Il proprietario di Sports Illustrated Maven raccoglie 20 milioni di dollari per alimentare controversi piani editoriali

Maven, la società di media con sede a Seattle che ha acquistato Sports Illustrated all'inizio di quest'anno, ha raccolto 20 milioni di dollari e ha rivelato più della sua strategia per l'iconica pubblicazione sportiva, oltre a pianificare di inserire notizie politiche in vista delle elezioni presidenziali del prossimo anno.
La documentazione pubblica rivela il nuovo finanziamento, che Maven ha confermato a GeekWire.
Gli investitori nella presentazione includono membri del consiglio di amministrazione di Maven: CEO di Maven James Heckman Presidente di Maven Josh Jacobs Maven Presidente John Fichthorn, responsabile degli investimenti alternativi per B.
Riley Capital Management David Bailey, co-fondatore di Po.et e presidente del Po.et Anche la Fondazione Peter Mills, ex CEO di Cimbal Inc.
Rinku Sen, ex direttore esecutivo di Race Forward ed editore di Colorlines.com Todd Sims, vicepresidente senior della strategia digitale di Anschutz Entertainment Group Maven, che è quotata in borsa, è anche pubblicata.
presentazione per gli investitori che descriva in dettaglio come l'azienda mira a fare soldi con i media online.
Il passo fondamentale è acquistare marchi di punta come Sports Illustrated, creare una rete di canali indipendenti con quel marchio e utilizzare i collaboratori per riempire quei canali con articoli e video.
Maven ha recentemente fatto notizia a seguito di licenziamenti presso Sports Illustrated, che ha suscitato critiche da parte di dipendenti e sindacati tra cui la Los Angeles Guild e la NewsGuild di New York.
Hanno denigrato i tagli come un altro esempio di sacrificio del giornalismo di qualità nella ricerca di profitti fugaci.
L'anno scorso, Maven ha acquisito Say Media e Hubpages, licenziando più di una dozzina di membri dello staff poco dopo.
La società ha respinto i suoi detrattori, citando piani di assunzione di nuovi collaboratori e altri sforzi per "rivitalizzare e rafforzare" Sports Illustrated.
Maven mira ad avere 200 siti web specifici per team sotto Sports Illustrated e 60 "partnership di giornalisti finanziari" all'interno di TheStreet, che ha acquisito all'inizio di quest'anno.
Ma quelle sono solo due delle oltre 30 "reti di contenuti" che Maven intende costruire.
La società sta anche "perseguendo attivamente" un marchio di notizie e politica che riunirebbe più di 100 giornalisti in tempo per coprire le elezioni del 2020.
I ragazzi che hanno appena sventrato Sports Illustrated hanno rivelato un po 'di più sulla loro strategia aziendale e stanno dicendo agli investitori che vogliono anche essere coinvolti nella copertura del 2020.
https://t.co/lfOQrf8rge pic.twitter.com/GGtU9n3YIQ – Matt Pearce ? (@mattdpearce) 14 ottobre 2019 Jim Cramer, conduttore di CNBC "Mad Money", che ha co-fondato TheStreet, ha recentemente lanciato Bull Market Fantasy, un marchio di sport fantasy all'interno di Sports Illustrated.
Maven ha anche assunto ex giocatori e giornalisti della NFL per guidare i nuovi siti Web specifici della squadra della pubblicazione.
Condividendo tecnologia e costi, la società spera di trasformare marchi mediatici in difficoltà ma riconoscibili in attività redditizie.
Dal punto di vista dell'editoria, Maven negozierà tutti i contratti pubblicitari e fornirà la piattaforma di pubblicazione.
Gli editori entreranno a far parte della piattaforma di Maven solo su invito e l'azienda farà soldi attraverso la pubblicità e gli abbonamenti.
"Il vecchio modello per gli editori è morto", ha scritto la società nella presentazione degli investitori, aggiungendo che gli editori indipendenti non potevano competere con i giganti della pubblicità Google e Facebook.
Maven ha detto agli investitori che mirava a raccogliere $ 25 milioni e che stava valutando le azioni a $ 0,70 ciascuno, il che avrebbe dato alla società una valutazione post-moneta di $ 188 milioni.
La società prevede di guadagnare oltre $ 30 milioni di entrate digitali nel quarto trimestre del 2019 e di essere redditizia il prossimo anno.
La società di media lanciata nel 2017 è guidata da Heckman, fondatore di Rivals.com ed ex dirigente di Yahoo.
Heckman ha aiutato Rivals.com a raccogliere $ 70 milioni in capitale di rischio, ma il sito ha colpito un muro durante il crollo delle dot-com e alla fine è stato venduto a una società del Tennessee, che è stata poi venduta a Yahoo nel 2007 per un prezzo di acquisto riferito di $ 100 milioni.
Oltre alle pubblicazioni che possiede direttamente, Maven ha anche collaborazioni con Maxim, Yoga Journal, History.com, Ski Magazine e altri 300 marchi.

Commenti

commenti