rimuovi un auricolare dalle orecchie, la musica si interromperà, ma continuerà a essere riprodotta se lo rimetti entro 3 minuti.
Mi piace per la maggior parte questa funzione, ma vorrei che anche questa fosse personalizzabile.
OnePlus Buds Z2 può anche funzionare in modo indipendente in modo da poter ascoltare con un auricolare e avere gli stessi gesti e la pausa/riproduzione automatica.
Per le telefonate, puoi rispondere o terminare una chiamata con un doppio tocco sull'area touch e puoi rifiutare una chiamata premendo a lungo l'area touch per 5 secondi.
Non ho avuto problemi con la durata della batteria degli OnePlus Buds Z2 e si ricaricano abbastanza velocemente anche nella custodia.
Dalla mia esperienza, stai cercando di ottenere circa quattro o cinque ore di gioco con ANC attivato e fino a sette con ANC disattivato.
Conclusione /* Pull quote size e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteleft { margin-top: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .quoteleft { larghezza: 50%; galleggiante: sinistro; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !important; margin-bottom: 0px !important; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullleftstyle { border-top: 0px; bordo-basso: 0px; padding-bottom: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura: 0px; } blockquote.leftquotestyle { color: #006e95 !important; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteleft { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { padding: 0rem; } } Gli OnePlus Buds Z2 non sono i miei primi auricolari OnePlus, ma questo è sicuramente il più deluso che abbia avuto con un paio di loro, soprattutto per il prezzo.
Arrivando a € 99, questi sono costosi e trovo difficile giustificarli quando puoi acquistare OnePlus Buds Pro (anche con tutti i loro difetti) solo per quel qualcosa in più.
Se ti piacciono i bassi, forse non avrai problemi, ma la firma sonora di questi auricolari non è di mio gusto.
Non ci sono nemmeno funzionalità aggiuntive e simili come Zen Mode Air, OnePlus Audio ID e altro sono completamente fuori luogo.
OnePlus Buds Z2 Gli OnePlus Buds Z2 sono un paio di auricolari di fascia media con molte caratteristiche di base.
Questi perdono alcune delle funzionalità esclusive di OnePlus come l'ID audio, ma si integrano perfettamente con un telefono OnePlus.
Caratteristiche: Pro: Contro: Vedi su OnePlus UK Anche l'esperienza del software lascia molto a desiderare, soprattutto perché l'app HeyMelody è ancora necessaria.
Se hai già un telefono OnePlus, questi si integreranno bene, ma per il resto è importante sapere che avrai bisogno dell'app HeyMelody per controllare i tuoi auricolari.
Menziona solo OnePlus o OPPO di sfuggita e non è immediatamente chiaro che sia l'app di cui hai bisogno.
L'app HeyMeldoy è menzionata anche sul retro della guida di avvio rapido che trovi nella confezione (le persone le leggono attentamente?) e non c'è un codice QR o altro per accedere facilmente al link del Play Store.
Detto questo, la qualità del suono è accettabile e l'ANC è decente.
Questi sono un paio di auricolari che potresti sicuramente prendere in considerazione quando li confronti con altri sul mercato, ma onestamente, se hai intenzione di acquistare un paio di auricolari OnePlus, aggiorna e prendi OnePlus Buds Pro.
Altrimenti, darei un'occhiata al nostro elenco dei migliori auricolari wireless per vedere se qualcos'altro attira la tua attenzione.
Il post Recensione OnePlus Buds Z2: volutamente di fascia media con un buon ANC è apparso per primo sugli sviluppatori xda.

Commenti

commenti