Xiaomi blocca i lanciatori di terze parti "non verificati" su MIUI China ROM; ROM globali MIUI per rimanere inalterate

I consumatori cinesi ottengono spesso la parte più breve del bastone quando si tratta di Android e l'esperienza Android. Per molti consumatori nella regione, l'acquisto di telefoni è possibile solo attraverso un rivenditore, che finisce per sfruttare la situazione installando launcher similari con adware sui dispositivi che vendono. I consumatori vengono quindi lasciati a bocca aperta sulla fonte dell'adware e continuano a intasare i macchinari per la cura del cliente con reclami contro questi adware. Alla luce di tali situazioni, Huawei ha preso la decisione di bloccare i lanciatori di terze parti sulle versioni cinesi di EMUI 9, e ora Xiaomi sta facendo lo stesso con le sue ROM in Cina. Questo cambiamento è stato individuato per la prima volta nelle discariche del firmware del MI 9 10 Cina 9.3.18 di Mi 9. Le stringhe presenti nell'APK "Security Center" hanno suggerito che Xiaomi bloccherebbe i lanciatori di terze parti "non verificati" dall'essere impostati come il programma di avvio predefinito sul dispositivo: Errore Poiché le app di avvio di terze parti possono causare problemi quali perdita di dati, esaurimento anomalo della batteria e ritardo, ecc., Solo quelli verificati da MIUI possono essere impostati come launcher predefinito. Fatto Queste stringhe hanno poi continuato a comparire in firmware rilasciati dopo il 18 marzo 2019. Infine, con MIUI 10 China 9.4.1, ovvero la versione rilasciata il 1 ° aprile 2019 per Xiaomi Mi 9, agli utenti è stato impedito di impostare altri launcher come il loro launcher di homescreen predefinito. Abbiamo contattato Xiaomi per chiarire la situazione e ottenere una dichiarazione: "I lanciatori di terze parti sono consentiti sugli smartphone Xiaomi basati su ROM basati sulla Cina dopo un processo di verifica. Qualsiasi programma di avvio approvato per essere elencato sul Mi App Store (il nostro marketplace app in Cina continentale) verrà automaticamente verificato e potrà essere utilizzato su smartphone MIUI con la ROM cinese. Non ci sono piani per implementare un processo di verifica per i lanciatori sul firmware globale (incluso l'India). "- Portavoce di Xiaomi Secondo le dichiarazioni del portavoce di Xiaomi, Xiaomi sta prendendo una posizione relativamente più morbida di quella adottata da Huawei. Gli utenti MIUI in Cina e in Cina ROM non sono completamente esclusi dall'impostazione di altri launcher come loro launcher predefinito. Possono impostare un launcher di terze parti come impostazione predefinita del dispositivo, purché il programma di avvio sia "verificato" da Xiaomi. Questa verifica, presumiamo in base al contesto, sarebbe quella di verificare se l'avvio causa un comportamento anomalo del dispositivo. I programmi di avvio che eseguono il processo di verifica possono essere impostati come il programma di avvio predefinito sul dispositivo. Anche i lanciatori che sono approvati per essere elencati sul Mi App Store verranno automaticamente verificati, quindi ci dovrebbe essere una sana opzione di lanciatori alternativi tra cui scegliere. Abbiamo anche chiarito con il portavoce se il blocco del launcher si sta facendo strada con i firmware globali di MIUI, e la risposta è no. MIUI 10 I firmware globali non sono influenzati da questa modifica e gli utenti possono continuare a impostare i lanciatori di terze parti come il programma di avvio predefinito sul dispositivo senza alcun impedimento. Il blocco non arriverà ai firmware al di fuori della Cina, e per estensione, non c'è nemmeno bisogno di un processo di "verifica". Anche con la posizione più morbida, questo cambiamento interessa i consumatori cinesi che vorrebbero provare nuovi lanciatori che non sono stati elencati sul Mi App Store. Ma questo danno collaterale sembra essere nell'interesse maggiore dei consumatori cinesi. Anche le ROM globali lampeggianti sui dispositivi cinesi sono state bloccate da Xiaomi per motivi correlati, quindi anche l'immagine è fuori dal campo. Non abbiamo ancora verificato i metodi per aggirare questo blocco di avvio, ma rimuovere l'app di sicurezza dovrebbe essere sufficiente per fare il trucco. Cosa ne pensi della decisione di Xiaomi di bloccare i lanciatori di terze parti non verificati su MIUI China ROM? Esistono alternative che aziende come Xiaomi e Huawei possono prendere in considerazione per la lotta contro i falsi allarmi dei rivenditori? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto! Il post Xiaomi blocca i lanciatori di terze parti "non verificati" su MIUI China ROMs; Le ROM globali MIUI per rimanere inalterate sono apparse per la prima volta su xda-developers.

Commenti

commenti