Samsung sta trattando i proprietari di dispositivi sbloccati degli Stati Uniti come cittadini di second'ordine

Non molto tempo fa, Samsung ha iniziato a vendere i propri telefoni cellulari direttamente ai consumatori qui negli Stati Uniti tramite samsung.com o l'app Shop Samsung. Questa è stata una grande notizia, in quanto togliere l'intermediario (i vettori) è sempre il benvenuto. Naturalmente, i clienti sono ancora liberi di acquistare un telefono con il marchio di un operatore da qualsiasi numero di operatori di loro scelta. Tuttavia, per un paio di generazioni, Samsung ha offerto una versione Unlocked (U1) priva di branding carrier, schermi boot carrier, app carrier e qualsiasi altro entanglement al proprio provider. In effetti, la pagina di destinazione principale del sito Web Samsung degli Stati Uniti mostra il Galaxy S10 con un pulsante "Acquista ora" di spicco con le opzioni di carrier o versioni sbloccate. Ovviamente, la vendita diretta dei telefoni è un compito importante per Samsung. Le loro versioni sbloccate sono un po 'diverse quando si tratta di aggiornamenti, tuttavia. Aggiorna Woes Samsung gestisce gli aggiornamenti per i loro dispositivi sbloccati in modo molto diverso da quanto ci si potrebbe aspettare. Almeno dal 2017, gli aggiornamenti software per i dispositivi di punta sbloccati non sono stati introdotti negli Stati Uniti fino a quando ogni singolo operatore non ha inviato l'aggiornamento. È successo con una UI sul Galaxy S8, poi di nuovo con il Galaxy S9, ed è successo anche con il Galaxy Note 9. Non importa se il tuo particolare dispositivo sbloccato non ha mai e non avrà mai una scheda SIM Verizon. Gli utenti sbloccati devono attendere Verizon per inviare gli aggiornamenti. Questo tipo di comportamento è molto contrario a ciò che gli utenti potrebbero aspettarsi con i dispositivi sbloccati. Dopo aver utilizzato un Google Pixel, un telefono Essential, un telefono Nokia, un dispositivo Motorola, un dispositivo OnePlus e persino un iPhone, non sarebbe irragionevole aspettarsi un minore coinvolgimento dell'operatore con un dispositivo sbloccato e non (negli Stati Uniti) 4 volte di più. Quando Apple rilascia un aggiornamento, è disponibile a livello globale per i dispositivi su tutto il range di prezzo. Apple riesce a farlo funzionare anche se le caratteristiche del vettore locale causano ritardi per altri utenti. Mi rendo conto che ci sono ovvie differenze architettoniche tra Android e iOS, ma come consumatore che spende più di mille dollari, non mi interessa davvero il perché. Stato Galaxy S10 sbloccato Attualmente, con il Galaxy S10, sembra che T-Mobile e AT & T abbiano spinto l'aggiornamento di marzo. Nel frattempo, la mia edizione super-speciale di ceramica da 1.600 $ super-straordinaria è "aggiornata" con la patch di sicurezza di febbraio. Questo è molto frustrante. È quasi metà aprile. Ho pagato Samsung direttamente per il mio dispositivo. Ha una scheda SIM T-Mobile e non avrà mai una carta SIM Sprint o Verizon, ma sto aspettando che approvi un aggiornamento? Le mie patch di sicurezza sono bloccate mentre AT & T fa tutto ciò che devono fare per assicurarsi che il loro bloatware specifico per il gestore funzioni con l'ultimo aggiornamento di Samsung. Sto usando un dispositivo meno sicuro mentre aspetto su un corriere con cui non sono coinvolto. Per non parlare di tutti gli straordinari aggiornamenti delle funzionalità che mi mancano. Sfortunatamente, anche questo non è del tutto inaspettato. Il mio Galaxy Note 9 sbloccato ha ricevuto l'interfaccia utente One con aggiornamento Android Pie il 12 marzo, non a caso lo stesso giorno in cui Verizon ha finalmente aggiornato il proprio aggiornamento. Ancora una volta, non spendo soldi con Verizon, non ho nessun accordo con Verizon, e una carta SIM Verizon non è mai e non sarà mai nel mio Galaxy Note 9, ma ho dovuto ancora aspettare su di loro. La prima compagnia aerea statunitense a rilasciare Android Pie è stata AT & T all'inizio di febbraio, Verizon e la versione Unlocked ha richiesto oltre un mese. Sappiamo tutti che gli aggiornamenti delle versioni di Samsung non saranno veloci, ma per una versione del sistema operativo che è stata rilasciata per la prima volta nell'agosto 2018, in attesa di un altro mese dopo un'attesa di circa 6 mesi si è rivelata particolarmente eclatante. Apparentemente, la maggior parte di questo ritardo verrà gestita da Samsung o dai vettori come "Carrier Testing". Se guardate le FAQ di Samsung sui telefoni sbloccati, menzionano il supporto della maggior parte dei servizi di telefonia mobile come SMS e hotspot mobile. questo è positivo e desiderabile, ma uno ancora finisce per attendere "test di compatibilità" per i provider che non useranno mai. Inoltre, questi lunghi ritardi sembrano avere un impatto solo sulla versione Snapdragon e non sulle offerte Exynos. Che dire dei dispositivi futuri? Per quanto fastidioso possa essere per i dispositivi Galaxy di punta come la serie S o il Note, gli utenti possono essere ragionevolmente sicuri che alla fine avranno almeno gli aggiornamenti sui dispositivi sbloccati sulla linea principale. Ad esempio, il Galaxy S8 è ancora (molto lentamente) ricevendo aggiornamenti tra i carrier qui. Ma cosa significa questo tipo di politica non dichiarata per dispositivi di tipo boutique o dispositivi a corsa limitata, ad alto costo e di bassa vendita? Molto presto Samsung lancerà il Galaxy Fold e il Galaxy S10 5G qui negli Stati Uniti. Entrambi questi dispositivi venderanno in numeri drasticamente inferiori rispetto alla serie Galaxy S10. Gli utenti che sborsano oltre $ 2.000 per lo smartphone più costoso in giro devono aspettare i capricci dell'operatore per gli aggiornamenti di sicurezza? Se AT & T ne vende pochissimi e quindi non ha assolutamente fretta con gli aggiornamenti, il mio Unlocked Galaxy Fold sarà in attesa in un limbo per l'ultima patch di sicurezza? Questa è una vendita dura. Samsung deve fare meglio Samsung ha avuto successo qui negli Stati Uniti con l'aiuto delle sue alleanze carrier. Tutte le parti hanno beneficiato molto l'una dell'altra. Capisco che si tratta di relazioni preziose, ma come consumatore di un dispositivo sbloccato, è incredibilmente frustrante essere apparentemente un ripensamento. Dopotutto, il mio rapporto è con Samsung, non con un corriere. Samsung è grande e abbastanza importante qui negli Stati Uniti per avere un po 'di spinta contro i vettori. Sono stati in grado di eseguire un programma beta Android Pie sul Galaxy Note 9 sbloccato l'anno scorso, il che è encomiabile. Quindi, perché sarebbe irragionevole usare l'app Samsung Members per scaricare la patch di sicurezza di marzo prima che l'OTA sbloccato venga spinto, soprattutto dal momento che T-Mobile (la mia SIM card) ha già rilasciato l'OTA? Quando si spendono $ 1000 + direttamente con Samsung per uno smartphone sbloccato, l'esperienza non dovrebbe essere peggiore di una versione carrier e i consumatori meritano sicuramente un supporto migliore. Il post Samsung sta trattando i proprietari di dispositivi sbloccati degli Stati Uniti come cittadini di second'ordine apparsi per primi su sviluppatori di xda.

Commenti

commenti