Tech

La startup di lavanderia peer-to-peer Loopie acquisisce Bidbud, una piattaforma di offerte di lavoro della gig economy

Loopie, il servizio di lavanderia peer-to-peer di Seattle, ha annunciato lunedì l'acquisizione di Bidbud, una piattaforma di gig economy che consente ai clienti di pubblicare opportunità di lavoro a cui possono partecipare liberi professionisti e fornitori di servizi.
In un comunicato stampa, Loopie ha definito questa mossa un modo strategico per rivoluzionare il mercato delle sue app mobili.
Lanciata nel luglio 2018, Loopie è guidata dal co-fondatore e CEO John Vincent Lee.
L'app mobile lavanderia a gettoni mette in contatto persone che non hanno il tempo o la voglia di occuparsi della propria biancheria sporca con persone che possono lavare e asciugare da sole e guadagnare soldi facendolo.
Lee ha pubblicato un post sull'acquisizione su LinkedIn lunedì.
"Sono entusiasta di lavorare con il team di Bidbud su come possiamo integrare la loro tecnologia sia sul fronte della lavanderia che oltre, mentre iniziamo a esplorare nuovi ambiti su come possiamo creare valore per le comunità che serviamo attraverso la nostra piattaforma di mercato combinata", ha scritto Lee.
Loopie ha raccolto fino ad oggi 4 milioni di dollari, di cui quasi 1 milione nel 2022 dall'investitore e imprenditore startup Jason Calacanis e dal Launch Syndicate.
Calacanis è ben noto per il suo sostegno da 25.000 dollari a Uber nei primi giorni della società di ride-hailing.
Ha anche investito presto in Robinhood, Calm e Thumbtack.
Altri sostenitori includono Hyphen Capital, 37 Angels, Band of Angels, Elevate Capital e gli angeli TiE.
E Loopie ha anche raccolto $ 388.710 da 170 investitori in una campagna Wefunder lo scorso novembre.
Fondata nel 2019 dal CEO James Fakhoury e dal CTO Elias Salmo, entrambi laureati all'Università di Washington, Bidbud ha sede a Tacoma, Washington.
"La nostra missione è sempre stata quella di semplificare e arricchire l'esperienza del mercato della gig-economy attraverso la tecnologia", ha affermato Fakhoury in un dichiarazione.
“Con questa acquisizione, siamo pronti a sbloccare un potenziale senza precedenti, unendo le nostre forze per migliorare il modo in cui gli utenti interagiscono con i servizi on-demand”.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d