Lenovo / Motorola renderà l'India un hub di esportazione e targetizza le Rs. 10.000-20.000 segmenti

Motorola, di proprietà di Lenovo, che ha acceso il passaggio agli smartphone in India con il suo primo smartphone Moto G, è ora ridotta al 12 ° posto in classifica. Ciò a causa della concorrenza spietata dei coetanei cinesi, tra cui OPPO, Vivo, nonché dell'attuale leader del mercato degli smartphone indiani – Xiaomi. I giocatori cinesi, in particolare Xiaomi, sono stati in grado di prendere l'iniziativa stabilendo un forte canale di produzione e distribuzione in India, che li aiuta a ottenere benefici fiscali nell'ambito dell'iniziativa governativa "Make in India". Ora, Lenovo-Motorola sta pianificando una strada simile al successo e ha annunciato i suoi piani per stabilire l'India come hub per le esportazioni. A partire dalla fine di aprile 2019, Lenovo-Motorola inizierà l'esportazione di smartphone in regioni come l'America Latina, uno dei principali mercati Motorola, nonché l'Asia-Pacifico. Lenovo si concentrerà ora principalmente sul segmento di smartphone con un prezzo compreso tra ₹ 6.000 e ₹ 20.000. Motorola, d'altra parte, avrà un approccio più focalizzato, che si rivolge solo a un segmento da $ 10.000- $ 20.000. Prashanth Mani, responsabile del settore mobile di Lenovo in India e amministratore delegato di Motorola Mobility, ha dichiarato a The Economic Times che il gruppo è attualmente in grado di produrre 12 milioni di unità all'anno. Oltre a questo, un grande investimento andrà in questo business per scalarlo in termini di volume sulla base della domanda. Mani ha notato che il mercato indiano degli smartphone sta assistendo a turbolenze simili dovute a "giochi di prezzo", come abbiamo visto nel settore delle telecomunicazioni con l'ingresso di Reliance Jio alcuni anni fa. "Non siamo nella lotta per il volume e la condivisione del valore", ha detto, sottolineando che l'obiettivo ora è rendere redditizia Motorola. Oltre all'assemblaggio di smartphone, Lenovo-Motorola assemblerà schede di circuiti stampati (PCB) in India e produrrà batterie e caricabatterie localmente in collaborazione con Flex Ltd. – che produce anche smartphone per Xiaomi. Hailing OnePlus, l'esecutivo ha detto che per trarre profitto, un'azienda deve concentrarsi sui segmenti di fascia media e sub-premium e un catalogo più snello. Ha aggiunto che Lenovo-Motorola ha semplificato la sua linea in modo da ottenere efficienza nella produzione. Esenzione dai dazi all'importazione per gli esportatori di beni elettronici Tra le varie iniziative del governo indiano che incentivano la produzione locale e l'esportazione di merci, il regime di esportazione di beni strumentali (EPCG) consente ai produttori di prodotti elettronici di importare materie prime e beni essenziali per la produzione a zero importazioni dovere. Per cogliere i benefici del regime, i produttori devono esportare prodotti per un valore almeno pari a sei volte il dazio risparmiato sull'importazione di beni di preproduzione (compreso il software). Queste esenzioni potrebbero aiutare Lenovo-Motorola a ridurre alcune delle perdite ed essere motivato a realizzare profitti. Fonte: The Economic Times Il post Lenovo / Motorola renderà l'India un hub di esportazione e targetizza le Rs. Il segmento 10.000-20.000 è apparso per la prima volta su xda-developers.

Commenti

commenti