Il passaggio di Google da Nexus a Pixel ha reinventato il business degli smartphone

Se segui da molto tempo gli smartphone Android, potresti ricordare la linea Nexus di Google.
Composto da smartphone e tablet, era la linea definitiva di dispositivi sia per gli appassionati che per gli sviluppatori.
Avevo il Google Nexus 5 e in seguito sono stati rilasciati solo una manciata di dispositivi Nexus prima che l'azienda passasse alla linea Pixel.
Tuttavia, quella transizione è stata più di un semplice cambio di nome.
Il passaggio da Nexus a Pixel ha completamente reinventato il business degli smartphone di Google.
Con la serie Google Pixel 7 dietro l'angolo e con essa, l'anniversario della serie Pixel, abbiamo ritenuto opportuno ricordare quanto la serie Pixel abbia cambiato la traiettoria di Google negli smartphone.
Passare dagli sviluppatori ai consumatori In precedenza, gli smartphone Nexus erano generalmente visti come dispositivi di riferimento per gli sviluppatori: una base abbastanza pulita che chiunque può utilizzare per fare i conti con lo sviluppo di Android.
Ciò non ha impedito agli appassionati di acquistarli ovviamente, ma non c'era davvero un appeal mainstream da avere.
Neanche Google ha realmente commercializzato questi dispositivi, né l'azienda ha mai incluso funzionalità esclusive.
Tutto è cambiato con il primo smartphone Pixel.
Ad esempio, il Nexus 6P (realizzato in tandem insieme a Huawei) non ha nulla di troppo speciale.
Era un bel design con una fotocamera decente, ma non aveva niente di particolarmente speciale da raccontare nel reparto software.
Successivamente è arrivato Google Pixel, con l'Assistente integrato nel sistema operativo (allora era incluso in Google Allo, di tutti i posti), un nuovo Pixel Launcher e una fotocamera molto migliorata: la migliore mai vista su uno smartphone Google .
Da allora, Google ha puntato tutto sul calcolo ambientale, sulle funzionalità software esclusive e persino sul marketing.
Niente di ciò che l'azienda fa ora con la linea Pixel sarebbe mai successo come parte di Nexus.
Now Playing, una funzione divertente che è assolutamente rivolta alle masse non avrebbe avuto posto su un dispositivo di sviluppo.
In precedenza, tutte le funzionalità lanciate su un Nexus erano caratteristiche tipiche che facevano parte di AOSP e qualsiasi produttore poteva incorporarle.
Con Pixel, tuttavia, Google è passata dalla creazione di dispositivi per una nicchia all'essere un concorrente contro molti degli OEM che fornisce una base di software.
Fotocamere, Pixel Visual Core e gettare le basi per Tensor Se c'era una caratteristica particolare della gamma Pixel che non aveva senso sulla serie Nexus, è la fotocamera.
Google ha fatto passi da gigante nella fotografia per smartphone con la serie Pixel, qualcosa che si rivolge molto più al mainstream che a qualsiasi altra cosa.
Con sforzi raddoppiati e l'introduzione del Pixel Visual Core anche con Pixel 2, gli sforzi di Google hanno eclissato di gran lunga tutto ciò che aveva mai fatto con la linea Nexus.
Anche ora, dato che Tensor è uno sforzo congiunto di Samsung e Google, è chiaro che la prima incursione dell'azienda nel silicio personalizzato ha portato la serie Pixel sulla strada che stiamo intraprendendo oggi.
Per quanto riguarda Nexus, il trattamento che ha dovuto affrontare da parte di Google è stato completamente incompatibile con le masse mainstream rispetto ai concorrenti.
Non avrebbe mai funzionato nello stato in cui si trovava se Google avesse voluto che fosse lanciato su vettori con un appeal più ampio, come nel caso della gamma Pixel.
Tutto è iniziato da zero dopo il Nexus e l'approccio dell'azienda alla gamma Pixel potrebbe anche essere stata la sua prima incursione negli smartphone in generale.
Tutto questo per dire che la traiettoria di Google con la formazione Pixel ha seguito un percorso che non sarebbe mai potuto esistere con il Nexus, almeno non nello stato in cui era.
Credo che l'azienda avesse in programma di provare a fare quello che ha fatto con i Pixel nella serie Nexus ad un certo punto (dato che il suo algoritmo HDR+ ha effettivamente debuttato lì e non sulla gamma Pixel), ma penso che si sia reso conto che la visione aveva per i suoi smartphone era incompatibile con il marchio Nexus in quel momento.
Il Galaxy Nexus è stato probabilmente l'ultimo telefono Nexus con un appeal mainstream dato che è stato prodotto da Samsung e effettivamente lanciato sui vettori.
Potremmo vedere il Nexus rianimato? È difficile dire se vedremo mai rivivere il marchio Nexus, ma penso che se lo faremo, non sarà mai più negli smartphone.
Google stava chiaramente cercando qualcosa di diverso con la sua divisione smartphone per un po', e penso che la reintroduzione di un telefono Nexus confonderebbe un po' le acque.
Tuttavia, potrebbe funzionare per dispositivi orientati agli sviluppatori? Quasi certamente.
Dopotutto, abbiamo ottenuto un Nexus Player che essenzialmente precedeva il Chromecast con Google TV.
Nexus non era solo telefoni e tablet.
Tuttavia, il passaggio dal Nexus ai Pixel ha completamente reinventato la strategia complessiva per smartphone di Google.
Si è trasformato da un semplice fornitore di software con dispositivi per riferimento a un concorrente a tutto campo nello spazio.
Anche se non è l'OEM più grande o migliore in circolazione, c'è un piccolo ma crescente gruppo di consumatori che utilizzano gli smartphone Pixel come driver quotidiani che potrebbero non aver mai fatto lo stesso con un Nexus.
Una cosa è certa però: per chiunque volesse acquistare uno smartphone Google, è stato sicuramente per il meglio.
Ho adorato il Nexus 5, ma rispetto al resto della concorrenza non ha fatto molto.
Era solo un buon telefono Android solido in un momento in cui skin come TouchWiz regnavano sovrane.
Al giorno d'oggi, i Pixel offrono molto, anche rispetto al resto della concorrenza, ed è qualcosa a cui Google sta lavorando da anni.
Il post del passaggio di Google da Nexus a Pixel ha reinventato la sua attività di smartphone è apparso per la prima volta su XDA.

Commenti

commenti