Facebook per acquisire i laboratori CTRL; La startup "interfaccia neurale" ha raccolto denaro da Amazon, Vulcan e altri

Facebook acquisirà CTRL-lab, una startup con sede a New York che sta reinventando il modo in cui il cervello umano può connettersi con le macchine.
CNBC ha agganciato la dimensione dell'accordo a circa $ 1 miliardo.
Oggi siamo entusiasti di condividere che Facebook ha accettato di acquisire i laboratori CTRL.
Il nostro team è entusiasta di unirsi a @boztank e al suo gruppo Facebook Reality Labs per potenziare le persone con interfacce neurali non invasive su vasta scala.
https://t.co/b5w8ks62Sj – CTRL-labs (@CTRLlabsCo) 23 settembre 2019 CTRL-labs ha sviluppato un braccialetto che raccoglie i segnali dal cervello e consente agli utenti di controllare un dispositivo digitale senza muovere un dito.
La sua visione a lungo termine è spianare la strada all'adozione da parte dei consumatori di massa della tecnologia di interfaccia neurale non invasiva.
La società è stata co-fondata nel 2015 da Thomas Reardon, che ha contribuito a sviluppare il browser Internet Explorer di Microsoft e Patrick Kaifosh, un neuroscienziato teorico.
I laboratori CTRL hanno raccolto finora $ 67 milioni da investitori, incluso il Alexa Fund di Amazon; la capitale vulcaniana di Paul Allen; e molti altri.
Molti potenziali casi d'uso per questo: immagina di avere occhiali AR che puoi controllare a mani libere.
O giochi VR.
O qualcosa di medico? Molto lontano (probabilmente) ma interessante – Kurt Wagner (@ KurtWagner8) 23 settembre 2019 I dipendenti dei laboratori CTRL si uniranno al team di Facebook Reality Labs, precedentemente noto come Oculus Research.
Facebook ha acquistato Oculus per $ 2 miliardi nel 2014.
"Passiamo molto tempo a cercare di far sì che la nostra tecnologia faccia ciò che vogliamo piuttosto che goderci le persone che ci circondano", ha scritto in un post il vicepresidente AR / VR di Facebook Andrew Bosworth.
"Sappiamo che esistono modi più naturali e intuitivi per interagire con dispositivi e tecnologia.
E vogliamo costruirli.
È per questo che abbiamo deciso di acquisire i laboratori CTRL.
”Ecco di più dal post di Bosworth: la visione di questo lavoro è un braccialetto che consente alle persone di controllare i propri dispositivi come naturale estensione del movimento.
Ecco come funzionerà: hai neuroni nel midollo spinale che inviano segnali elettrici ai muscoli della tua mano dicendo loro di muoversi in modi specifici come fare clic con il mouse o premere un pulsante.
Il braccialetto decodificherà quei segnali e li tradurrà in un segnale digitale che il tuo dispositivo può capire, dandoti il controllo della tua vita digitale.
Cattura le tue intenzioni in modo da poter condividere una foto con un amico usando un movimento impercettibile o semplicemente, beh, con l'intenzione di farlo.
Una tecnologia come questa ha il potenziale per aprire nuove possibilità creative e reinventare le invenzioni del XIX secolo in un mondo del XXI secolo.
Ecco come possono apparire le nostre interazioni in VR e AR un giorno.
Può cambiare il modo in cui ci connettiamo.
Ecco alcuni video che mostrano la tecnologia dei laboratori CTRL in azione e una clip di Reardon che introduce il kit CTRL all'evento di avvio Slush 2018 a dicembre.

Commenti

commenti