Tech

Glowforge entra in conflitto legale con un "attivista" tecnologico che mette in dubbio la sicurezza degli incisori laser della startup

Glowforge, il produttore di incisori laser 3D con sede a Seattle, è stato coinvolto in una controversia legale con un uomo di Las Vegas che da anni sostiene online che la startup vende macchine difettose e pericolose.
In una dichiarazione depositata presso la Corte superiore della contea di King datata 31 ottobre 2023 (vedi la causa completa di seguito), Glowforge ha accusato Jonathan Gleich, un appassionato di tecnologia e attivista autoproclamato, di aver fatto accuse false e diffamatorie sull'azienda e sui suoi prodotti sui social media.
media.
Sostenendo che la presunta condotta di Gleich stava danneggiando la reputazione di Glowforge tra i clienti e nella comunità imprenditoriale delle stampanti laser 3D, Glowforge chiedeva danni non specificati e provvedimenti ingiuntivi che impedissero a Gleich di tale condotta.
Ma la scorsa settimana la società ha presentato una nuova mozione per respingere senza pregiudizi la sua richiesta contro Gleich.
L'udienza su tale mozione è prevista per venerdì a Seattle.
"È profondamente preoccupante quando qualcuno fa accuse infondate sulla sicurezza dei nostri prodotti", ha detto a GeekWire Dan Shapiro, CEO di Glowforge.
Ma oltre a ciò, Shapiro ha citato la questione legale pendente per la sua incapacità di rispondere al motivo per cui Glowforge ha cercato di respingere il reclamo e quale sarebbe la sua risposta se Gleich continuasse a parlare apertamente della società.
Classificata al 23° posto nell'indice GeekWire 200 delle startup del Pacifico nordoccidentale, Glowforge è una delle startup di più alto profilo di Seattle.
Ad oggi la società ha raccolto 135 milioni di dollari da investitori tra cui DFJ Growth, Foundry Group, Revolution Growth e True Ventures.
I suoi prodotti principali – spesso definiti "stampanti" – includono le macchine Glowforge Plus ($ 4.995) e Glowforge Pro ($ 6.995), e la più economica Aura ($ 1.200), lanciata lo scorso luglio come un modo per attirare un pubblico più ampio di consumatori all’artigianato casalingo.
I commenti nei forum online, sul sito web del Better Business Bureau e nei rapporti depositati presso la Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti e la Divisione Prodotti di Consumo dell'Ufficio del Procuratore Generale dello Stato di Washington dimostrano che le preoccupazioni e i reclami dei clienti su Glowforge si estendono oltre le sole affermazioni di Gleich.
Forse fedele a come è nata la disputa, Gleich aveva molto da dire in un'intervista con GeekWire su come è arrivato a questo punto con Glowforge.
“Non sono nessuno.
Sono un rando su Internet.
Sono un fanatico", ha detto Gleich.
"Fondamentalmente lo faccio per costringerli a fare la cosa giusta." Sulla sua pagina Wikipedia, Gleich descrive in dettaglio alcune delle sue passate attività tecnologiche e passioni geek.
Nel 2008, il Brooklyn Paper ha presentato Gleich in un articolo sui suoi spostamenti quotidiani a New York City, dove era stato multato dalla polizia per aver guidato un Segway senza registrazione.
Nel 2009, ha vinto il primo premio nella divisione Motorized Float alla Coney Island Sirene Parade, apparendo come Zoltar del film "Big" sullo stesso dispositivo elettrico a due ruote.
Gleich si definisce un creatore, un armeggiatore e un inventore.
Ex professionista IT, ha dozzine di progetti pubblicati con il nome utente Macgeek su Instructables, una comunità online per persone a cui piace creare cose.
Una sezione del suo sito, in cui si definisce un “attivista”, menziona i suoi sforzi per “aumentare la consapevolezza” su Glowforge e sui presunti problemi con le loro macchine.
Circa tre anni fa, ha messo le mani su un Glowforge Plus tramite Amazon per provarlo e realizzare alcuni prototipi per altri progetti.
Si è appassionato.
"Lo usavo con gioia e creavo cose e mi divertivo a fare l'artigiano", ha detto Gleich.
Gleich ha detto di aver acquistato la macchina nuova, con una garanzia di un anno.
Aveva voglia di aprirlo, giocare e modificare in qualche modo l'incisore.
"Il mio scherzo è che annullo le garanzie", ha detto.
Ma invece di fare questo alla sua nuova macchina, ne comprò una usata da un venditore privato.
E poi un altro.
E in breve tempo nei gruppi e nei forum online di Glowforge si sparse la voce che Gleich era un ragazzo che apriva macchine, le riparava, vendeva parti usate, offriva consigli per la riparazione, ecc.
determinati modelli”, ha detto Gleich.
Fu allora che disse di aver iniziato a trovare cavi ad alta tensione con fori bruciati nell'isolamento del cablaggio, all'interno delle macchine Glowforge.
Nei post sui social media e nelle fotografie condivise con GeekWire, Gleich cita quei fili bruciati come prova di un presunto difetto di fabbricazione.
Glowforge ha definito le affermazioni "imprecise e fuorvianti" e ha affermato che un post su Facebook nell'ottobre 2022 "ha generato numerose risposte negative da parte di coloro che si affidavano a informazioni false, inclusa la richiesta se Glowforge avrebbe emesso un richiamo".
Numerosi rapporti sugli incidenti che descrivono in dettaglio i problemi relativi ai cavi con le macchine Glowforge sono stati inviati alla Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo degli Stati Uniti da diversi proprietari di Glowforge e possono essere visualizzati qui, qui, qui, qui, qui, qui, qui e qui.
"Sono uno delle centinaia a cui ciò è accaduto", si legge in un rapporto di un cliente Glowforge.
“Adoro queste macchine e ne ho avute sei in tutto, ma l'azienda deve aiutare i propri clienti meglio di così.
Devono mandare a tutti noi una nuova macchina con il cavo difettoso riparato." Due mesi prima di intentare una causa contro Gleich, Glowforge gli ha inviato una lettera di cessazione e desistenza nell'agosto 2023, affermando che le sue "dichiarazioni false, fuorvianti e provocatorie sono intenzionalmente dirette a tentare di causare danni alla nostra attività".
Nella sua denuncia contro Gleich, Glowforge ha affermato che “tutte le denunce presentate da agenzie governative sono state esaminate, respinte o chiuse senza indagini”.
Gleich ha detto che Glowforge gli ha detto che la normale usura del cablaggio interno è coperta dalle politiche di garanzia esistenti e che non ci sono problemi di sicurezza con il cavo dell'alta tensione.
Shapiro ha dichiarato a GeekWire che l'azienda ha “trascorso anni concentrandosi sulla garanzia della sicurezza dei nostri prodotti.
Infatti, per quanto ne sappiamo, siamo l’unica azienda nel nostro campo che fa testare i suoi prodotti da un laboratorio di prova designato dall’OSHA e riconosciuto a livello nazionale”, chiamato TÜV SÜD.
Shapiro ha fondato l'azienda nel 2015 con gli altri veterani della startup Mark Gosselin, l'attuale CTO, e Tony Wright, che ha lasciato l'azienda nel 2017.
Shapiro aveva precedentemente venduto la startup Sparkbuy a Google e ha creato Robot Turtles, un gioco da tavolo di programmazione per bambini che è stata una delle campagne di maggior successo di sempre su Kickstarter.
Al di là della controversia legale, Glowforge ha dovuto affrontare la sua dose di ostacoli lungo il suo viaggio.
Dopo aver stabilito un record di crowdfunding di 30 giorni nel 2015 con 27,9 milioni di dollari di vendite per il suo incisore 3D iniziale, Glowforge aveva ancora a che fare con acquirenti frustrati due anni dopo a causa dei ritardi nella spedizione.
Più di recente, la startup, che impiegava 145 persone la scorsa estate, ha tagliato 30 posti di lavoro a dicembre e poi ha subito ulteriori licenziamenti all’inizio di febbraio dopo che un round di investimenti era fallito.
Oltre alle sue affermazioni sul presunto difetto di fabbrica dell'alimentatore, Gleich sostiene che Glowforge invia macchine ricondizionate a clienti che vengono spacciate per nuove.
Ha citato macchine con segni rossi sulle viti sul fondo di quelle macchine come prova del fatto che l'azienda ha lavorato su quelle macchine in precedenza.
"Credo che stiano ristrutturando le macchine con alimentatori usati che già presentano il difetto e mettendo una guaina [di nylon] su un alimentatore usato e poi inserendolo in una macchina", ha detto Gleich.
La denuncia di Glowforge diceva: "Gleich ha preso di mira i clienti attuali e potenziali di Glowforge con false informazioni secondo cui le macchine vendute come nuove potevano essere identificate come effettivamente rinnovate" individuando le viti con testa Phillips sul fondo della macchina contrassegnate in rosso.
"Questo è palesemente falso", si legge nella denuncia.
"Le nuove unità prodotte da Glowforge hanno segni rossi sulle viti." Leggi la denuncia di Glowforge dell'ottobre 2023 contro Jonathan Gleich:

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d