Tech

Gli ex dirigenti di Zillow espandono la startup di mutui Tomo nella ricerca di case

Questa storia è apparsa originariamente su Real Estate News.
La startup di mutui immobiliari Tomo si sta dedicando alla ricerca di case con il rilancio del suo sito web.
Il trasferimento non rappresenta solo un'importante espansione dell'ambito e del modello di business dell'azienda, ma è anche un ritorno alle radici dei fondatori.
Il CEO Greg Schwartz, insieme al co-fondatore di Tomo Carey Armstrong e al responsabile dello sviluppo aziendale Chris Lowe, hanno precedentemente lavorato insieme a Zillow sul prodotto Premier Agent del gigante della ricerca domestica.
Quando Tomo è stata lanciata nel giugno 2021, la società si concentrava esclusivamente su mutui e prestiti online.
Ora sembra che il team fondatore stia portando Tomo in una direzione nuova ma familiare, anche se con alcune nette differenze.
Il rilascio segna una pietra miliare in un viaggio di alti e bassi per Tomo che ha incluso nuovi finanziamenti da parte degli investitori seguiti da licenziamenti in un mercato immobiliare difficile.
Schwartz ha parlato con Real Estate News dell'ultima espansione di Tomo nello spazio del portale e di cosa significa per l'azienda e i consumatori.
Le risposte sono state modificate per brevità e chiarezza.
Cosa ha spinto a questa mossa? Greg Schwartz: Questa è una meravigliosa adiacenza per la nostra attività di mutui.
Non so se abbiamo mai avuto intenzione di lanciare un portale, a dire il vero, ma ce l'abbiamo nel sangue.
Una volta che ti entra dentro, di solito non vai avanti.
Ho osservato attentamente OpenAI e ChatGPT per un po' e mi sono anche concentrato su ciò che la visione artificiale potrebbe portare al settore immobiliare con una migliore analisi dei dati e delle foto.
Questa comparsa dell’intelligenza artificiale sembra un altro cambiamento di piattaforma – penso che non sia un’intuizione straordinariamente unica – ma penso che abbia il potenziale per trasformare il modo in cui le persone cercano casa.
E questa è un'opportunità che si presenta una o due volte nella carriera, ed era troppo difficile non coglierla.
Questo passaggio alla ricerca di case segnala che Tomo si sta allontanando dal business dei mutui? Non è assolutamente un perno del mutuo: il mutuo è il cuore di questa azienda.
È un'espansione.
Nella nostra ultima azienda, e in molte aziende, si parte dal nucleo e ci si espande.
Una volta che il tuo core è in ottima forma, ti sposti in linee di business adiacenti in cui ritieni di poter avere successo, e questa è un'espansione in una linea di business adiacente che riteniamo potrebbe avere davvero successo.
Come pensi di competere con i giganti della ricerca domestica come Zillow e qual è la proposta di valore offerta da Tomo? Quando vedi persone competere sulla spesa pubblicitaria e sui marchi, di solito è che la categoria è maturata al punto in cui stai arrivando all'economia di base.
Nello stesso momento emergerà l'intelligenza artificiale e la competizione sarà basata sull'innovazione dei prodotti.
Non avremo mai a breve un budget pubblicitario più grande di quello di questi giganti in carica, ma competeremo per avere il prodotto più innovativo che soddisfi gli acquirenti di case.
Una delle cose che abbiamo lanciato sono stati gli approfondimenti sulla negoziazione, ovvero una serie più ricca di approfondimenti per aiutare le persone ad aggiudicarsi una casa.
Tutti questi sono tratti dalle nostre esperienze personali e quindi abbiamo svolto un'enorme quantità di ricerche sul prodotto.
Queste intuizioni – sapere chi è il venditore, qual è la sua professione, qual era l’entità del suo mutuo, qual era la situazione patrimoniale – mi hanno aiutato a modellare una visione.
Voglio che ogni consumatore, ogni acquirente di casa, abbia a portata di mano tutti gli strumenti a disposizione di un investitore per prendere decisioni più informate, perché è difficile vincere.
Si tratta di una tecnologia ragionevolmente impegnativa con un team ragionevolmente grande che ci lavora sopra, e ci lavorano giorno e notte da un po' di tempo.
Ci sono problemi di privacy riguardo alla condivisione di questo tipo di informazioni con i normali acquirenti di case? HomeServices of America licenziato dal caso delle commissioni Le entrate di CoStar – e la spinta di Homes.com – superano le aspettativeL'ex dirigente di Zillow espande il sito di mutui Tomo nella ricerca di case Sono dati di registri pubblici, e sono sempre stati là fuori.
Ma è là fuori nelle mani di coloro che sanno, e non nelle mani di coloro che non lo sanno, e questo è il punto.
Gli investitori grandi e piccoli dispongono di questi dati da anni e nessuno li ha forniti in modo che un singolo acquirente di casa possa utilizzarli, ed è questo che sosteniamo.
È davvero facile per chiunque abbia problemi di privacy o sicurezza [rinunciare].
C'è un modulo di posta elettronica proprio sotto i dati.
Inviaci un'e-mail e, senza fare domande, cancelleremo il nome.
Il sito attualmente include elenchi di 21 stati.
Ci sono piani di espansione? Certamente.
Ci siamo concentrati sull'impronta che conosciamo per questo lancio, ma intendiamo essere in ogni stato e in ogni mercato entro la fine dell'anno.
Circa il 50% delle inserzioni in America sono sul portale lanciato oggi e stiamo aggiungendo stati e MLS come un matto in tutto il paese.
A chi andranno i lead e come possono gli agenti iscriversi per lavorare con te? Lo abbiamo testato in silenzio con alcuni team meravigliosi e famosi come Jamie McMartin a Houston, Texas, e Laurie Reader a Boca Raton, Florida, che sono due esempi di alcuni dei nostri fantastici partner.
E' ancora presto ma si sta costruendo.
Gli agenti possono procedere e inviarci un'e-mail sul sito Web se desiderano mettersi in contatto con noi.
Alla fine, costruiremo una rete di agenti partner una volta ottenuto il traffico.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d