Recensione Asus ROG Phone 6 Pro: il Pixel Ultra dei telefoni da gioco

La linea di smartphone Asus ROG è abbastanza poco popolare, e questo grazie alla difficoltà che la maggior parte delle persone dovrà affrontare nell'acquistare effettivamente un dispositivo della serie.
A seconda di dove vivi, potrebbero non esserci rivenditori "normali" per acquistarne uno, quindi potresti doverlo importare.
Tuttavia, gli smartphone del passato di questa serie, come il ROG Phone 5, generalmente danno il massimo sulle specifiche e l'Asus ROG Phone 6 Pro fa esattamente questo.
Lo Snapdragon 8 Plus Gen 1, due altoparlanti frontali, due porte USB-C e persino un jack per cuffie: ha letteralmente tutto.
.bestawarddiv { float: destra; larghezza: 20%; margine: 0,75 em; margine superiore: 0; } Questo è principalmente un telefono da gioco, ma questa è la cosa sorprendente dei telefoni da gioco: tutto ciò che è buono per il gioco lo sarà anche per tutto.
Pensaci: un display stellare è ottimo per i giochi, ma è anche bello da usare.
Altoparlanti per il gioco? Buono anche per ascoltare musica.
L'unica caratteristica che non ha importanza per i giochi è la fotocamera e, di conseguenza, è sottodimensionata rispetto al resto del telefono.
Tuttavia, quest'anno non è poi così male.
Se quello che vuoi è un telefono super potente con specifiche incredibili e non ti dispiace che la fotocamera non sia il meglio del meglio, allora l'Asus ROG Phone 6 Pro merita sicuramente una prova.
È costoso, ma è anche il telefono più pazzesco che ho usato da molto tempo.
Ha davvero tutto.
Asus ROG Phone 6 Pro L'Asus ROG Phone 6 Pro racchiude praticamente tutto ciò di cui potresti aver bisogno in un unico pacchetto e sembra fantastico per l'avvio.
Dalla presentazione del telefono durante l'unboxing alla sua estetica generale, Asus l'ha davvero buttato fuori dal parco.
Caratteristiche: Pro: Contro: Vedi su Asus Asus ROG Phone 6 Pro: Specifiche Specifiche Asus ROG Phone 6 Pro Costruisci Corning Gorilla Glass Victus IPX4 Resistenza all'acqua Dimensioni e peso 173 x 77 x 10,3 mm 239 g Display FHD + AMOLED da 6,78 pollici Risoluzione 2448 x 1080p (395PPI) Frequenza di aggiornamento 165Hz Frequenza di campionamento del tocco 720Hz 5-800nits di luminosità @APL100 + HBM 1200nits di luminosità di picco @APL1 111,23% copertura DCI-P3 150,89% copertura sRGB 1.000.000: 1 rapporto di contrasto Processore Pixelworks i6 SoC Qualcomm Snapdragon 8 Plus Gen 1 Adreno 730 RAM GPU e spazio di archiviazione Fino a 18 GB di RAM LPDDR5 Fino a 512 GB di memoria UFS 3.1 Batteria e ricarica 6.000 mAh Supporto per ricarica rapida cablata da 65 W Sicurezza Sensore di impronte digitali in-display Fotocamera/e posteriore Principale: IMX766 da 50 MP Ultra-wide: 13 MP Macro: Fotocamera anteriore da 2 MP (s) 12MP IMX663 Porta(e) Dual USB 3.1 Gen 2 Type-C Jack per cuffie da 3,5 mm Audio Altoparlanti super lineari 12×16 a 5 magneti 2x Cirrus Logic CS35L45 con boost 15V Array di tre microfoni Connettività 5G 4G LTE Wi-Fi 6E Bluetooth 5.2 LDAC, aptX , aptX HD, aptX Adaptive, AAC NFC Software ROG UI e Zen UI basati su Android 12 2 aggiornamenti del sistema operativo e 2 anni di aggiornamenti di sicurezza Accessori/altre caratteristiche Custodia Aero Adattatore di alimentazione HyperCharge Display PMOLED a colori ROG Vision Informazioni su questa recensione: Ho ricevuto l'Asus ROG Phone 6 Pro di Asus il 17 giugno 2022.
Anche il mio collega, Aamir Siddiqui, ha ricevuto il dispositivo da Asus.
Sebbene la società ci abbia fornito unità di revisione, non ha fornito alcun contributo ai contenuti di questa recensione.
Asus ROG Phone 6 Pro: Design /* Pull quote size e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteleft { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quoteleft { larghezza: 50%; galleggiante: sinistra; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullleftstyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura-fondo: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.leftquotestyle { colore: #006e95 !importante; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteleft { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { riempimento: 0rem; } } L'esperienza di ROG Phone inizia con l'unboxing stesso, con un pacchetto esagerato e un unboxing AR.
Abbiamo un articolo dedicato sull'unboxing dell'Asus ROG Phone 6 Pro, quindi dai un'occhiata per sapere cosa ottieni all'interno della confezione.
La parte migliore dell'Asus ROG Phone 6 Pro è che non è un telefono da gioco con l'estetica più da giocatore.
Ho visto di peggio e mi piace come Asus non abbia paura di fare qualcosa di diverso.
Asus ha aggiunto alcuni accenti sul pulsante di accensione e sul vassoio della SIM.
Il telaio in alluminio ha anche il marchio ROG dove si trovano gli AirTrigger ad ultrasuoni.
Ci sono molte iscrizioni sul retro, ma il modulo della fotocamera ha un bell'aspetto e le insegne illuminate "dare to play" sembrano fantastiche.
Naturalmente, il display sul retro è anche una delle parti più singolari del design di questo telefono.
Puoi incollare qualsiasi animazione che desideri e ci sono molte animazioni predefinite che possono essere abilitate anche in diversi scenari.
È divertente, ed è qualcosa che amo vedere sui telefoni.
Forse non è la tua tazza di tè, ma puoi disabilitarla se lo desideri o usarla come ticker di notifica.
A proposito di display, però, l'Asus ROG Phone 6 Pro fa qualcosa di speciale: non c'è notch e non c'è perforazione.
Questo è in parte il motivo per cui lo schermo è così grande: il display è completamente libero, con la fotocamera frontale situata invece sopra il display.
Ottieni anche più di questo.
Ottieni due altoparlanti frontali che sono ugualmente capaci a ciascuna estremità e ricevi persino un LED di notifica: parla di un tuffo nel passato.
Non è personalizzabile, il che è fastidioso (il massimo che puoi fare è disabilitarlo in base all'app) ma è incredibile che sia persino presente.
Il display dell'Asus ROG Phone 6 Pro è eccellente, raggiungendo fino a 1200 nits di luminosità sul pannello AMOLED a 165Hz.
Il motivo del display a risoluzione inferiore è la spinta delle prestazioni, poiché il rendering di 1440p è graficamente intenso.
In particolare quando si cerca di raggiungere frame rate più elevati come 165 FPS, ogni bit di sovraccarico che viene liberato è importante.
Sebbene sia possibile modificare la frequenza di aggiornamento fino a 60 Hz (che sblocca anche un'opzione DC Dimming), non è un display LTPO.
Ciò che l'Asus ROG Phone 6 Pro ha però è una frequenza di campionamento del tocco ancora più elevata, che si trova comodamente al di sopra di gran parte della concorrenza a 720Hz.
Ciò significa che esegue la scansione dell'input ogni 1,4 ms e Asus afferma che grazie alla maggiore frequenza di campionamento del tocco, l'Asus ROG Phone 6 Pro ha una latenza del tocco di 23 ms.
La discrepanza è perché mentre può leggere l'input ogni 1,4 ms, deve comunque elaborare quell'input.
Quel display non è solo veloce, però, supporta anche HDR10+ ed è alimentato da un processore Pixelworks i6.
Il processore Pixelworks i6 può essere utilizzato per la mappatura dei toni in HDR e viene utilizzato anche per la calibrazione della frequenza di aggiornamento.
Fondamentalmente fornisce un modo per utilizzare l'IA per migliorare la qualità dello schermo, anche se Asus non ha spiegato come viene utilizzata in questo caso.
Ci sono anche gesti di spegnimento dello schermo in modo da poter disegnare lettere sullo schermo con lo schermo spento per attivare azioni.
C'è una seconda porta USB-C sul lato sinistro del telefono ed è persino migliore di quella inferiore.
Supporta l'uscita HDMI ed è qui che vengono collegati alcuni accessori (come il dispositivo di raffreddamento AeroActive).
La porta USB-C a fuoco inferiore è la tua porta standard ed è di fronte a un jack per cuffie da 3,5 mm.
Un altro trucco interessante che l'Asus ROG Phone 6 Pro riesce a realizzare è l'aggiunta di "Air Triggers".
Sono zone a ultrasuoni sul lato del telefono che possono essere utilizzate per rilevare vari input e possono essere assegnate ad azioni nei giochi tramite mappature touch.
Puoi anche usarli in tutto il sistema e consentono un movimento di compressione che puoi anche usare normalmente.
Sul mio dispositivo, ho configurato che quando stringo il telefono in mano, viene chiamato l'Assistente Google.
Puoi abilitare una compressione lunga o una scansione breve e puoi anche avere un gesto di pressione lunga per quando premi a lungo entrambi i grilletti.
/* Tira la dimensione delle virgolette e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteright { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quoteright { larghezza: 50%; galleggiante: a destra; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullrightstyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura-fondo: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.rightquotestyle { colore: #006e95 !importante; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteright { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { riempimento: 0rem; } } Nei giochi, gli Air Trigger di Asus possono rilevare quanto segue: Tocca i pulsanti della doppia partizione (tocca ciascun lato del pulsante) Scorri attraverso Scorri (più lentamente) Tocca e scorri Tocca e scorri Infine, l'aspetto tattile dell'Asus ROG Phone 6 Pro si sente benissimo in mano.
La digitazione è un'esperienza fantastica e non perderai telefonate o notifiche quando il telefono è in tasca se fai affidamento sulla vibrazione.
Asus ha fatto un ottimo lavoro qui, dato che sono incisivi senza sentirsi sopra le righe ed evitano di sentirsi "molli" come potrebbero sentirsi altri telefoni.
Asus ROG Phone 6 Pro: prestazioni L'intero punto di Asus ROG Phone 6 Pro può essere riassunto in una parola: gaming.
Praticamente tutto di questo telefono è stato progettato tenendo conto di come influenzerebbe l'esperienza di gioco e, ovviamente, le prestazioni sono fondamentali quando si tratta di giochi.
Questo telefono ha la memoria UFS 3.1 più veloce (e molto), 18 GB di RAM LPDDR5 e il chipset più potente al centro: Qualcomm Snapdragon 8 Plus Gen 1.
Questo è lo smartphone Android più veloce sulla carta e in realtà, corrisponde a quell'esperienza.
Lo Snapdragon 8 Plus Gen 1 è dotato di una CPU Qualcomm Kryo migliorata, con un core Cortex-X2 con clock a 3,2 Ghz, tre core Cortex A710 con clock a 2,8 GHz e quattro core di efficienza Cortex A510 con clock a 2,0 GHz.
Qualcomm afferma che la CPU aggiornata è il 10% più veloce di quella dello Snapdragon 8 Gen 1 e offre un'efficienza energetica della CPU del 30% migliore.
Abbiamo ottenuto risultati simili nei nostri test del dispositivo di riferimento Snapdragon 8 Plus Gen 1 che Asus aveva precedentemente condiviso con noi.
figure.center { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quotecenter { larghezza: 80%; galleggiante: nessuno; margine: automatico; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.quotestyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.centerquotestyle { colore: #006e95 !importante; } Schermo solo @media e (larghezza massima: 600px) { .quotecenter { larghezza: 90%; } } Questo telefono è veloce come ci si può aspettare e, sebbene lo espanderemo ulteriormente nella sezione della batteria, anche l'efficienza è all'altezza.
Questo è davvero un telefono potente e il più veloce che abbia mai usato.
Praticamente ogni singolo gioco che ti viene in mente funzionerà in modo impeccabile e ho giocato molto a Ratchet & Clank e The Simpsons: Hit & Run.
Riesco a mantenere un solido 60 FPS in entrambi i titoli e l'emulazione è una delle elaborazioni più intensive che puoi sottoporre a qualsiasi smartphone.
Di recente ho volato da Dublino a Berlino e questo telefono con il Kunai GamePad e il dispositivo di raffreddamento AeroActive, completo di AetherSX2, è stato ciò che mi ha tenuto compagnia.
CPU Throttling Test CPU Throttling Test è un'app disponibile gratuitamente su Google Play Store e ripete un semplice test multithread in C per un minimo di 15 minuti.
Abbiamo aumentato la durata a 30 minuti.
L'app traccia il punteggio nel tempo in modo da poter vedere quando il telefono inizia a rallentare.
Il punteggio è misurato in GIPS, ovvero miliardi di operazioni al secondo.
È essenzialmente un test in grado di misurare le prestazioni sostenute di un chipset.
Sebbene il telefono si scaldi, non è insopportabilmente caldo ed è perfettamente utilizzabile anche nel momento più caldo che ha raggiunto.
Con l'AeroActive Cooler collegato, ho notato anche che l'Asus ROG Phone 6 Pro ha prestazioni migliori di quanto ti aspetteresti.
Ha raggiunto un massimo di 377 GIP, mentre, senza il dispositivo di raffreddamento, il massimo raggiunto è stato di 341 GIPS.
Si tratta di un aumento di quasi il 10% delle prestazioni massime e anche la media era similmente più alta con il dispositivo di raffreddamento collegato.
Non è una necessità, ma è chiaro che avrai sicuramente dei vantaggi quando utilizzerai il dispositivo di raffreddamento sul tuo telefono.
Giochi — The Simpsons: Hit & Run e Genshin Impact Giocare a The Simpsons: Hit & Run è stata un'esperienza piacevole e il gioco gira quasi in modo impeccabile.
Ho giocato con una risoluzione interna 2x e il gioco funzionava sempre a più o meno 60 FPS.
Il telefono si è riscaldato molto, ma tieni presente che il telefono si stava caricando durante il gioco.
Ho anche scoperto un problema all'interno di AetherSX2 che era molto specifico per una missione.
Ogni volta che l'hovercar del professor Frink passava nascosto, l'utilizzo della GPU saltava al 100% e l'FPS si accumulava.
Ciò ha annullato alcuni dei nostri risultati, sebbene fossero comunque impressionanti.
Abbiamo misurato le prestazioni del gioco con GameBench e i risultati sono stati buoni come ti aspetteresti.
La sezione su Genshin Impact è stata scritta dal mio collega e caporedattore di XDA, Aamir Siddiqui.
Citiamo anche l'esperienza Genshin Impact nella sezione Esperienza di gioco di seguito.
Ai fini del test oggettivo, abbiamo eseguito il gioco con impostazioni massime assolute a 60 FPS.
Abbiamo anche effettuato misurazioni utilizzando l'app per telefono Gamebench anziché l'app desktop, quindi il telefono non si è ricaricato durante la sessione.
Inoltre, questo test è stato condotto senza AeroActive Cooler 6.
Come menzioniamo più in basso, Genshin Impact è un'esperienza straordinaria, praticamente senza cali di frame evidenti.
Genshin Impact ha un sacco di schermate di caricamento e la frequenza dei fotogrammi diminuisce invariabilmente in quei casi, motivo per cui si vede la stabilità degli fps che diminuisce un po' verso la fine mentre mi immergo e uscivo dai regni per eseguire l'agricoltura di artefatti a base di resina all'interno del gioco.
C'è un leggero rallentamento evidente oltre i 10 minuti, ma ricorda, questo è un gioco che sta spingendo il telefono e il SoC verso alcuni dei suoi picchi più alti per durate prolungate.
La temperatura misurata intorno al telefono era di circa 37°C verso i lati dove poggiano le dita, mentre il SoC era di circa 45°C.
Ma a causa del posizionamento del chip verso il centro, in realtà non si sente questo calore.
Abbiamo anche giocato per circa 37 minuti e abbiamo registrato un calo della batteria del 17%.
Quindi, anche alla fine di una sessione di gioco esaurita di oltre 30 minuti senza utilizzare un dispositivo di raffreddamento, la tua esperienza con il telefono rimane sostanzialmente invariata.
Vorremmo ringraziare in modo speciale il team di GameBench per lo strumento che ci ha fornito.
Il loro strumento consente a qualsiasi persona, sia un utente normale, un giornalista o un ingegnere, di testare le prestazioni di un gioco mobile su un dispositivo Android.
Dai un'occhiata a GameBench per saperne di più.
Geekbench, 3DMark Wild Life Extreme e Androbench Geekbench è un test incentrato sulla CPU che tutti conosciamo e amiamo.
Utilizza diversi carichi di lavoro computazionali tra cui crittografia, compressione (testo e immagini), rendering, simulazioni fisiche, visione artificiale, ray-tracing, riconoscimento vocale e inferenza della rete neurale convoluzionale sulle immagini.
La ripartizione del punteggio fornisce metriche specifiche.
3DMark Wild Life testa la GPU e AndroBench testa la velocità di archiviazione del telefono.
/* Tira la dimensione delle virgolette e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteright { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quoteright { larghezza: 50%; galleggiante: a destra; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullrightstyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura-fondo: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.rightquotestyle { colore: #006e95 !importante; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteright { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { riempimento: 0rem; } } Inutile dire che questa è una performance in cima alle classifiche su tutta la linea.
Ognuno di questi risultati è incredibile, e questi dimostrano chiaramente l'abilità computazionale dell'ultimo smartphone da gioco di Asus.
Domina praticamente tutto ciò che incontra nel regno di Android ed è appena all'interno della gamma di prestazioni del 10% dell'iPhone 13 Pro nel test Wild Life Extreme di 3DMark.
X-Mode X-Mode di Asus è una funzionalità che mira essenzialmente a massimizzare le prestazioni e puoi abilitarla in qualsiasi momento sul tuo telefono.
Riduce la limitazione termica e attiva altre funzionalità che possono influenzare o migliorare la tua esperienza di gioco.
Ad esempio, puoi disabilitare la sincronizzazione in background, abilitare automaticamente HyperFusion e attivare automaticamente il Wi-Fi Dual-Band.
Quello che ho trovato interessante è che per impostazione predefinita abilitava la frequenza di aggiornamento dello schermo di 144 Hz, anziché 165 Hz.
Di conseguenza, fino a quando non l'ho disabilitato, l'accesso a X-Mode ridurrebbe effettivamente la frequenza di aggiornamento dello schermo.
È un po 'una stranezza, ma non un grosso problema in quanto puoi semplicemente disabilitarlo o cambiarlo per aumentare automaticamente la frequenza di aggiornamento a 165Hz.
L'introduzione del "wi-fi dual-band" è interessante, poiché ci sono pochissimi casi d'uso in cui aiuterà effettivamente l'utente finale.
Non può aumentare il ping, poiché ogni pacchetto verrà inviato tramite un unico percorso.
L'invio su più percorsi non è possibile poiché i pacchetti dovrebbero essere suddivisi, quindi è probabile che il tuo telefono si limiti semplicemente a 5 GHz per la latenza inferiore.
Per quanto riguarda l'aumento della larghezza di banda, il Wi-Fi a 5 GHz offre una larghezza di banda significativamente maggiore rispetto a 2,4 GHz.
Ho Internet Gigabit e senza il Wi-Fi dual-band abilitato, ottengo 370 Mbps tramite Wi-Fi.
Con esso abilitato, ottengo 220 Mbps.
A volte ottengo un punteggio molto più basso quando abilito la funzione anziché disabilitarla.
È completamente incoerente, che posso solo immaginare potrebbe essere correlato al fatto che sta passando tra le due connessioni.
Sono riuscito a ottenere 430 Mbps una volta con la doppia banda abilitata, ma la maggior parte delle volte era significativamente inferiore o talvolta alla pari con il solo utilizzo della mia rete a 5 GHz.
In breve, il tuo chilometraggio può variare a seconda delle condizioni della tua rete.
Non ha davvero cambiato nulla per me e preferirei lasciare una funzione come questa disattivata nel caso in cui incasinasse la stabilità della mia connessione quando gioco o quando sono in chiamata.
Game Genie Game Genie di Asus è una dashboard che viene lanciata insieme ai tuoi giochi ed è accessibile come overlay.
Offre un accesso rapido e semplice alle funzionalità che potresti voler modificare o guardare, come la registrazione dello schermo, la mappatura di Air Trigger, le statistiche in tempo reale e altro ancora.
È un overlay completamente congegnato con molto da offrire e puoi persino abilitare un mirino, registrare macro e cercare in Internet tutto comodamente dal tuo overlay.
Esperienza di gioco Questa sezione è stata scritta dal mio collega e caporedattore di XDA, Aamir Siddiqui.
L'Asus ROG Phone 6 Pro offre un'esperienza straordinaria quando giochi e non ti aspetti nient'altro da uno smartphone da gioco e soprattutto da uno che mira a essere il migliore in circolazione.
Il mio collega Aamir Siddiqui ha trascorso alcune ore immerso in giochi come Genshin Impact, Ingress Prime, Pokemon Go e Clash of Clans, per vedere quale sia stata l'esperienza.
Per i titoli più casual, come Clash of Clans, il ROG Phone 6 Pro non fa fatica.
Potresti facilmente passare un'ora a razziare villaggi e elaborare strategie per la tua prossima guerra di clan, e il telefono si scalderà a malapena.
Non hai nemmeno bisogno dell'AeroActive Cooler per i titoli casuali riprodotti in orizzontale, poiché il telefono funziona bene con la dissipazione del calore da solo.
Il fatto che il SoC sia centrato significa anche che non senti mai davvero il calore.
Non sono stato particolarmente in grado di sfruttare i pulsanti ad ultrasuoni AirTrigger 6 su questo particolare gioco, poiché c'è molto più tocco contestuale nel gioco a seconda di dove stai schierando le truppe: ho mappato il pulsante Avanti sul grilletto giusto per un tocca, ma il pulsante nel gioco è abbastanza facile da raggiungere con il pollice, quindi l'ho disabilitato.
La situazione è leggermente diversa per Ingress Prime e Pokemon Go, entrambi giochi che vengono giocati con orientamento verticale e all'aperto: il clima è estremamente caldo e umido in questi giorni e il posizionamento del SoC lo rende un telefono abbastanza scomodo per i giochi in verticale.
Anche se il telefono continua a non sudare, il calore ambientale intorno a te farà in modo che inizi a notare il calore emanato dal SoC.
Non c'è limitazione termica, ma la dissipazione del calore sul telefono (qualsiasi telefono per quella materia) e il posizionamento del SoC non lo rendono il miglior telefono per un gioco di ritratti all'aperto.
Sebbene il dispositivo di raffreddamento AeroActive sembri una buona idea per aiutare con la dissipazione del calore, non è l'idea migliore da aggiungere per un gioco che richiede così tanto movimento in quanto aggiunge molto ingombro.
La porta USB di tipo C montata lateralmente è utile anche per collegare un power bank, anche se devi essere consapevole del peso del telefono.
/* Tira la dimensione delle virgolette e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteright { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quoteright { larghezza: 50%; galleggiante: a destra; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullrightstyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura-fondo: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.rightquotestyle { colore: #006e95 !importante; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteright { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { riempimento: 0rem; } } La batteria è incredibile, quindi in alcune battaglie in palestra e la cattura di Portali mentre si viaggia casualmente rimane fattibile senza causare ansia per la batteria.
Gli AirTrigger sono rimasti in gran parte inutilizzati anche in entrambi questi giochi, semplicemente perché hai praticamente solo l'AirTrigger in alto a destra praticamente disponibile e il ROG Phone 6 Pro è un telefono alto e pesante per preoccuparsi della ginnastica con le dita.
Gli altoparlanti frontali sono fantastici all'aperto, a patto che non ti dispiaccia sopportare la musica di questi giochi.
Titoli come Genshin Impact sono proprio i punti in cui il ROG Phone 6 Pro brilla e brilla più di qualsiasi altra cosa su cui abbia mai giocato a questo gioco.
Genshin Impact si gioca in orizzontale e puoi cambiare la grafica dalle impostazioni modeste selezionate dal gioco per impostazione predefinita e portarla al massimo.
Puoi giocare a questo gioco al massimo a 60 fps e, anche dopo 2 ore di gioco continuo, non c'è stato alcun ritardo o throttling evidente nel gioco, almeno nulla che ho potuto sperimentare nel mezzo di tutta l'azione e i filmati.
Genshin Impact gioca in modo così sorprendente su questo telefono, è quasi come se il ROG Phone 6 Pro ti implora di giocare al massimo e il telefono si diverte a fare un breve lavoro del gioco come se non fosse un grosso problema.
Sì, il telefono si surriscalda quando lo spingi su queste impostazioni.
Ma quale telefono no? Ciò che mi sorprende è l'assoluta coerenza delle prestazioni: il gioco si comporta percettibilmente allo stesso modo alla fine dei 120 minuti di gioco del primo minuto di gioco.
Sì, anche il telaio in alluminio diventa abbastanza caldo da toccare alla fine, e questa è un'indicazione per fare una pausa o utilizzare la custodia fornita con il telefono per aggiungere un altro livello tra te e il telefono.
L'uso del dispositivo di raffreddamento AeroActive 6 su Genshin Impact è stata una buona esperienza, anche se c'è una conversazione separata su come il calore si esaurisce direttamente sulle dita (maggiori informazioni su questo nella nostra recensione dedicata del dispositivo di raffreddamento AeroActive 6, in arrivo).
Genshin Impact è stato il gioco su cui ho finalmente potuto utilizzare gli AirTrigger con un certo senso.
Li avevo mappati per saltare e correre per l'azione di tocco che si adattava bene al modo in cui giocavo.
Ho fatto mappare i pulsanti del dispositivo di raffreddamento AeroActive 6 sui punti di dialogo poiché li trovo fastidiosi da toccare con il pollice ogni 3 secondi.
Mi rendo conto che sto ancora sottoutilizzando i pulsanti a ultrasuoni e i pulsanti di raffreddamento, quindi qualcosa che mi sarebbe piaciuto è un modo per Asus di condividere i preset consigliati per alcuni giochi popolari.
O forse un modo per gli utenti di condividere le loro mappature per giochi diversi, poiché qui c'è un sacco di permutazioni e combinazioni da esplorare.
Giochi come PUBG Mobile con pulsanti molto più statici e non contestuali sullo schermo saranno in grado di sfruttare al meglio AirTriggers.
Ciò che aggiunge all'esperienza su Genshin Impact con le impostazioni massime sono i doppi altoparlanti frontali.
Genshin ha della musica straordinaria nei suoi filmati e il ROG Phone 6 Pro li riproduce con ricchezza e profondità.
Molto probabilmente finirai per abbassare il volume abbastanza presto poiché il gioco ha musica ripetitiva per il combattimento.
Ma il telefono offre, quindi puoi essere certo che la fantastica esperienza si estende ad altri titoli paesaggistici come PUBG Mobile, Call of Duty Mobile e Fortnite.
UI Stutter/Jank test Per quantificare quanto bene l'Asus ROG Phone 6 Pro può mantenere 165 FPS in scenari reali, abbiamo eseguito una versione modificata del benchmark JankBench open source di Google.
Questo benchmark simula una manciata di attività comuni che vedrai nelle app di tutti i giorni, incluso lo scorrimento di un ListView con testo, lo scorrimento di un ListView con immagini, lo scorrimento di una visualizzazione griglia con un effetto ombra, lo scorrimento di una visualizzazione di rendering del testo a bassa frequenza , scorrendo una visualizzazione di rendering del testo ad alta frequenza, inserendo e modificando il testo con la tastiera, ripetendo gli scoperti con le schede e caricando bitmap.
Il nostro script registra il tempo di disegno per ogni fotogramma durante il test, eventualmente tracciando tutti i fotogrammi e i loro tempi di disegno in un grafico insieme a diverse linee orizzontali che rappresentano i tempi di disegno del fotogramma di destinazione per le 4 frequenze di aggiornamento comuni del display (60Hz, 120Hz, 144Hz, e 165Hz.) I risultati sopra mostrano che Asus è alquanto prudente quando consente all'Asus ROG Phone 6 Pro di raggiungere l'obiettivo di 165Hz.
Sicuramente può farlo, ma è chiaro che l'azienda è un po 'pesante quando le app possono utilizzarlo.
Non l'ho notato cadere, ma a volte lo fa chiaramente.
Asus ROG Phone 6 Pro: Fotocamera Questo è un telefono da gioco e, come sempre accade con un telefono da gioco, la fotocamera è l'aspetto meno importante.
Non sorprende, tuttavia, che nella ricerca della grandezza da parte di Asus, anche la fotocamera abbia ricevuto un po' di amore.
Non è un battitore del mondo in alcun modo, né direi che dovresti mai acquistare questo telefono per la fotocamera.
Ma sorprendentemente, in realtà è decente.
Sono stato in grado di ottenere degli scatti decenti con esso e l'ho persino portato con me a un concerto dove sono rimasto sorpreso dalla qualità del video.
Asus racchiude il sensore Sony IMX766 da 50 MP come fotocamera principale, una fotocamera ultra grandangolare da 13 MP e una macro da 5 MP.
Non c'è un'opzione teleobiettivo dedicata qui, ma Asus utilizza il sensore da 50 MP per scattare a 2x senza perdita di dati in situazioni di luce intensa.
Quando è buio, passa allo zoom digitale.
Asus ha inserito uno sparatutto abbastanza capace in questo smartphone, abbastanza da pensare che praticamente chiunque acquisti un telefono da gioco per i giochi ne sarà felice.
Per quanto riguarda la registrazione video 8K, è principalmente solo un espediente.
Ti verrà difficile trovare qualsiasi cosa in grado di riprodurre video 8K e visualizzarlo in modo nativo, e perderai tutti i vantaggi della registrazione a una risoluzione più "normale".
Non c'è EIS, non c'è elaborazione HDR aggiuntiva ed è essenzialmente solo un video "grezzo".
Puoi usarlo se lo desideri, ma ti consiglio vivamente di registrare in qualcosa come 4K invece se desideri filmati ad alta risoluzione.
Asus ROG Phone 6 Pro: Software Il software dell'Asus ROG Phone 6 Pro mi ha molto impressionato, molto più di quanto mi aspettassi.
Per contesto, non ho mai usato uno smartphone Asus prima e la mia unica esperienza con i telefoni da gioco è stata attraverso artisti del calibro di Black Shark e RedMagic.
Di conseguenza, sono abituato all'interfaccia utente esagerata che quelle aziende spesso confezionano e sono rimasto stupito nell'apprendere che non era il caso qui.
In effetti, ZenUI è un'implementazione incredibilmente mansueta di Android 12 con alcune funzionalità davvero utili.
Puoi optare per un'estetica da icon pack per i giocatori durante la configurazione, ma Asus ti consente di annacquarlo a un set di icone dall'aspetto più regolare, se lo desideri.
Non ci sono stati molti problemi in cui mi sono imbattuto quando si trattava di software.
Il più grande che ho trovato è che l'audio crepita quando cambia la rotazione dello schermo, anche se questo è tutto.
Ricevo notifiche, le app funzionano, non vengono uccise in background e nel complesso è un'esperienza piacevole.
Asus ha fatto un ottimo lavoro qui, e non ho trovato che ci sia alcun "gonfiore" in termini di funzionalità.
Tutto ciò che serve per utilizzare un moderno smartphone Android è qui, insieme a Armory Crate per modificare gli effetti di luce e altro.
Tuttavia, c'erano un paio di caratteristiche che mi hanno colpito.
Asus ha messo in evidenza un paio di opzioni dalle opzioni per gli sviluppatori per essere accessibili tramite i menu normali, tra cui la modifica della velocità dell'animazione e la scelta del codec per gli auricolari Bluetooth.
Entrambe queste sono funzionalità a cui gli utenti normali potrebbero voler dare un'occhiata (in particolare la velocità di animazione), quindi ha assolutamente senso far emergere queste per gli utenti normali da dare un'occhiata.
Inoltre, Asus introduce anche altre funzionalità, come Optiflex.
Optiflex "accelera l'avvio delle app, riduce i ricaricamenti delle app e fa risparmiare energia in standby" secondo l'azienda ed è abilitato per impostazione predefinita per Google Chrome, Facebook, Gmail e YouTube sul mio dispositivo.
Può selezionare automaticamente in base all'utilizzo.
C'è anche il supporto per Twin App in modo da poter avere due versioni della stessa app contemporaneamente: ad esempio, due account WhatsApp.
figure.center { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quotecenter { larghezza: 80%; galleggiante: nessuno; margine: automatico; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.quotestyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.centerquotestyle { colore: #006e95 !importante; } Schermo solo @media e (larghezza massima: 600px) { .quotecenter { larghezza: 90%; } } In un certo senso, penso che sia giusto chiamarlo il Google Pixel dei telefoni da gioco.
Sebbene non ci siano molte funzionalità software, quelle incorporate da Asus sono completamente inchiodate.
L'azienda ha svolto un lavoro fantastico con il software, confezionando funzionalità che praticamente tutti utilizzeranno.
C'è un livello di semplicità che posso davvero apprezzare, poiché non c'è nulla che si frapponga tra te e il tuo gioco.
Asus ROG Phone 6 Pro: batteria e ricarica L'Asus ROG Phone 6 Pro racchiude una mostruosa batteria da 6.000 mAh, una delle più grandi attualmente tra i telefoni di punta.
Abbinalo al nuovo Snapdragon 8 Plus Gen 1 e Asus ha vinto.
Ho visto fino a otto ore di schermo in tempo dal mio uso intenso, anche se in genere saranno tra le quattro e le sei ore, comunque molto buone.
Ciò include giochi, molta fotografia, molti messaggi, consumo di media e altro ancora.
Per quanto riguarda la ricarica, l'Asus ROG Phone 6 Pro racchiude nella confezione un caricabatterie conforme a USB PD da 65 W.
Puoi usarlo per caricare anche tutti gli altri tuoi dispositivi USB PD, rendendolo uno dei migliori caricabatterie USB PD in circolazione.
Lo uso anche per caricare il mio laptop, quindi è l'unico caricabatterie che devo portare con me quando sono uscito.
Fondamentalmente, lo otterrai dallo 0% al 100% in meno di 45 minuti, il che è incredibilmente veloce e alla pari con quasi tutti gli altri telefoni di punta sul mercato in questo momento.
L'Asus ROG Phone 6 Pro raggiunge una durata della batteria davvero buona e sembra essere una combinazione del chipset Snapdragon 8 Plus Gen 1 più efficiente e anche dell'enorme batteria contenuta nel telefono.
Non importa cosa, fa ben sperare per i futuri telefoni di punta che le aziende rilasceranno con questo nuovo chipset e, si spera, tutti avranno una durata della batteria molto migliorata.
Se sei impressionato dalla durata della batteria, ti consigliamo anche di proteggere la batteria il più possibile per evitare che la capacità venga ridotta.
Per fortuna, Asus ha due protezioni integrate che ti aiuteranno a fare esattamente questo.
Il primo è bypassare la ricarica, che puoi abilitare e ti consentirà di alimentare il tuo telefono senza caricare la batteria e senza consumarla.
In pratica alimenta il telefono direttamente dalla presa a muro, quindi viene generato meno calore e la batteria può "riposare".
Inoltre, abiliti sia la "ricarica costante" che un limite di carica della batteria.
La ricarica costante caricherà il telefono più lentamente per generare, ancora una volta, meno calore e il limite di ricarica ti consentirà di limitare la ricarica del telefono all'80%, 90% o 100% se desideri proteggere anche la salute della batteria.
Asus ROG Phone 6 Pro: sicurezza varie L'Asus ROG Phone 6 Pro ha lo sblocco facciale e uno scanner di impronte digitali ottico sotto il display.
Entrambe le opzioni funzionano bene, anche se lo sblocco facciale non funzionerà con una maschera.
Audio Gli altoparlanti dell'Asus ROG Phone 6 Pro hanno un suono fenomenale.
Diventano davvero rumorosi, sono ugualmente bilanciati e sono i migliori altoparlanti che abbia mai sentito su uno smartphone.
Inoltre, ottieni un jack per cuffie se desideri ascoltare l'audio cablato (in particolare quando stai giocando), quindi è un'esperienza fantastica a tutto tondo quando ascolti musica o giochi.
Classificazione IP La serie ROG Phone 6 è dotata di una classificazione IPX4, il che significa che lo smartphone può sopportare alcuni schizzi d'acqua e dovresti evitare di bagnarlo oltre quel punto.
Questo potrebbe non sembrare particolarmente impressionante al giorno d'oggi degli smartphone IP68, ma questo telefono ha un design e una situazione delle porte drammaticamente diversi rispetto a quegli smartphone.
Mi sarebbe piaciuto vedere una valutazione più alta, ovviamente, ma considerando tutto ciò che questo telefono può fare, per ora una valutazione IPX4 funziona.
Sblocco del bootloader, sorgenti del kernel e aggiornamenti software Puoi sbloccare il bootloader dell'Asus ROG Phone 6 Pro e Asus ha già rilasciato sia lo strumento di sblocco che il sorgente del kernel.
Il processo di sblocco cancella completamente il telefono e disabilita i successivi aggiornamenti OTA.
Inoltre, un bootloader sbloccato potrebbe invalidare la garanzia per questo dispositivo Gli aggiornamenti software sono il principale svantaggio di questo telefono.
Nonostante le incredibili specifiche hardware lanciate, è un peccato che Asus lo supporterà solo con un massimo di due importanti aggiornamenti della piattaforma Android.
Con molte aziende che estendono quel supporto a tre o anche quattro anni di aggiornamenti, Asus è rimasta stagnante e si è bloccata solo con due.
Dovresti comprare l'Asus ROG Phone 6 Pro? /* Tira la dimensione delle virgolette e aggiunta line-height .wp-block-pullquote p { font-size: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; } */ figure.quoteleft { margin-top: 0px !important; margine inferiore: 0px !importante; } .quoteleft { larghezza: 50%; galleggiante: sinistra; margine: 0em 1em; margine superiore: 0px !importante; margine inferiore: 0px !importante; } .wp-block-pullquote p { dimensione del carattere: 1.75rem; altezza della linea: 1,5; colore: #de7300; } figure.wp-block-pullquote.pullleftstyle { bordo superiore: 0px; bordo inferiore: 0px; imbottitura-fondo: 0px; margine inferiore: 0px; imbottitura superiore: 0px; } blockquote.leftquotestyle { colore: #006e95 !importante; } @media only screen and (max-width: 600px) { .quoteleft { float: none; larghezza: 90%; margine: automatico; } .wp-block-pullquote { riempimento: 0rem; } } C'è così tanto da amare in questo telefono ed è davvero difficile trovare difetti importanti.
Se quello che vuoi è un'ottima fotocamera, probabilmente dovresti passare, ma per il resto non riesco a pensare ad altre critiche importanti che ho.
Tutto in questo telefono è stellare e Asus ha messo insieme un pacchetto fenomenale, oserei dire, sopraffatto.
Qualcuno ha bisogno di 18 GB di RAM? Che ne dici di un display posteriore? O anche due porte USB-C? C'è una nicchia molto specifica per cui tutti questi fanno qualcosa, ma essere tutto in un pacchetto come questo è la parte più pazza dell'intero calvario.
Adoro l'Asus ROG Phone 6 Pro e sono sbalordito da quanto l'azienda ha investito in questo telefono.
È eccessivo? Certamente.
É bello? Estremamente.
Se quello che vuoi è un telefono da gioco che funge anche da normale smartphone, allora questo è onestamente il telefono da ottenere.
Fa davvero tutto e anche senza l'estetica del giocatore hardcore rabbrividire, è un telefono che si adatterebbe praticamente a chiunque.
L'unico problema è il prezzo; arrivando a € 1299 (che sono £ 1099 nel Regno Unito), è uno smartphone costoso da incontrare.
Questo con la finestra di supporto più breve potrebbe preoccuparti, e c'è da aspettarselo.
In effetti, se vuoi risparmiare un po' di soldi, il normale ROG Phone 6 potrebbe fare al caso tuo.
Costa € 999 e tutto ciò che perderai è il pannello posteriore personalizzabile e eseguirai il downgrade per poter ottenere solo fino a 16 GB di RAM.
Oh, l'orrore.
Tuttavia, penso che smartphone come questi servano a uno scopo, ed è chiaro che ora Asus punta un po' di più sul mainstream.
Le telecamere sono sicuramente un punto debole, ma anche quelle possono essere perdonate quando c'è così tanta potenza.
Google fa un lavoro terribile nei giochi, ma un ottimo lavoro con il software e le fotocamere.
Asus fa un ottimo lavoro nei giochi e nel software, ma non impressiona molto con le fotocamere.
Quindi, in un certo senso, è davvero il Google Pixel Ultra dei giochi.
Asus ROG Phone 6 Pro L'Asus ROG Phone 6 Pro racchiude praticamente tutto ciò di cui potresti aver bisogno in un unico pacchetto e sembra fantastico per l'avvio.
Dalla presentazione del telefono durante l'unboxing alla sua estetica generale, Asus l'ha davvero buttato fuori dal parco.
Vedi su Asus Il post Recensione di Asus ROG Phone 6 Pro: Il Pixel Ultra dei telefoni da gioco è apparso per la prima volta su XDA.

Commenti

commenti