Civic

Il veterano della tecnologia di Seattle applica l'esperienza di progettazione e comunicazione nella ricerca di strade cittadine più sicure

Attingendo alla sua esperienza nelle comunicazioni e nella progettazione incentrata sull'uomo, il veterano della tecnologia di Seattle Josh Holland sta ora lavorando per Seattle Neighborhood Greenways, un'organizzazione no-profit che lavora per rendere le strade cittadine un luogo più sicuro dove camminare, andare in bicicletta e rotolare.
Un nuovo impegno da parte di Holland e altri con l'organizzazione è visibile nei cartelli attaccati ai pali della luce e ad altri oggetti intorno a Seattle.
Le sagome di cartone arancione sono progettate per attirare l'attenzione sui punti della città in cui qualcuno è morto in un incidente stradale.
"Il tuo vicino è rimasto ucciso in un incidente stradale qui", si legge sulla scritta sui cartelli.
“Dal 2015, gli incidenti automobilistici hanno ucciso oltre 200 persone nelle strade di Seattle.
Queste tragedie sono prevenibili”.
Sostenitore di lunga data dei trasporti pubblici e delle città percorribili a piedi, Holland è sempre stato interessato al lavoro svolto da Greenways, che ha iniziato nel 2011.
Ora direttore delle comunicazioni per l'organizzazione no profit, Holland ha lavorato in precedenza nelle pubbliche relazioni presso Nyhus e WE Communications e più recentemente è stato responsabile marketing del prodotto presso il produttore di software di editing video LumaTouch.
Greenways, una coalizione di 16 gruppi di quartiere guidati da volontari, è particolarmente interessata a vedere la città di Seattle riprogettare quattro strade che il gruppo definisce le più pericolose della città: Aurora Avenue North, Martin Luther King Way South, 4th Avenue South e Lake City Modo.
Holland ha affermato che il suo background tecnologico può essere applicato al modo in cui Greenways sollecita agenzie come il Dipartimento dei trasporti di Seattle a pensare a migliorare le strade pericolose, sia con l'aggiunta di piste ciclabili protette, sia con l'aggiunta di tempi di consegna affinché i pedoni possano attraversare in sicurezza agli incroci.
"La tecnologia tende ad essere molto agile, e consiste nell'andare là fuori e apportare modifiche e vedere cosa rimane e cosa no, e in un certo senso apportare modifiche da lì", ha detto Holland.
Nel 2015, la città di Seattle ha adottato Vision Zero come obiettivo e programma per eliminare morti e feriti gravi per tutti gli utenti della strada entro il 2030.
Ma c'è ancora molto lavoro da fare, poiché la città registra quasi 30 morti e 180 feriti gravi ogni anno, e il 2023 è sulla buona strada per essere uno degli anni più mortali mai registrati.
Greenways afferma che l’80% delle persone che muoiono mentre camminano a Seattle vengono investite su strade con più di una corsia di traffico in ciascuna direzione, e l’80% delle persone che muoiono mentre vanno in bicicletta vengono investite dove non c’è pista ciclabile.
I luoghi degli incidenti a Seattle sono visibili su questa mappa interattiva.
La campagna del gruppo per ottenere cartelli progettati, stampati, distribuiti e appesi da volontari è avvenuta in meno di un mese e ha coinciso con la Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada (WDR), un evento internazionale che ha avuto luogo domenica.
Holland ha affermato che c'è molto a cui pensare quando si tratta di trasporti a Seattle, che si tratti di auto e camion, autobus, biciclette, metropolitana leggera, pedoni a piedi o qualsiasi altra opzione di micromobilità in città come scooter condivisi e Bici.
"È un sistema complesso", ha detto.
“Mentre cerchiamo di reimmaginare le strade e di pensare a queste cose, dobbiamo davvero ripensare il modo in cui ci muoviamo.
Per gran parte di questo, si tratta davvero di capire come rendere le strade più sicure per tutti.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d