Le prime 10 cose da fare con un Mac M1

Per molto tempo, Apple ha fatto affidamento su Intel per la fornitura di processori per i suoi Mac.
Tuttavia, tutto è cambiato circa un anno fa, nel novembre 2020.
Il 10 di quel mese, Apple ha annunciato il proprio SoC (system-on-chip), il chip M1.
Progettato appositamente per il Mac, il chip M1 offre un'enorme potenza mentre funziona in modo efficiente, dal punto di vista energetico.
È così efficiente dal punto di vista energetico al punto che Apple ha letteralmente rimosso le ventole di raffreddamento dai modelli M1 MacBook Air.
Questo dimostra solo come l'M1 sia l'inizio di qualcosa di significativamente più luminoso per Apple.
Se hai acquistato o hai intenzione di acquistare un Mac M1, ti starai chiedendo cosa farne.
Quindi ecco un elenco delle prime 10 cose da fare con un Mac M1.
Naviga in questo articolo: Installa app iOS e iPadOS Introduzione Ricerca di app Download di app Restrizioni Perché esistono restrizioni Configura alternative al tocco Introduzione Configurazione delle alternative al tocco Consenti al tuo Mac di dormire sonni tranquilli Introduzione Che cos'è un Power Nap Perché i Mac M1 non hanno bisogno di alimentazione Naps Cosa significa Consentire al tuo Mac di dormire in pace Assicurati di scaricare le app corrette Introduzione Perché esistono diverse versioni di app Libera il vero potenziale di Dettatura Introduzione Come avviare Dettatura su un Mac Cosa rende Dettatura così speciale sui Mac M1 FaceTime altro con sicurezza Introduzione Compatibilità Ascolta l'audio spaziale con supporto per il tracciamento della testa Sfrutta le abilità extra poliglotte di Siri Divertiti a sorvolare il nostro prezioso pianeta con la vista del globo di Apple Maps Regala al tuo nuovo Mac M1 alcuni accessori 1.
Installa le app iOS e iPadOS Introduzione Uno dei più caratteristiche note del chip Apple M1 è la sua capacità di eseguire app progettate per iPhone e iPad nati molto.
Ciò significa che non è necessario installare alcun software o emulatore per eseguire app iOS e iPadOS su macOS.
Devi solo installare l'app mobile ed eseguirla sul posto.
È il più semplice e conveniente possibile.
Ricerca di app La pagina dei risultati di ricerca del Mac App Store ora ha due sezioni: "App per Mac" e "App per iPhone e iPad".
Il valore predefinito è il primo, poiché le app per Mac ovviamente funzionano meglio su macOS rispetto alle app iOS/iPadOS.
Tuttavia, se non ci sono abbastanza risultati di ricerca per le app Mac, passa alle app per iPhone e iPad.
Tieni presente che puoi passare manualmente da una sezione all'altra in qualsiasi momento.
Download di app Una volta scelta un'app mobile a tua scelta, puoi acquistarla e scaricarla come faresti normalmente su un dispositivo Apple.
E se hai già acquistato alcune app su un iPhone, puoi visualizzare questi acquisti sul tuo Mac M1 e scaricarli nuovamente su di esso.
Ora ti starai chiedendo perché alcune delle tue app preferite, come Netflix e YouTube, non vengono visualizzate.
Questo ci porta alla parte delle restrizioni.
Restrizioni Penso che possiamo essere tutti d'accordo sul fatto che le restrizioni fanno schifo, ma esistono per un motivo.
Gli sviluppatori hanno il diritto di scegliere se desiderano che le loro app mobili vengano distribuite su computer desktop.
Quindi Apple ha fornito agli sviluppatori un'opzione per scegliere se un'app iOS/iPadOS può essere scaricata o meno su un Mac M1.
Finché gli sviluppatori lo consentono, dovresti essere in grado di scaricare ed eseguire le tue app mobili preferite sul tuo Mac M1.
Perché esistono restrizioni? Se ti stai chiedendo "perché gli sviluppatori si preoccupano così tanto di dove installo la loro app se mi abbono o la acquisto comunque?!", è perché può causare alcune complicazioni.
Innanzitutto, dovresti sapere che le app mobili che non sono specificamente ottimizzate per il Mac potrebbero non funzionare come previsto.
Sono disponibili per il download e l'esecuzione, ma sono prevedibili bug, per lo più relativi alla loro interfaccia utente e layout.
Questo perché gli sviluppatori non avevano intenzione di far funzionare la loro app su un grande schermo.
Quindi, una volta che gli utenti iniziano ad affrontare questi bug e problemi esclusivi per Mac, si dirigeranno verso i canali di supporto per segnalarli alle aziende e chiedere correzioni.
Queste aziende che stanno limitando l'esecuzione delle loro app mobili su un Mac M1 hanno quasi sempre un'app Web o desktop separata.
Vogliono mantenere solo il loro sito Web desktop, piuttosto che dover gestire un'app desktop originariamente progettata per un dispositivo mobile.
Quindi gli sviluppatori bloccano i download su Mac per risparmiarsi i mal di testa causati dagli utenti arrabbiati.
Inoltre, impedisce agli utenti di sfruttare le funzionalità esclusive dell'app mobile, come il download di contenuti Netflix.
Netflix consente solo agli abbonati di scaricare serie e film sulle proprie app mobili.
Il loro sito Web desktop non offre alcuna soluzione di memorizzazione nella cache offline.
Quindi, consentendo agli utenti di installare Netflix su Mac, saranno in grado di scaricare contenuti tramite l'app sul desktop, cosa che Netflix non vuole, per qualsiasi motivo.
Ora che hai scaricato le tue app mobili preferite sul tuo Mac M1, ti starai chiedendo come controllare completamente un'app progettata per un touchscreen con una tastiera e un trackpad.
Questo ci porta al nostro secondo punto.
2.
Configurare le alternative al tocco Introduzione Come accennato in precedenza, le app mobili non sono pensate per essere eseguite su computer desktop, specialmente su quelli senza touch screen.
Le app per iPhone e iPad dipendono quasi completamente dai controlli touch.
Quindi installarli sul Mac ci porta al prossimo ostacolo: come li controlliamo completamente? Le alternative touch sono la risposta di Apple a questo.
Configurazione delle alternative al tocco La configurazione delle alternative al tocco è un processo molto semplice, grazie all'approccio semplificato di Apple.
Quando avvii per la prima volta un'app mobile sul tuo Mac M1, troverai il nome dell'app nella barra dei menu.
Si trova a destra del logo Apple nell'angolo in alto a sinistra.
Dopo aver fatto clic sul nome dell'app, vedrai un elenco di opzioni: Informazioni su [Nome app] Preferenze… Servizi Nascondi [Nome app] Nascondi altri Mostra tutto Esci [Nome app] Preferenze… è quello che stai cercando per impostare Tocca Alternative.
Una volta fatto clic su di esso, verrà visualizzata una pagina con due sezioni: Sistema Touch Alternatives Quest'ultimo include le autorizzazioni richieste dall'app, come la posizione per le notifiche.
Il primo, tuttavia, è dove imposterai l'equivalente dei controlli touch.
Quando lo accendi, evidenzierà che: I tasti WASD servono per inclinare il dispositivo.
Tenendo premuto il tasto Opzione mentre si utilizza il trackpad, lo si trasforma in uno schermo multi-touch.
Premendo lo spazio agisce come un tocco.
La pressione dei tasti freccia agisce come uno scorrimento dal centro dello schermo nella rispettiva direzione.
Lo scorrimento sul trackpad trascina dal puntatore del mouse.
Questi controlli ti consentono di controllare un'app mobile come se stessi usando un iPhone o un iPad.
Sappiamo che non è perfetto e naturale come usare un dispositivo mobile con un touch screen, ma funziona.
3.
Consenti al tuo Mac di dormire sonni tranquilli Introduzione Uno dei fatti meno noti sul chip Apple M1 è che ha un processore sempre attivo.
Ciò significa che anche quando il tuo Mac va a dormire, non è completamente addormentato.
I Mac con chip Intel hanno da un po' di tempo una funzionalità chiamata Power Nap.
I Mac M1 non hanno bisogno di questa funzione perché è integrata e funziona automaticamente in ogni momento.
Quindi cos'è un Power Nap e cosa significa Consentire al tuo Mac di dormire in pace? Cos'è un Power Nap? Un Power Nap è una funzionalità che Apple ha aggiunto ai Mac Intel anni fa.
Consente al tuo Mac inattivo di eseguire alcune attività in background, come recuperare la posta, aggiornare il calendario, scaricare gli aggiornamenti software e fare i backup di Time Machine.
Tuttavia, funziona solo quando il Mac è in modalità di sospensione e collegato all'alimentazione.
Quindi, una volta scollegato da una fonte di alimentazione, interrompe le attività in background per risparmiare energia della batteria ed evitare un consumo eccessivo.
Perché i Mac M1 non hanno bisogno di Power Naps? Grazie a un processore sempre attivo, i Mac M1 non dormono mai veramente.
Vedilo come dormire con un occhio aperto.
Quando li metti a dormire, metteranno in pausa qualsiasi attività tu stia svolgendo, ma continueranno a svolgere le suddette attività di aggiornamento in background.
Quindi i Power Naps sui Mac M1 sono attivi per impostazione predefinita, non possono essere disattivati e non richiedono che il dispositivo sia collegato a una fonte di alimentazione.
Cosa significa Consenti al tuo Mac di dormire sonni tranquilli? Alcune persone, che sono abituate a tenere svegli i propri Mac quando aspettano un'e-mail o sincronizzano i dati di iCloud, terrebbero svegli i propri Mac per assicurarsi che queste attività in background non vengano interrotte.
Con il tuo Mac M1, puoi consentire al tuo Mac di dormire senza doversi preoccupare di eventuali interruzioni di tali attività.
Quindi, consenti al tuo Mac di dormire in pace! 4.
Assicurati di scaricare le app corrette Introduzione A seconda del processore del tuo computer, alcuni sviluppatori offrono versioni diverse delle loro app.
Quindi, ad esempio, se vai a scaricare Chrome, da un sito Web, non dal Mac App Store, noterai una nota di Google.
Ti chiede se hai un Mac Intel o M1 ed elenca i passaggi necessari per verificare, se non sei sicuro.
Perché esistono versioni diverse dell'app Il motivo per cui esistono due varianti della stessa app per Mac è l'ottimizzazione.
Un'app creata appositamente per un Mac M1 funziona più velocemente ed è più efficiente di un'app destinata ai Mac Intel.
Sebbene un'app ottimizzata per Mac Intel funzionerà sul tuo Mac M1, si consiglia di utilizzare la versione M1 dell'app, se disponibile.
5.
Libera il vero potenziale di Dictation Introduzione Dictation è la soluzione di sintesi vocale di Apple.
È un modo affidabile per prendere appunti o ricevere un messaggio digitato a mani libere.
Sia che tu stia utilizzando un iPhone o un Mac, Dictation funziona più o meno allo stesso modo, per la maggior parte.
Premi il pulsante del microfono, inizi a parlare e le parole appaiono magicamente nel campo di testo contemporaneamente.
Come avviare la dettatura su un Mac Il pulsante del microfono è il pulsante della tastiera F5 sui Mac più recenti.
Puoi anche attivare la dettatura facendo clic su Modifica nella barra dei menu, quindi premendo Avvia dettatura.
Un terzo modo sarebbe andare su Preferenze di Sistema> Tastiera> Dettatura e impostare la propria scorciatoia da tastiera per attivarla.
Ciò che rende Dictation così speciale sui Mac M1 Sui Mac Intel, Dictation ha un limite di 60 secondi.
Ciò significa che se lo stai usando, ti interromperà dopo un minuto.
Quindi dovresti ricominciare e riprendere a parlare.
Questa è una seccatura, soprattutto per quelli di noi che la usano per scrivere articoli lunghi.
I Mac M1 ti offrono il lusso di un'esperienza di dettatura senza limiti.
Puoi utilizzarlo per tutto il tempo che desideri, senza interruzioni o senza doverlo riattivare ogni X minuti.
Non è tutto! La dettatura offline era una funzionalità di macOS, denominata Enhanced Dictation, che Apple ha rimosso in macOS Catalina.
Come mai? Chi lo sa.
Un teorico della cospirazione probabilmente ti direbbe che è Apple che ti spinge a comprare un nuovo Mac M1.
Ciò che conta è che questa funzione è tornata, esclusivamente per le macchine alimentate da M1.
Ovviamente non tutte le lingue sono supportate, ma se lo è la tua lingua principale, puoi utilizzarla offline.
L'attivazione potrebbe richiedere del tempo la prima volta che configuri un Mac.
Questo perché deve scaricare alcuni file in background affinché la dettatura offline funzioni.
Una volta terminato il download, puoi usare Dictation senza avere una connessione sul tuo computer.
I risultati, tuttavia, potrebbero non essere precisi o veloci come la dettatura online, ovviamente.
6.
FaceTime più sicuro Introduzione macOS 12 Monterey e iOS 15 offrono una funzionalità che i servizi di conferenza online hanno da tempo: sfocatura dello sfondo.
Contrassegnata come modalità Ritratto negli effetti video, questa funzione consente agli utenti Mac e iPhone di sfocare i propri sfondi durante le videochiamate FaceTime.
A differenza di altri servizi simili, gli utenti non saranno ancora in grado di scegliere sfondi personalizzati, ma una sfocatura è comunque meglio di niente.
Compatibilità Tuttavia, (ovviamente, c'è sempre un ma) questa funzione è esclusiva per i Mac con il chip Apple M1 e gli iPhone con Face ID.
Se stai leggendo questo articolo, supponiamo che tu abbia già acquistato un Mac M1 o stia pianificando di acquistarne uno.
In caso contrario, sei una delle persone sfortunate che dovranno comunque prestare particolare attenzione al proprio background prima e durante una videochiamata.
Vale la pena ricordare che questa funzione ha un'API di cui gli sviluppatori possono trarre vantaggio.
Quindi le tue app di videochiamata preferite che non dispongono già di questa funzione saranno in grado di implementarla.
Non avranno bisogno di sviluppare i propri algoritmi per rilevarti e offuscare il resto.
Quindi ora puoi FaceTime con gli altri senza doverti preoccupare se ti trovi in un ambiente un po' disordinato.
7.
Ascolta Spatial Audio con il supporto per il tracciamento della testa Apple ha recentemente introdotto Spatial Audio in Apple Music.
Quando si utilizzano un auricolare e un dispositivo Apple supportati, la musica verrà riprodotta in 3D Dolby Atmos anziché in stereo.
Tuttavia, questa funzione è presente nell'app Apple TV da molto più tempo.
Sebbene Spatial Audio sia supportato su un'ampia gamma di cuffie, il tracciamento della testa è attualmente limitato a AirPods Pro e AirPods Max.
I due suddetti modelli AirPods hanno giroscopi al loro interno, rendendo possibile il funzionamento della funzione.
Ma solo i Mac M1 supporteranno la riproduzione Spatial Audio con il supporto per il tracciamento della testa.
Quindi, se hai un Mac M1 (e AirPods supportati), preparati a che la musica ti segua e si adatti a te, in qualunque modo ti giri! 8.
Approfitta delle abilità extra poliglotte di Siri Se ti capita di parlare danese, finlandese, norvegese o svedese, allora questo è per te.
Su macOS 12 Monterey, Siri supporta la sintesi vocale naturale in queste quattro lingue.
Ma solo i Mac M1 supportano queste lingue aggiuntive, per qualche motivo.
Per impostare la sintesi vocale, vai su Preferenze di Sistema > Accessibilità > Contenuti vocali.
9.
Divertiti a sorvolare il nostro prezioso pianeta con Globe View di Apple Maps Una nuova funzionalità inclusa in macOS 12 Monterey e iOS 15 è Globe View in Apple Maps.
Questa funzione ti consente di sorvolare il nostro pianeta dall'alto, virtualmente, ovviamente.
Google Maps lo ha da anni, ma se sei interessato all'esecuzione della funzione da parte di Apple, avrai bisogno di un Mac M1.
Un'altra caratteristica esclusiva di M1 sono mappe più dettagliate in alcune città, come San Francisco, Los Angeles, New York e Londra.
Potrai visualizzare versioni più realistiche delle mappe di queste città.
Quindi, se questa è la tua passione, vai avanti e fai un po' di esplorazione.
Potresti finire per imbatterti nella tua prossima destinazione per le vacanze.
10.
Regala al tuo nuovo Mac M1 alcuni accessori Apple è nota per aver abbandonato le porte sui suoi dispositivi in nome del minimalismo e del coraggio.
I MacBook M1 Air e Pro, in particolare, non hanno abbastanza porte.
Includono solo due porte USB-C e, sorprendentemente, un jack per cuffie.
Per questo motivo, abbiamo preparato per te un elenco dei migliori dock Thunderbolt per il tuo nuovo brillante Mac.
Un chip potente come l'M1 non dovrebbe sprecare la sua potenza.
Ottieni il massimo dal tuo Mac trasformandolo in un dispositivo più adattabile.
Ci auguriamo che ti sia piaciuto leggere la nostra guida sulle prime 10 cose da fare con un Mac M1.
Hai già eseguito l'aggiornamento a un Mac M1? Quale caratteristica Mac esclusiva di M1 è la tua preferita? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.
Il post Le prime 10 cose da fare con un Mac M1 è apparso per primo su xda-developers.

Commenti

commenti