Estratto del libro: "Be an InventHer" della creatrice di Heroclip ha l'obiettivo di ispirare le donne a "provarci"

Mina Yoo in realtà non ha riconosciuto di essere stata una inventore fino a quando non aveva ricevuto due brevetti di utilità durante il suo viaggio verso la creazione di Heroclip, il moschettone / gancio tuttofare che ha attratto fan e finanziamenti negli ultimi quattro anni.
Ora Yoo, ex professore di imprenditoria presso l'Università di Washington, e Hilary Meyerson, scrittrice ed esperta di marketing sui social media, hanno collaborato per ispirare altre donne a diventare inventori.
Il loro nuovo libro si intitola "Be an InventHer: An Everywoman's Guide to Making the Next Big Thing".
Secondo gli autori, solo il 4 percento dei brevetti concessi nell'ultimo decennio negli Stati Uniti elenca una donna come inventore.
Quella figura rappresenta la mancanza di modelli di ruolo e ispirazione per i potenziali creatori.
"Questo è uno dei motivi per cui abbiamo scelto di concentrarci sulle donne inventori nel nostro libro", ha dichiarato Yoo a GeekWire.
"Le donne che proponiamo sono molto facili da mettere in relazione in termini di circostanze e contesti di vita, eppure sono state in grado di inventare con successo un prodotto che non esisteva prima – e portarlo sul mercato." Meyerson ha affermato che dubito che le donne inventore facciano la stessa lotta incontrata da qualsiasi imprenditrice femminile.
Quella "sindrome dell'impostore" può essere alimentata da dubbiosi esterni o da stampa dominata da uomini o addetti ai lavori che sono prevalentemente uomini.
"Come imprenditrice femminile, ho affrontato alcune di queste stesse cose", ha detto.
“Ho partecipato a riunioni in cui le persone mi chiedono se sono l'assistente personale o chiedono le mie credenziali in un modo che non è stato chiesto ai partecipanti di sesso maschile.
Molti degli InventHer che ho intervistato hanno avuto esperienze simili; ad alcuni è stato detto che avevano bisogno di partner commerciali maschili o che non sono stati presi sul serio dagli investitori.
Penso che ora stia cambiando, ma le donne devono avere una pelle spessa.
”Quando Yoo ha avuto l'idea di Heroclip, inizialmente non l'ha nemmeno vista come“ inventare ”perché inventare era una cosa misteriosa e irraggiungibile che altre persone hanno fatto .
Ha semplicemente creato qualcosa perché ne aveva bisogno, non perché si sentiva costretta a inventare qualcosa.
Ora viene avvicinata da persone le cui vite quotidiane sono state cambiate dal suo prodotto.
I suoi bambini sono coinvolti e interessati al business e il loro tempo di gioco spesso comporta l'invenzione di qualcosa.
PRECEDENTE: Heroclip in rapida crescita continua ad attirare gli investitori mentre il gadget assicura $ 1,1 milioni in nuovi finanziamenti "Il nostro obiettivo principale è quello di ispirare le donne a provarlo", ha affermato Meyerson di "Be a InventHer".
"Se hai una grande idea, e sei disposto a svolgere il lavoro, non c'è motivo per cui non puoi essere il prossimo grande inventore di prodotti di successo.
Le donne sono follemente creative, ma spesso sono troppo avverse al rischio o sottovalutano le loro capacità.
Vogliamo che leggano questo libro e dicano: "Posso farcela".
"Continua a leggere per un estratto di" Be a InventHer: An Everywoman's Guide to Making the Next Big Thing "di Mina Yoo e Hilary Meyerson.
Tutti i diritti riservati, con l'autorizzazione di Sasquatch Books.
L'idea iniziale: le fasi del bambino della ricerca di mercato Potrebbe sembrare che ogni invenzione abbia una storia del momento "aha!"; quel brillante lampo di intuizione, che poi diventa un prodotto di successo in tutto il mondo.
Quando verrai intervistato presso la tua emittente televisiva locale sulla tua invenzione di grande successo, vorrai una storia stimolante su come un giorno hai calpestato Bubble Wrap e hai avuto una grande idea per un sistema di allarme antintrusione basato sul far scoppiare piccole sfere di plastica.
Ma la verità è che le idee che diventano grandi prodotti non provengono sempre da un singolo momento "aha!".
La storia delle origini di un prodotto potrebbe non essere così perfetta da mordere il suono.
Le idee possono provenire da banali problemi quotidiani, essere un consumatore insoddisfatto delle scelte attuali o semplicemente essere un acuto osservatore del mondo che ti circonda.
Le storie di successo di altri Inventer non sono esempi di idee che colpiscono casualmente individui con colpi di ispirazione, atti che non possono essere replicati.
Piuttosto, chiunque abbia un'idea ha il potenziale per diventare una storia di successo se lavora per questo (e ha questo libro al suo fianco).
Ti piace lamentarti? Sei in anticipo sul gioco L'ispirazione è ovunque! Per molti Inventer, il fulmine iniziale di un'idea nasce dalla loro vita quotidiana, quando affrontano continuamente un fastidioso problema per il quale non riescono a trovare una soluzione desiderabile.
Diciamo "desiderabile" perché è molto probabile che esista una soluzione, ma per qualsiasi motivo non è la soluzione giusta per te (e per altri come te).
Dopo aver avuto il suo primo bambino e poi essersi allenato per scalare il Monte Rainier, Mina si rese conto che stava trascinando costantemente molte cose, e spesso non c'era un buon posto per sistemare le sue cose quando aveva bisogno delle sue mani per fare qualcos'altro (o semplicemente prendere una pausa).
Sebbene avesse già trovato oggetti come corde elastiche, moschettoni e ganci per mamma sul mercato, voleva una soluzione elegante e semplice che potesse passare da un'attività all'altra con lei, indipendentemente da dove fosse o da cosa stesse facendo.
Ciò di cui aveva davvero bisogno era una mano in più (a un prezzo molto più basso di quanto sarebbe costata una mano in più), e l'idea iniziale di Heroclip è nata.
Per il tuo primo momento "aha!" O idea genetica, non limitarti ai problemi che solo tu devi affrontare.
Ehi, potresti avere una vita completamente priva di problemi per tutto quello che sappiamo, ma non lasciare che questo ti impedisca di risolvere i problemi degli altri! Sebbene molte invenzioni siano ispirate dalle nostre stesse vite, altre invenzioni sono guidate dal desiderio di risolvere i problemi che riguardano la società in generale.
Il fisico Shirley Ann Jackson, la prima donna di colore a conseguire un dottorato presso il Massachusetts Institute of Technology, ha inventato ID chiamante e chiamata in attesa mentre lavorava per AT&T Bell Laboratories negli anni '70.
Nancie Weston, inventore della bottiglia per purificatore d'acqua Grayl, è stata ispirata dal vasto numero di persone nel mondo che non hanno accesso all'acqua pulita.
Ciò ha portato al desiderio di fornire loro una soluzione semplice.
Hai risolto i problemi degli altri attraverso i prodotti? Mentre il nostro libro si concentra su prodotti fisici, le invenzioni possono essere prodotti immateriali (come il software) o non prodotti affatto.
A volte un'invenzione può presentarsi sotto forma di un processo o di come si fa qualcosa.
Sebbene Henry Ford non sia stato il primo a produrre un'automobile, è stato il primo a produrre un'automobile accessibile al grande pubblico.
E fu in grado di farlo essendo il primo a utilizzare una catena di montaggio mobile in cui un prodotto incompiuto si spostava da una stazione di lavoro alla successiva, aggiungendo parti fino a diventare un prodotto finito.
Prima della catena di montaggio, il modello principale per la realizzazione di un prodotto era un modello artigianale, in cui una persona realizzava il prodotto dall'inizio alla fine.
Un altro caso di "invenzione di processo" è come le cose vengono vendute.
Amazon e vendita online (e-commerce) sono un esempio che colpisce praticamente tutti coloro che vivono sulla terra.
Le caselle di abbonamento sono un'altra recente invenzione di processo.
Abbiamo anche il vecchio esempio di vendita diretta (come Amway e Avon), in cui i prodotti sono venduti da amici fidati o alle riunioni (feste Tupperware per i nostri genitori e feste Stella & Dot per noi).
I processi possono anche essere brevettati: le invenzioni possono avvenire in qualsiasi forma! Il nostro punto qui è che i problemi sono tutti intorno a te e potresti benissimo avere la soluzione, qualunque sia la forma che può assumere.
La parte fondamentale dell'essere un InventHer è prestare attenzione ai momenti della lampadina, prenderli abbastanza seriamente da pensarci oltre la "aha" iniziale e prendere il tempo per esplorarli per vedere se le idee hanno gambe.

Commenti

commenti