Amazon cerca il via libera di FCC per testare i dispositivi mobili a banda larga nella Silicon Valley

Amazon sta chiedendo l'approvazione della Federal Communications Commission per un test di sei mesi di dispositivi radio mobili e software di rete, ma non nella sua base di Seattle.
L'esperimento con Citizens Broadband Radio Service, o CBRS, si svolgerà a Sunnyvale, in California.
È la città della Silicon Valley dove ha sede la filiale di sviluppo del prodotto Lab126 di Amazon.
Lab126 ha svolto un ruolo chiave nella creazione di dispositivi come i lettori di ebook e Kindle Kindle di Amazon (così come i telefoni Kindle Fire non di successo).
Il CBRS utilizza una fetta dello spettro elettromagnetico originariamente riservata alle comunicazioni del governo degli Stati Uniti.
Quattro anni fa, FCC ha avviato un processo per aprire lo spettro – che va da 3550 a 3700 MHz nella banda da 3,5 GHz – per la condivisione con utenti commerciali per applicazioni wireless a banda larga.
Rispetto ad altre parti dello spettro, la banda CBRS dovrebbe essere più facile da usare, potrebbe consentire la trasmissione di dati locali a velocità migliori del Wi-Fi e dovrebbe funzionare bene con il 5G.
Motorola sta già sperimentando CBRS per un servizio radio bidirezionale noto come MotoTrbo (pronunciato "Moto Turbo"), in base ai termini dell'autorità temporanea speciale concessa dalla FCC.
Anche altre compagnie di telecomunicazioni non vedono l'ora di entrare.
Alla fine, il CBRS potrebbe essere utilizzato per facilitare i servizi voce e dati negli ambienti di lavoro che vanno dagli ospedali alle scuole e agli stadi sportivi.
Non è chiaro quale tipo di applicazione Amazon abbia in mente per il suo esperimento CBRS.
Abbiamo contattato Amazon per un commento e aggiorneremo questo rapporto con tutto ciò che sentiamo.
L'ultimo deposito per un'autorità temporanea speciale, presentato venerdì scorso, afferma che Amazon vuole condurre un test di sei mesi vicino alle sue strutture di Sunnyvale per "determinare se continuare ed espandere la sua ricerca" in applicazioni CBRS in altre località.
Amazon sta chiedendo di iniziare il test il 19 agosto e di terminarlo il 19 febbraio 2020.
Il test coinvolgerebbe il dare ai partecipanti fino a 50 prototipi di dispositivi mobili e la valutazione delle prestazioni di tali dispositivi, nonché le stazioni base temporanee che collegano insieme.
I dispositivi saranno raccolti dai partecipanti dopo il test.
Amazon afferma che "non propone di condurre studi di mercato o di fornire servizi di comunicazione sotto l'autorità sperimentale".
La società promette anche di agire rapidamente se il test provoca interferenze per altri utenti della radio.
Per quello che vale, il principale rappresentante Amazon elencato nell'applicazione è Omar Zakaria, un senior engineering manager che è stato coinvolto in comunicazioni wireless, applicazioni Internet of Things e prodotti di consumo tra cui Amazon Echo, tablet Fire, Fire TV e il primo telefono Fire.
Silenzio come lo è ora il progetto CBRS di Amazon, era ancora più silenzioso.
Lo scorso novembre, IEEE Spectrum ha riferito che la domanda iniziale era stata depositata per conto di un'impresa denominata Chrome Enterprises LLC e copriva sedi a Cupertino e Tracy, in California, nonché a Sunnyvale.
L'applicazione elencava le coordinate vicine, ma non esattamente, alle strutture di Amazon.
Una delle serie di coordinate è atterrata in una sala massaggi a circa tre isolati da uno degli edifici satellitari del Lab126 a Cupertino.
"Forse anche i centri di massaggio nella Silicon Valley sentono il bisogno di rimanere all'avanguardia della tecnologia", ha scherzato Mark Harris, il reporter che ha scritto la storia per IEEE Spectrum.
Chissà? Se il test a Sunnyvale funziona, forse anche i massaggiatori e i massaggiatori di Cupertino otterranno prototipi di dispositivi mobili.
Punta del cappello a Mark Harris.

Commenti

commenti